Home ATTUALITÀ Torquati: “Al via gli sportelli al cittadino nel XV Municipio”

Torquati: “Al via gli sportelli al cittadino nel XV Municipio”

torquati4.jpgIl Presidente del XV Municipio, Daniele Torquati, informa i comitati di quartiere, le associazioni, le organizzazioni e gli enti che operano nel territorio del XV Municipio “che è stato pubblicato l’avviso per la possibilità di usufruire di uno spazio nella sede del Municipio ai fini dell’attivazione di sportelli al cittadino.”

“Si tratta – spiega Torquati – di una stanza messa a disposizione della cittadinanza per fornire aiuto, attraverso uno sportello, nei rispettivi campi di appartenenza. Uno sportello per avvicinare i cittadini all’amministrazione municipale e totalmente gratuito sia per chi ne usufruisce che per il Municipio.”

Gli interessati possono aderire al progetto compilando il modulo presente sul sito del Municipio da consegnare entro e non oltre le ore 12 del 1° dicembre 2014 all’Ufficio Protocollo del Municipio (Via Flaminia 872, tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il martedì e il giovedì anche dalle 14.30 alle 16) oppure spedendolo tramite PEC all’indirizzo protocollo.mun20@pec.comune.roma.it

4 COMMENTI

  1. questo sportello si potrebbe occupare anche di aiutare le famiglie nella richiesta dei buoni libro, perchè avete indirizzato la lettera alle scuole invitandole ad attivare uno sportello di accoglienza???? Secondo lei le segreterie scolastiche non hanno altro da fare????

  2. Ma che genere di sportello? Cioè le associazioni aprono uno sportello per far conoscere le finalità della propria associazione e non hanno una sede? Oppure un’associazione che si interessa ad esempio di portatori di handicap mette lì un suo volontario per informare come si può richiedere l’accompagno ai cittadini? Oppure una cooperativa sociale apre lì uno sportello con un volontario psicologo che dirà agli utenti se hanno bisogno o meno di una terapia? Oppure un’insegnante di una scuola di ballo spiegherà l’importanza della danza logicamente a chi andrà a chiederlo? Ma per le informazioni sanitarie/sociali non ci sono gli appositi uffici? E non bisognerebbe conoscere a priori la competenza di chi sta dietro uno sportello? Non capisco la finalità: ci sarà uno sportello che me lo spieghi?

  3. Si puo’ apprezzare la buona volonta del Municipio ma non sembra una iniziativa che possa avere grande seguito. Dal momento che non e’ utilizzato perche’ non destinare il piccolo fabbricato di Via del Podismo a “Casa dei Comitati”? Chi lo chiede ptrebbe aver uno spazio (o dei giorni assegnati) e tenere in quel luogo le riunioni. Potrebbe essere il centro, in collegamento con il Municipio, da dove far partire le varie iniziative e contemporaneamente fare da sportello.
    Si tratta ovviamente di una proposta ma si puo’ tentare.

  4. Sig.ra Rosaria le sue domande sono giuste ..ma le posso assicurare per esperienza personale che le informazioni sociali /sanitarie..anche se ci sono uffici con personale ” competente” molte volte..anzi il piu’ delle volte danno informazioni sbagliate o non del tutto corrette..L’idea di tali sportelli non sarebbe male se..
    1 allo sportello ci sono persone super competenti,che abbiano fatto almeno corsi di formazioni per dare spiegazioni e informazioni corrette
    2 che tali persone conoscano alcuni articoli di legge nazionale ( nel caso di persone con invalidita’..sono molto utili per ottenere qualsiasi cosa possa l’invalido aver bisogno) io ogni giorno offro il mio tempo e senza chiedere oneri a chi deve presentare domande per invalidita’,a chi deve attivare c.a.d a chi deve presentare domande per le varie assistenze domiciliari,a chi deve chiedere protesi e ausili per invalidi..etc..E sinceramente incontro persone con serie difficolta’ alle quali le informazioni date erroneamente hanno creato maggiore confusione e smarrimento..Ben vengano tali iniziative se sono veramente utili e non creano ulteriore mala informazione.La saluto cordialmente

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome