Home ATTUALITÀ Formello, inaugurato monumento ai Carabinieri Martiri di Fiesole

Formello, inaugurato monumento ai Carabinieri Martiri di Fiesole

cerimonia240.jpgSi e’ svolta Sabato 27 settembre, nella Caserma dei Carabinieri di Formello, la Cerimonia di inaugurazione del Monumento dedicato ai Carabinieri Martiri di Fiesole con l’Adesione del Presidente della Repubblica e il Patrocinio del Ministero della Difesa, della Regione Lazio e del Comune di Fiesole (FI).

Il Comune di Formello ha organizzato le Celebrazioni per il Bicentenario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri e ha inaugurato il monumento scolpito su pietra donata dalla proprietà delle antiche cave di Monte Ceceri, di concerto con il Comune di Fiesole ed eseguito da maestranze fiesolane.

Durante la cerimonia sono intervenuti il Generale Angelo Maruccia, Comandante della Legione Carabinieri Lazio, il Sindaco di Fiesole Anna Ravoni e il Sindaco di Formello Sergio Celestino.

La realizzazione del monumento è stata resa possibile dal dono di Lucrezia Corsini Miari Fulcis, proprietaria delle Cave di Monte Ceceri da cui proviene il masso nel quale è stata realizzata la scultura; dal disegno di Vinicio Prizia, che ha concepito l’opera, dall’esecuzione di Attilio Lucchini, scultore fiesolano del Laboratorio di scultura contemporanea “eVENTO” e dalla sponsorizzazione di un’impresa di Formello, che ha sostenuto i costi sia del monumento sia della riqualificazione del piazzale antistante la Caserma, che ora non si troverà più in Via Formellese Nord km 8,200 ma in “Largo Martiri di Fiesole”.

cerimonia.jpg

Anche il XV Municipio ha partecipato alla Cerimonia di inaugurazione del Monumento.

“Una cerimonia veramente partecipata dalla cittadinanza e valorizzata dalle molte Autorita’ presenti” sottolinea la consigliera del XV Lucia Mosiello, presente all’evento, che ha ringraziato dell’invito e dell’opportunita’ “di condividere con il Comune di Formello questo importante momento di commemorazione dei Martiri di Fiesole in occasione del Bicentenario dell’Arma dei Carabinieri”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome