Home ATTUALITÀ XV, pollice all’insù per il PGTU

XV, pollice all’insù per il PGTU

pgtu240.jpgGiovedì 9 ottobre il Consiglio del XV Municipio ha approvato a maggioranza il Piano Generale del Traffico Urbano della Capitale che, prima di approdare in Consiglio Comunale, doveva passare al vaglio dei quindici municipi romani. Inutile dire che il dibattito è stato lungo, surriscaldato e movimentato.

La seduta si apre con la relazione dell’assessore alla mobilità, Elisa Paris, che illustra i punti salienti del PGTU dando enfasi al fatto che, stando a quanto scritto nello stesso, i “bonus mobilità” e i pedaggi da pagare per entrare nell’anello ferroviario scatteranno dal primo gennaio 2017 “solo se prima saranno stati migliorati e rafforzati i servizi del trasporto pubblico cittadino“.

E’ questo infatti, oltre all’azzeramento delle strisce bianche e all’introduzione delle sole strisce blu prima nell’anello ferroviario e poi potenzialmente in tutta la città, il nodo cruciale di tutto il piano, l’aspetto più appariscente del PGTU per la cui migliore comprensione vi invitiamo a leggere il nostro precedente articolo (leggi qui).

E’ una presa in giro, solo due mesi fa l’Atac ha tagliato sul nostro territorio ben 1,9 milioni di km di percorrenza annua degli autobus, e ora ci venite a parlare di miglioramento nei prossimi due anni?” replica il capogruppo NCD Giuseppe Mocci affermando che nel PGTU una sola cosa è certa: “dal 2017 si pagherà per entrare in città, pagherà chi deve andare al lavoro e chi a scuola, anche gli scooter saranno infatti soggetti ! E’ solo un sistema per fare cassa!

Più pacato, per quanto comunque contrario al piano, l’intervento di Giuseppe Calendino, capogruppo FdI, che al termine di un lungo excursus, avanza la proposta di chiedere al Campidoglio una proroga all’avvio del piano “per dar modo ai cittadini di fare le loro proposte“.
Solo così – conclude – si potrà parlare di un piano concretamente partecipato, solo così i cittadini potrebbero accettarlo“.

Ma la veemenza torna a riaffacciarsi. Stefano Erbaggi, consigliere NCD, bolla il PGTU come “un esercizio di stile senza concretezze e certezze, tranne una: si tratta di una vera e propria vessazione a carico dei romani“.
Poi, rivolgendosi ai consiglieri della maggioranza, li invita ad avere “il coraggio di bocciare questo piano“.
Dura la sua conclusione, per la quale si prende anche un richiamo dal banco della presidente d’aula: “dimostrate ai cittadini del XV che per una volta non siete lo zerbino di Marino!

Ma quale zerbino!” replica subito il capogruppo PD Marco Paccione sostenendo che la mobilità della capitale va assolutamente rivista e a questo serve il PGTU, non a far cassa.
Io sono molto critico con questo documento, va migliorato in diversi punti ed è ciò che chiederemo al sindaco con un nostro documento ma in ogni caso – conclude – l’attuale sistema mobilità deve essere cambiato per il bene dei romani“.

Facile parlare alla pancia dei cittadini” ironizza quindi Alessandro Pica, capogruppo SEL, rivolgendosi all’opposizione, “più difficile parlare al loro cervello come invece facciamo noi spiegando che bisogna dire basta a questo modo di utilizzare la città. Approvare questo PGTU – esclama facendo eco a Paccione – significa tutelare la salute dei cittadini“.

Seguono a ruota gli interventi di Lucia Mosiello, Giuliano Pandolfi e Isabella Foglietta, tutti in sintonia con quanto già espresso dai loro colleghi di maggioranza e di opposizione.

Si va al voto. Assenti (fin dall’inizio) i consiglieri M5S e Forza Italia, PD, SEL e Lista Civica Marino approvano il Piano. NCD e Gruppo Misto votano contro.

E PGTU fu, fra le manifeste rimostranze dell’opposizione.

pgtu470.jpg

Subito dopo, ancora la sola maggioranza approva un Ordine del Giorno che sarà inoltrato in Campidoglio assieme alla delibera che approva il Piano. Nel documento, quello a cui accennava Marco Paccione nel suo intervento, si cerca di smussare alcuni angoli del PGTU.

Nello stesso si dà infatti mandato al presidente del Municipio affinchè il potenziamento del trasporto pubblico avvenga prima dell’introduzione del pedaggio e anche nelle zone periferiche del Municipio.
Gli si chiede inoltre di fare in modo che le aree di parcheggio limitrofe allo Stadio Olimpico, alla Tangenziale e alla galleria Giovanni XXIII siano trasformate in parcheggio di scambio e considerate esterne all’anello ferroviario.

E non solo, oltre a raccomandare la realizzazione degli attraversamenti pedonali bicolore, si chiede al Presidente Torquati di adoperarsi affinchè, almeno per il 2017, la scorta dei “bonus mobilità” di ogni cittadino venga aumentata da 120 a 140.

Così parlò, come Zarathustra, il Consiglio del XV. L’ultima parola ora spetta al Campidoglio.

Claudio Cafasso

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Che ridere quando aumenteranno gli utenti per il trasporto pubblico e ci si renderà conto tutti quanti che bisogna aspettare più di mezz’ora e oltre per vedere arrivare un autobus che diventerà strapieno o un trenino soffocante dove non riesci neanche a mantenerti e manco puoi chattare! 😉 Che ridere prima tagliano le corse dei mezzi di trasporto, poi alzano la muraglia intorno al centro cittadino intanto eliminano le strisce bianche per parcheggiare senza pagare, ma neanche aumentano i parcheggi a pagamento, poi ridicono che miglioreranno e aumenteranno gli autobus e forse anche i bonus per entrare nel regno disinquinato, però se hai un’auto euro 6 pagherai solo 1 euro, se hai l’auto vecchiotta pagherai 4 euro….insomma se hai i soldi paghi meno e vai dove ti pare…..se sei sfigato o aspetti l’autobus che non c’è o paghi perché inquini o forse è meglio che ti chiudi in casa e non vai a disturbare i residenti del centro. Insomma nelle grandi città europee il centro è sì chiuso ma hanno i mezzi di trasporto CHE FUNZIONANOOOOO!!!!! (E per favore non dite che costano di più lo sappiamo, ma questa è tutta un’altra storia!)

  2. Si ha voglia a dare enfasi al “solo se prima saranno stati migliorati e rafforzati i servizi del trasporto pubblico cittadino”: è stato per caso messo nero su bianco da qualche parte quali saranno i parametri in base ai quali si deciderà che effettivamente il servizio è stato migliorato? chi lo valuterà? Marino? allora stiamo freschi.

    Si sarà anche preso un richiamo (che esagerazione!) dal Presidente d’Aula ma il cons. Erbaggi, col il suo invito alla maggioranza (che avrei fatto anch’io), ha toccato un punto dolente. E avrei scommesso qualunque cosa che questo invito sarebbe caduto nel vuoto.
    Condivido la considerazione del cons. Mocci: una presa in giro.

  3. Evviva gli attraversamenti pedonali bicolore! Ora si che li rispetteranno! Ma che colori???? Ogni Municipio i suoi come le contrade del palio?

  4. Purtroppo i ragazzi che governano il municipio saranno mandati a a casa insieme a questo sindaco il cui problema principale sembra essere creare il maggior disagio possibile a chi utilizza, suo malgrado, la macchina tutti i giorni per andare al lavoro.

    Con queste trovate stanno brindando:
    -) Le casse del Comune
    -) Chi affitta posti auto in centro
    -) Chi vende auto ibride
    -) Chi abita in centro e lavoro in centro e non ha bisogno della macchina per spostarsi

    Inutile dire che la nostra zona, già servita malissimo dai mezzi pubblici, non farà altro che accelerare la sua decadenza…. e il valore delle nostre case scenderà sempre di più!

    Grazie Marino, grazie Munucipio XV, sarà una grande soddisfazione vedervi a casa nel 2018, il rammarico è che se la destra non si sarà rinnovata perderemo altri 5 anni con un simil Alemanno!

  5. Aggiungo che le uniche certezze saranno:
    -) strisce blu in tutto l’anello ferroviario (ed oltre…?)
    -) strisce blu a 1,5 euro
    -) pagamento per entrare nell’anello ferroviario
    -) zone interdette al traffico sempre più estese

    a fronte di…..
    un miglioramento e rafforzamento dei servizi del trasporto pubblico cittadino…..
    ma in che consistono questi miglioramenti????? Ci portate la metro a gennaio 2017 su tutto il XV municipio????? BOH! Non lo sanno neanche loro, questa è la verità!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome