Home ARTE E CULTURA Un libro per l’estate: oggi proponiamo Simenon, un esordio brillante e un...

Un libro per l’estate: oggi proponiamo Simenon, un esordio brillante e un noir islandese

cibo per la mente 4

“Nella lettura c’è qualcosa d’irrazionale. Prima ancora d’aver letto, s’indovina subito se un libro ci piacerà o no. Si fiuta, si annusa il volume, ci si domanda se vale la pena passare del tempo in sua compagnia”, scrive Guenassia. E, se il vostro fiuto ha bisogno di un po’ d’aiuto, ci pensiamo noi di VCB a darvi qualche consiglio.

Oggi vi proponiamo un piccolo gioiello firmato da Georges Simenon, il brillante romanzo d’esordio di Kevin Wilson e un eccellente noir islandese in bilico fra presente e passato. Buona lettura e alla prossima, e se vi siete persi gli appuntamenti precedenti potete cliccare qui.

Georges Simenon, Faubourg (Adelphi, 136 pagine, € 16,00)

Nessuno come Simenon riesce a restituire gli odori e i rumori – l’anima profonda – di una città di provincia, nessuno come lui è capace di rappresentare le inquietudini, le fau.jpgombre e le sfumature dell’animo umano.

Piccoli particolari, dettagli minuti, frasi smozzicate, pensieri confusi o discordanti: l’autore cesella, pennella e scolpisce, e, eliminando il superfluo dalla narrazione, ci apre le porte delle abitazioni e dei cuori, dove la luce è perennemente minacciata dall’oscurità, svilita e smorzata dalle convenzioni – sociali, piccolo-borghesi – e anche dalla loro assenza, un vuoto che, lungi dal rappresentare una conquista, al contrario disorienta e atterrisce.

Un gioiello di 136 pagine.

Kevin Wilson, La Famiglia Fang (Fazi, 397 pagine, € 18,00)

“Un esordio strabiliante”: quante volte abbiamo letto sulle fascette dei libri sentenze di questo genere, commenti laconici e definitivi che vogliono invogliare il lettore ma che, al contrario, lo rendono (giustamente, aggiungiamo noi) diffidente?

fang.jpgTuttavia, in questo caso, la fascetta non c’è ma il primo romanzo di Kevin Wilson se la meriterebbe tutta (e meno male che non ce l’hanno piazzata!).

Questo libro – ironico, brillante, scorretto e sorprendente – esplora con originalità i rapporti complicati che intercorrono fra due figli e i loro genitori, decisamente atipici e tragi-comicamente disfunzionali.

Caleb e Camilla Fang sono completamente votati all’arte e mettono in scena performances del tutto singolari, alle quali partecipano fin da piccolissimi – più nolenti che volenti – i loro due figli, Annie e Buster, che vengono chiamati semplicemente A e B…

Arnaldur Indridason, La Signora in Verde (TEA, 270 pagine, € 9,00)

verde.jpgDimenticatevi i geyser, scordatevi la natura incontaminata: l’Islanda che Indridason racconta nei suoi romanzi non è un paesaggio da cartolina che mozza il fiato, ma una sconcertante scenografia che nasconde l’anima oscura dei suoi abitanti.

Secondo romanzo dedicato alle indagini dell’agente Erlendur Sveinsson, almeno considerando quelli che sono usciti in Italia (in realtà, sarebbe il quarto), questo libro presenta un meccanismo narrativo ingegnoso che, alternando presente e passato, svela misteri e segreti occultati dal tempo.

Una macabra scoperta, la polizia che collabora con un gruppo di archeologi, le tracce che sembrano ricondurre ad un tempo lontano: ci guardiamo bene dal rivelarvi altri particolari di questo noir eccellente!

Giovanni Berti

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome