Home ATTUALITÀ Prima Porta, Simonelli (NCD): “Giampaolo Borghi dimenticato dalle istituzioni locali”

Prima Porta, Simonelli (NCD): “Giampaolo Borghi dimenticato dalle istituzioni locali”

simonelli.jpg“Lo scorso 2 settembre ricorreva il 49 anniversario dalla tragica alluvione che colpì i quartieri di Labaro e Prima Porta nel lontano 1965, nella quale perse la vita il vigile del Fuoco Giampaolo Borghi, medaglia d’oro al Valor Civile.” Così ricorda Andrea Simonelli, responsabile del circolo NCD di Prima Porta.

“Molti luoghi di Prima Porta portano ancora il suo nome proprio a testimoniare il senso di riconoscenza del quartiere a quel giovane che, trascinato via dalle acque del fiume Cremera a Labaro, sacrificò la sua vita per portare soccorso alla cittadinanza.”

“Una nuova stele commemorativa, voluta sul finire degli anni novanta dall’allora Circoscrizione XX , venne realizzata sulla via Flaminia a ridosso della Stazione Ferroviaria di Labaro. Il giorno dell’inaugurazione della Stele presero parte alla cerimonia anche gli anziani genitori di Giampaolo Borghi e negli anni a seguire l’allora XX Circoscrizione si faceva promotrice con associazioni e scuole di una breve ma sentita cerimonia commemorativa con la deposizione di una corona.”

“Proprio quest’anno – incalza Simonelli – i due quartieri sono stati colpiti nuovamente da un’alluvione e sarebbe stato quanto mai opportuno che qualcuno si ricordasse di quel valoroso Vigile del Fuoco che, suo malgrado, ha legato per sempre la sua vita alla storia dei quartieri di Prima Porta e Labaro. Per questo mi sarei aspettato un gesto di attenzione da parte dell’istituzione locale rappresentata dal Municipio XV, nel giorno del 49 anniversario dalla scomparsa di Giampaolo Borghi.”

“Mantenere viva la memoria di persone ed eventi che hanno segnato la storia recente dei i nostri quartieri, dovrebbe rappresentare – conclude – una costante per ogni istituzione locale.”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome