Home ATTUALITÀ Villaggio Olimpico, di nuovo emergenza prostituzione

Villaggio Olimpico, di nuovo emergenza prostituzione

prostituzione.jpg“Al Villaggio Olimpico è di nuovo emergenza prostituzione”. L’allarme arriva da Francesco De Salazar, consigliere Forza Italia del II Municipio. “Ogni sera, fino a notte, molti travestiti si appostano nelle strade in attesa di clienti per consumare atti sessuali nei piloty dei palazzi e dietro le siepi, proprio sotto le abitazioni”.

Le strade più coinvolte sono via Perù, via Uruguay, viale degli Olimpionici e via Egitto.

“Non è ammissibile che a pochi metri dall’Auditorium, sia permesso uno scempio del genere per lo più incontrastato dalle istituzioni” esclama De Salazar ricordando che “venti anni fa cittadini e istituzioni fecero fronte comune e debellarono la prostituzione, ma purtroppo il fenomeno da diverso tempo e’ tornato incontrollabile”.

“Per questo motivo ritengo necessario – conclude il consigliere – che il Campidoglio emetta dei provvedimenti per favorire lo spostamento della prostituzione lontano dai centri, sia attraverso una task force con le forze dell’ordine sia chiudendo al traffico veicolare le piccole vie di accesso al Villaggio Olimpico”.

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. Che male fanno le prostitute maggiorenni e consenzienti ed i loro clienti sulle strade, se non compiono intralcio al traffico, sporcizia e/o atti osceni sotto la vista pubblica? Basta con questa assurda “Meretriciofobia”.

  2. @ Francostars, dato che per lei non ci sono problemi , perché non dice dove abita , così le prostitute e i trans possono trasferirsi davanti casa sua… alla faccia dei “meretriciofobi”…..

  3. Quelle donne stano su quella strada, non perché lo vogliono, non perché sono costrette… ma perché questa società è uno schifo, e nessuno non vuole assumere donne trans per lavorare come delle persone normali! Quindi questo è l’unico lavoro che possono fare, quindi non cercate di farle sembrare delle delinquenti, perché la nostra società è piena di discriminazione nei loro confronti

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome