Home ATTUALITÀ Damon Albarn all’Auditorium

Damon Albarn all’Auditorium

damon.jpgL’avevamo lasciato un anno fa sul palco assieme ai Blur a ripercorrere le tappe di una carriera scintillante che ha segnato indelebilmente il rock inglese degli anni novanta, lo ritroviamo adesso nelle vesti di solista a presentarci il suo nuovo lavoro, Everyday Robots, uscito lo scorso aprile.

Lui è Damon Albarn, eclettico musicista britannico ed ex-leader dei Blur, una delle band britanniche più amate di sempre, fenomeno di costume prima ancora che musicale.
L’appuntamento, attesissimo, è per martedì 15 luglio (ore 21) alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica.

Damon Albarn non è mai stato tipo da starsene con le mani in mano, e anche se la sua band si è sciolta di fatto nel 1999 lui ha sempre continuato a fare ricerca musicale esplorando mondi diversi a caccia di stimoli sempre nuovi.

Così si spiegano progetti nati quasi per caso come Gorillaz, Mali Music e The Good The Bad and The Queen, cui il nostro ha partecipato nei panni di leader e principale compositore senza mai peraltro arrogarsi il ruolo di comandante unico.

Con Everyday Robots, però, Albarn si è messo a nudo in prima persona, senza sigle né band virtuali a celarne la vena compositiva.

Un disco raffinato, maturo, introspettivo, che mostra appieno le abnormi qualità di scrittura di una delle “penne” musicali più brillanti degli ultimi vent’anni, un lavoro dove pop, rock, soul ed elettronica si fondono alla perfezione in una miscela suadente e malinconica.

Lo show dal vivo si annuncia anch’esso pieno di sorprese, e oltre ai pezzi nuovi non mancheranno incursioni nel passato più o meno recente dell’artista inglese, dai brani dei Gorillaz a quelli della band con cui raggiunse la fama planetaria oramai vent’anni fa.

Valerio Di Marco

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome