Home ATTUALITÀ Una notte nel super bunker del Monte Soratte

Una notte nel super bunker del Monte Soratte

bunker soratte

Sabato 30 agosto, a Sant’Oreste, dalle 17.30 alle 22.30, con visite guidate con partenza ogni 30 minuti, l’Associazione Culturale “Bunker Soratte” organizza “Notte al Bunker”, un evento straordinario per conoscere e toccare con mano un’importantissima pagina di storia del ‘900, dal Fascismo alla Seconda Guerra Mondiale, dalla Guerra Fredda ai giorni nostri, all’interno della più imponente opera ipogea di ingegneria militare d’Italia (oltre 4,5 km di gallerie scavate nelle viscere del Monte Soratte), che si trova a soli 35 km a nord da Roma.

La storia del sito in breve

voluta da Benito Mussolini, quella che ad oggi è la più imponente opera ipogea di ingegneria militare d’Italia (oltre 4,5 km di gallerie scavate nelle viscere del Monte Soratte), costituiva un segreto rifugio antiaereo per le più alte cariche del Regio Esercito.

Durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale (1943-1944), poi, il sito ospitò il Supremo Comando del Sud (Oberkommando der Wehrmacht), il quartier generale nazista dal quale il Feldmaresciallo Albert Kesselring dirigeva tutte le operazioni belliche del fronte tedesco per quanto riguarda l’Europa meridionale.

Nel 1967, infine, nel corso della Guerra Fredda, un tratto della fortezza sotterranea venne convertito, sotto l’egida della N.A.T.O., in bunker antiatomico per la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Come prenotare

(è caldamente consigliato farlo): o tramite il recapito telefonico associativo 380-3838102, o tramite e-mail all’indirizzo bunkersoratte@gmail.com o tramite il form predisposto sul sito www.bunkersoratte.it.

Informazioni generali

la durata media di ogni visita guidata è di circa 2 ore e la quota d’ingresso è di 7 euro (riduzione a 4,00 per bambini dai 6 ai 12 anni e per gli over 75); il paese di Sant’Oreste dista solo 35 km da Roma ed è facilmente raggiungibile tramite la Via Flaminia o attraverso l’A1 (uscita “Ponzano Romano-Soratte”).

Il percorsoall’interno del bunker è illuminato, non presenta alcuna difficoltà, poiché interamente pianeggiante, ma si consigliano scarpe comode ed un indumento un po’ più pesante, in quanto la temperatura interna si aggira sui 15°C.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome