Home ATTUALITÀ A Viterbo per… parlare con gli Etruschi

A Viterbo per… parlare con gli Etruschi

etruschi
Roma Nord: I Quartieri Emergenti e Le Opportunità da Non Perdere

Continua il viaggio estivo nella cultura del capoluogo laziale e dei suoi dintorni: stavolta la passeggiata racconto si snoderà per strade vicoli piazze del centro della città da piazza Luigi Concetti a piazza della Morte. C’è voglia di colloquiare amabilmente con popoli che hanno fatto della nostra regione.

“L’uomo che parlava con gli Etruschi”, questo il titolo della nuova passeggiata-racconto di Antonello Ricci in collaborazione con “Tesori d’Etruria-Viterbo sotterranea”, con la partecipazione di Pietro Benedetti.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Per la cronaca si tratta di un’imperdibile racconto itinerante che si snoderà per strade vicoli piazze del centro della città da piazza Luigi Concetti a piazza della Morte con quota di partecipazione fissata a dieci euro. L’appuntamento è fissato venerdì 18 luglio alle 21 e 30 davanti alle Scuole Rosse di piazza Luigi Concetti, la passeggiata si concluderà con una degustazione di prodotti tipici nei locali di Viterbo Sotterranea (piazza della Morte).

Tra metà anni Sessanta e metà Settanta del secolo scorso ebbe il suo quarto d’ora di celebrità, assurse agli onori della cronaca: interviste su rotocalchi da barbiere; servizi televisivi domenicali (memorabile Fulvio Stinchelli che lo porta in scena su Tg-l’Una, mentre riaffiora alla luce da una delle sue grotte); editori a grande tiratura che strizzavano un occhio alla moda del perispiritico e del paranormale (da Sugarco a Longanesi, mica chiacchiere).

Eh sì, proprio come Don Chisciotte, Mario Signorelli doveva aver letto molto davvero. Tanti (troppi) libri. Ma senza digerirli: lesse e lesse fino a dar di matto, col risultato di scambiare otri di vino e mulini a vento per mostri feroci e minacciosissimi giganti. E si mise a parlare con gli Etruschi.

Ovvio, anche per questa nuova iniziativa si consiglia la prenotazione allo 0761.220851.

Moremassi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome