Home ATTUALITÀ Premio Corto XV Piero Vivarelli, the winner is…

Premio Corto XV Piero Vivarelli, the winner is…

corto240.jpgIn una serata d’estate romana, tra piscine, sale fitness e campi da beach volley forse c’è chi è rimasto stupido di assistere venerdì 27 giugno alla premiazione di alcuni cortometraggi. Mondofitness ha infatti ospitato la serata finale del premio “Corto XV Piero Vivarelli”. Ecco i vincitori.

L’iniziativa è nata undici anni fa, come ha ricordato Daniele Torquati, presidente del XV Municipio, su idea della precedente amministrazione. Originariamente era stato chiamato Corto XV, ma due anni fa si è voluto rendere omaggio a Piero Vivarelli dedicandogli l’iniziativa.

La serata è stata presentata da Marco Capretti, presentatore e comico romano. Collabora da tempo con il Municipio XV che non si è lasciato sfuggire l’opportunità di avere come presentatore un comico che ha ricevuto, proprio quest’anno, il premio solidarietà 2014 per il suo impegno nel sociale.

La prima a salire sul palco, Patrizia Rosso Vivarelli, moglie di Piero Vivarelli. Commossa e contenta, ha ringraziato il Municipio per aver voluto rendere omaggio a suo marito. Lo ha ricordato come un personaggio eclettico, innamorato della vita e dell’arte.

Tanti i premi e i vincitori, premiati da una signora giuria. Pino Quartullo, attore, regista e sceneggiatore, Pino Pinori, direttore della fotografia e Pupi Avati, regista. Quest’ultimo però non ha potuto partecipare all’evento.

Solo quattordici cortometraggi tra gli ottantadue inviati sono stati ammessi al concorso. Dieci per la sezione ” Cortolibero” e quattro per la sezione “Cortoragazzi”.
In palio 400 euro, un bel premio di questi tempi dove anche solo per investire in un nuovo cortometraggio, le risorse sono sempre scarse.

Il primo premio per la categoria CortoRagazzi, è andato a ” Faccia a faccia” per aver raccontato una storia coinvolgente e molto sentita dai ragazzi.

Edward, 11 anni, ha vinto il premio come migliore attore; di buon auspicio per il piccolo che ha confermato sul palco di voler fare l’attore da grande.

Il premio migliore attrice è andato invece a Lorenza Indovina che non presente all’evento ha mandato un video clip; onorata di ricevere questo premio, ha ringraziato la giuria con un divertente video messaggio.

Il premio miglior fotografia è andato a Salvo Lucchese, premiato da Pino Pinori. Di grande enfasi il commento di Pinori sulla premiazione; ha sottolineato l’importanza di questi eventi perché ci danno memoria, ci ricordano la bellezza del cinema, dà forza ai ragazzi che con entusiasmo si cimentano in questa arte che è il cinema.

La migliore sceneggiatura è stata quella di Alberto Vasquèz per il corto “Democracia

Il primo premio per la categoria “Cortolibero” è andato invece a ” Voice Over“, premiato per l’ottima regia e scrittura.

Una menzione speciale è stata fatta a “Malatedda” per le minuziose inquadrature.

E’ stata poi la volta del premio del “Teatro Patologico”, una scuola di formazione teatrale per persone con problemi psichici. A premiare è salito sul palco Salvatore.
Simpatico e frizzante, Salvatore ha premiato il cortometraggio “Matilde“, giudicato dalla giuria del teatro patologico, miglior corto.

Infine è stato dato un ulteriore premio al corto ” Faccia a faccia”, risultato il migliore dalla votazione del pubblico su internet.

Prima di far vedere i cortometraggi vincitori, Daniele Torquati ha voluto concludere la serata ringraziando tutti i partecipanti.
“Finalmente si parla di cultura, è estremamente necessario rilanciare l’offerta culturale del territorio” ha dichiarato salutando, assieme all’assessore alla cultura del XV Municipio, Alessandro Cozza, tutti i presenti.

Valentina Ciaccio

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

 

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome