Home ATTUALITÀ Mennea day, il 12 settembre appuntamento con il passato che non torna

Mennea day, il 12 settembre appuntamento con il passato che non torna

mennea.jpgVenerdì 12 settembre torna il “Mennea day”, la giornata, dedicata all’oro Olimpico di Mosca 1980, in cui tutti potranno correre i 200 metri come tributo del grande campione e dei valori che ha saputo interpretare.

A dodici mesi dalla partecipatissima prima edizione e nel trentacinquesimo anniversario del record del mondo dei 200 metri (19.72 a Città del Messico, il 12 settembre 1979) nelle diverse sedi sparse per la penisola tutti potranno cimentarsi nel mezzo giro di pista.

Non solo i tesserati Fidal, cui sono aperte anche le manifestazioni agonistiche, ma anche i semplici appassionati che vorranno correre, ognuno al proprio passo e alla propria maniera, la distanza che ha reso immortale la “Freccia del sud”.

L’evento è aperto a chiunque voglia provarci, con la quota simbolica di iscrizione di un euro destinata come sempre alla Fondazione Pietro Mennea onlus.

A Roma, dove l’anno scorso per rendergli omaggio arrivarono due campioni del passato come Tommie Smith e Alberto Juantorena, l’evento avrà di nuovo come scenario lo Stadio dei Marmi, ora intitolato proprio a Mennea.

Il prologo giovedì 11 settembre alle 9 nel salone d’onore del Coni dove si svolgerà il convegno: “Volere Volare Valori – atletica, ieri, oggi, domani”. Interverranno tra i tanti Livio Berruti, Eddy Ottoz, Abdon Pamich, Sara Simeoni, Roberto Frinolli, Stefano Baldini, Nicola Vizzoni e Fabrizio Donato.

Moremassi

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome