Home ATTUALITÀ Allerta meteo Roma, Torquati: “Aperta unità di crisi in XV Municipio”

Allerta meteo Roma, Torquati: “Aperta unità di crisi in XV Municipio”

torquati240c.jpgIl diluvio di ieri che ha messo in ginocchio la capitale, soprattutto la zona sud, il violento temporale all’alba di questa mattina, continua l’ondata di maltempo su Roma stando all’allerta meteo per le prossime 36 ore. In XV Municipio, in via precauzionale, è stata aperta un’unità di crisi. Ne dà notizia il presidente Daniele Torquati.

“Questa mattina – fa sapere in una nota – siamo stati avvertiti dalla Protezione Civile di Roma Capitale che si prevedono per le prossime 24-36 ore, sulla nostra regione, precipitazioni diffuse a prevalente carattere di rovescio o temporale con possibili grandinate e forti raffiche di vento. Abbiamo perciò deciso, per precauzione, di aprire l’unità di crisi municipale che è possibile contattare per richieste di intervento al numero 0667697302 oppure 0667697320.”

“Non vogliamo creare nessun tipo di allarmismo – sottolinea Torquati – e possiamo tranquillizzare la cittadinanza poiché tutto è nella normalità e sotto controllo, ma si tratta solamente di una misura per poter gestire al meglio la situazione e fornire un supporto reale e concreto. Ricordo infine – conclude – che per informazioni e richieste di interventi è possibile contattare h24 il numero 0667109200 della Sala Operativa dell’Ufficio della Protezione Civile o il numero verde 800854854”.

Visita la nostra pagina di Facebook

22 COMMENTI

  1. Sarò pure “distruttivo” ma basta leggere i giornali e fare poi un giro per Roma Nord per capire qual’è l’eredità che ci hanno lasciato personaggi come Rutelli, Veltroni, Alemanno…strade che sprofondano, cavalcavia sommersi dall’acqua, GRA allagato(come se invece di una Autostrada fosse una strada di campagna), allagato anche il Viadotto di Corso Francia, Via Pareto, Via Valgardena………Altro che colpa delle “bombe d’acqua” (il CNR parla invece di “perturbazioni intense”)…..potrà salvarci sub-Marino? temo proprio di no….

  2. Fortunatamente il Municipio XV ha comunicato in tempi utili sul proprio sito istituzionale, l’attivazione dell’unità di crisi con tutti i riferimenti utili alla cittadinanza per eventuali segnalazioni e richieste d’intervento. Evidentemente l’esperienza insegna, se è vero, come è vero, che in occasione della grave alluvione dello scorso 31 Gennaio a Prima Porta e zone limitrofe il Presidente Torquati ha atteso cinque giorni per comunicare l’attivazione dell’unità di crisi.

  3. Incrociamo le dita. “Tutto è sotto controllo” del presidente Torquati mi ricorda tanto il “we are in control” del mitico Mohammed Saeed Al Sahaf, meglio noto come Alì il Comico, ministro della comunicazione di Saddam Hussein ai tempi della seconda guerra del golfo.
    Ve le ricordate, quando dalla terrazza del Palestine hotel di Bagdad, intervistato dai cronisti di Sky TG 24, annunciava la disfatta degli yankee, nel mentre i primi tanks Abrams facevano il loro ingresso nella sottostante piazza della moschea Mustansiriya ? e i giornalisti in studio che avevano le immagini in presa diretta
    come lo consigliassero ad affacciarsi per osservare l’apparire delle bocche da fuoco dei tanks ?
    Sappiamo tutti come è finita. Toccate ferro o altro……..se preferite.

  4. Gentile Ghino, l’unità di crisi il 31 Gennaio è stata aperta un’ora dopo l’arrivo del Fax della Protezione Civile e il piano di evacuazione per Prima Porta inviato contestualmente, nonostante non fosse in Municipio perchè mai rivisto dal 2011 ad oggi.
    Troverà conferma all’interno dell’ordine del Giorno della maggioranza approvato durante il Conisglio straordinario dell’11 Febbraio 2014.
    http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW586705&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Presidente Municipio Roma XV
    daniele.torquati@comune.roma.it
    http://www.danieletorquati.it

  5. Ricordo bene le offese, gli improperi ed insulti , le battute e le derisioni contro l’amministrazione di destra su questo blog, e mi chiedo dov’è finita tutta quella gente che si lamentava ogni qualvolta Giove Pluvio si presentava in città …. Sarà la stessa gente che si è dimenticata che ad agosto 2013 l’amministrazione attuale ha approntato un piano per la pulizia dei tombini : il tweet trionfante del sindaco Marino recitava “Pronto il progetto di vera pulizia dei tombini. Lavoriamo perché un acquazzone non metta in ginocchio la città”. Nel frattempo sappiamo tutti cos’è accaduto il 31 gennaio scorso e quella tragedia non ha insegnato nulla ai “cari ” amministratori ,ed adesso sta riaccadendo di nuovo… ma nessuno qui si lamenta, chissà perché….
    p.s. : e qualche amministratore ha ancora la faccia tosta di dire che sono tutte cose ereditate da altri…

  6. PAOLO MASINI -P.D.- ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI DELLA GIUNTA MARINO (quello che gestisce i lavori delle frane a Roma Nord, per capirci…) 8 NOVEMBRE 2010
    “….Quello che sta accadendo oggi (NOVEMBRE 2010) nelle strade della Capitale è davvero vergognoso. E’ bastato un normale temporale invernale per mettere in tilt la mobilità cittadina”. E attacca: “Con Alemanno Roma è impreparata a tutto, anche a un po’ di pioggia. Il sindaco prima di tutto dovrebbe chiedere scusa ai romani e poi spiegare quali strumenti operativi vuole mettere in campo per evitare ai nostri concittadini di passare l’inverno chiusi nelle auto bloccate nel traffico”.
    GRADITI COMMENTI…

  7. No io non me li ricordo affatto tutti questi improperi e insulti e neanche le offese: se vuole essere credibile le dispiace riportarne qui almeno una dozzina di testi e relativi autori ? E se anche fosse, fanno il paio con le offese, gli insulti e gli improperi che lei e i suoi sodali lanciate quasi ogni giorno contro Torquati e Marino, vuole che glieli vada a ripescare io i suoi o se li ricorda da solo ?
    Il bello è che lei scrive un commento nel quale dice “nessuno qui si lamenta” mentre è circondato da commenti che danno addosso ai due suddetti ! Coerenza: sa dov’è di casa?

  8. Signor Presidente,
    Lei mi risponde sui tempi di aperura dell’unità di crisi dopo l’alluvione di Gennaio, mentre io facevo notare il ritardo con il quale il Municipio aveva dato comunicazione dell’esistenza di tale struttura e relativi numeri utili ai cittadini sul proprio sito istituzionale. Sono due aspetti connessi ma distinti.
    Cordiali saluti

  9. @ Daniela: P.Masini meno di 2 anni fa, ha detto “….Alemanno chieda scusa ai romani perché Roma è bloccata dalla pioggia…”
    Per caso ha letto, oggi, scuse da parte sua, del Sindaco Marino o di altri….????

  10. @ Daniela, lei deve essere molto giovane o forse frequenta questo blog da poco tempo… Durante l’amministrazione di destra il sindaco Alemanno fu il vostro zimbello, mentre a lei che parla di coerenza, vorrei ricordare che in quel quinquennio lei e tutti i sinistri avreste fatto meglio a stare zitti, perché Alemanno e la sua amministrazione hanno salvato Roma dal default, e con questo non dico che non abbia fatto errori, ma di sicuro ha chiuso la voragine di buffi fatti dai vostri politici. L’unico grosso errore che ha fatto è di non aver fatto capire bene ai romani tutto questo.
    Vada a rivedere cosa ho scritto su Marino e Torquati e non troverà un’offesa personale, lei confonde la critica politica con le offese personali, mentre per Alemanno specialmente nei giorni delle nevicate scrissero di tutto a livello personale e familiare. Risponda invece sul piano approntato nell’agosto scorso per la pulitura dei tombini, che fine ha fatto??? considerando poi che i famosi Elephant (automezzi per la pulitura di caditoie e tombini) sono stati acquistati dall’amministrazione Alemanno. Fareste meglio a stare zitti.

  11. Volendo essere obiettivi, quando ci sono nubrifragi roma va in tilt, ma a dire il vero va in tilt anche per molto meno: vi ricordate la promozione Trony ?!

    E’ chiaro che la buona gestione dell’emergenza è importante e doverosa , ma non la sostanza cambia poco, i disagi ci sono perchè tutta Italia e Roma compresa soffre di una serie problematiche idrogeologiche, idrauliche, etc… che si aggiungono al traffico pesante che è ormai fisiologico a Roma.

    Quindi adesso non dobbiamo fare l’applauso a Torquati per il suo tempismo, che rientra nei compiti ordinari, nè dobbiamo fare un caso di stato ad Alemanno perchè sulla “pluviometria” non era ferratissimo.

    Ma ahimè i danni di Alemanno, sono tanto peggiori quanto ben celati e sottotraccia, e hanno fatto molto più male dei nubifragi.
    questo è un articolo che non va commentato, nè nel bene nè nel male, ne va solo preso atto.

  12. Valentina non smetti mai di stupire: i disagi ci sono perche’ Roma soffre di problematiche idrogeologiche? Ma che stai a di? Perfino gli antichi romani avevano una gestione piu’ accorta di quella che abbiamo avuto negli ultimi 30 anni. Invece di spararle grosse vatti a leggere i dati dell’ISPRA e quelli sul dissesto idrogeologico di Roma e Lazio.
    Quanto all’articolo che non va commentato e’ bene tenere presente che dal momento che non esiste un piano di PC del municipio (come confermato dall’ex consigliere Tolli) l’unita’ di crisi e’ probabilmente solo uno che risponde al telefono. Tant’e che i numeri forniti per eventuali richieste sono quelli della Sala Operativa della PC del Comune.

  13. @ Ferri: gentilmente, tenga per se la sua accondiscendenza e rivolga al suo specchio l’invito a stare zitta, non vedo perchè io non dovrei parlare mentre lei straparla spesso e su tutto. Frequento VCB da anni e ogni tanto mi sono già scontrata con lei ma ovviamente gli uomini superiori dimenticano facilmente quando sono le donne a prenderli in castagna. Vedo che come al solito risponde alle domande con altre domande, bella tattica per sfuggire alle risposte. Allora, queste offese, insulti e improperi a Alemanno, ce ne vuole ricordare un po’ citando gli autori ? O quelle erano offese mentre le sue “garbate” parole sono solo critiche politiche ?

    @ Strix: legga bene caro Strix, per primi sono indicati i numeri dell’unità di crisi del municipio.

  14. Strix con una laurea in ing. idraulica con il max dei voti forse qualche nozione di idrogeologia e idraulica ce l’ho….

    il dissesto idrogeologico, che a varia entità colpisce tutta Italia e anche Roma, soggetta in particolare ad allagamenti a causa dell’edilizia sfrenata, fa si che un normale temporale (perchè non stiamo parlando di uragani) paralizzi una città, già semi-paralizzata per conto suo. Mi sembra un concetto elementare che non può che trovare d’accordo tutti. Non capisco cosa la stupisce…..

  15. – brava Valentina e’ proprio questo che volevo sentire: “a causa dell’edilizia sfrenata”! E chi l’ha “sfrenata” se non i Sindaci Dc e Pci che si sono alternati alla guida della citta’? (Alemanno e’ stato eletto nel 2008 , primo sindaco di dx);
    – Daniela certo che li ho letti i primi numeri ma come ho scritto sono quelli a cui probabilmente risponde un telefonista che non puo’ fare molto dal momento che non esiste un Piano PC (puo allertare i vigili o il gruppo di Cesano)

  16. Valentina F., avrá anche una laurea in ingegneria idraulica col massimo dei voti, ma non ce l’ha certamente in dialettica politica. Era solo quello che aspettava Strix …
    Lei ha appena ripetuto le parole dell’imbarazzante Marino a Prima Porta dopo l’allagamento. Lui disse “edilizia spontanea”.
    Poi arrivò il segretario del PDCI di Labaro, lo prese per l’orecchio e lo portò via.
    Ma … Una donna non si toccherebbe nemmeno con un fiore … 😉
    G.Mori

  17. G.Mori,
    capisco che va di moda fare i comici in politica o fare politica da comici, ma lei, che avrà sicuramente piu’ competenza di me nella dialettica politica, non va al di là delle battute sarcastiche sui suoi avversari politici, cosa che francamente è accettabile nei discorsi da bar del comune cittadino ma meno da chi ha un ruolo politico.

    L’edilizia sfrenata o spontanea (ovvero abusiva) è stata il frutto di un lungo compromesso tra amministrazione e costruttori, amminisrazioni di centro- destra (legate anche da amicizie e parentele , vedasi Caltagirone/UDC) e di anche di sinistra, che non sono stati in grado di programmare e amministrare con occhi volti oltre gli anni del proprio mandato, con onestà, coraggio e trasparenza.
    Poichè la politica a livello municipale è molto influenzata dalla “persona” del Sindaco (ed è per questo che elezioni amministrative e politiche spesso sono andate in direzioni diverse ed è anche per questo motivo che Comuni come Firenze hanno un altro volto), io sto vedendo, un Sindaco, che per le cose importanti, sta dando forti segnali di rottura anche mettendosi contro una parte del PD romano, perchè ha coraggio, determinazione ed onestà.
    Gli interventi strutturali in una città si fanno in anni….non i pochi mesi, ma se si guarda l’intenzione, la determinazione, e gli interessi che si pongono in primo piano, si vedrà che non sono quelli di sistemare amici e parenti, a suon di compensi, liquidazioni e bonus, non sono quelli di scendere a compromessi con i poteri forti , costruttori in primis, ma quelli di riprendere per i capelli una città in ginocchio, economicamente, amministrativamente e socialmente. E nelle precedenti amministrazioni ciò non si è MAI visto.
    Solo le persone intelligenti capiscono che occorre a tutti livelli un segnale forte di rottura e accelerazione verso il cambiamento: vedi RENZI, e vedi PAPA FRANCESCO e anche MARINO, ciascun con il proprio ruolo e stile personale.

  18. @ Valentina F. dalla risposta all’avv. Mori si capisce che lei è una donna giovane che non conosce la storia amministrativa e politica della capitale, dovrebbe studiarla prima di dare giudizi sommari (la destra in città non ha mai fatto parte dei poteri forti,si rivolga ai suoi amici sinistri..). Il segnale forte di Marino quale sarebbe?? la chiusura dei Fori pe far chiudere tante attività??? continuate così…

  19. Twitter del Sindaco Marino del 27 agosto 2013 (un anno fa…) ” ..PRONTO IL PROGETTO DI VERA PULIZIA DEI TOMBINI. LAVORIAMO PERCHE’ UN ACQUAZZONE NON METTA IN GINOCCHIO LA CITTA’..”
    …Giustamente siccome i tombini se li sò fregati quasi tutti, nun se potevano pulì….

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome