Home ATTUALITÀ Caos sulla Flaminia, migliaia di auto in fila

Caos sulla Flaminia, migliaia di auto in fila

auto.jpgFlaminia nel caos a causa di restringimento della carreggiata in direzione Roma Centro dove, all’altezza dello svincolo Grottarossa, hanno preso il via nel pomeriggio di ieri dei lavori ACEA per il ripristino di una tubatura rotta. Le prime avvisaglie già ieri sera ma questa mattina il caos ha raggiunto l’apice.

Fin dalle prime ore del mattino la coda ha inizio da Prima Porta, il viadotto Giubileo 2000 è intasato dalle auto e il primo blocco lo si trova all’altezza del GRA dove le auto provenienti dalla Flaminia si incrociano con quelle che tentano di scendere dal Raccordo.

Da lì si snoda un lungo serpentone fino all’ingorgo all’altezza di via di Valle Vescovo dove le transenne posizionate su via Flaminia Nuova hanno causato il restringimento. Numerose le pattuglie del XV Gruppo di Polizia di Roma Capitale impegnate a fluidificare la circolazione.

Naturalmente, l’ingorgo sulla Flaminia ha creato ripercussioni in tutta la zona: lunghe file si registrano in via di Grottarossa, in viale Tor di Quinto, via Flaminia.

AGGIORNAMENTO h13: la normalità dovrebbe tornare entro le 16 di oggi: leggi qui

Visita la nostra pagina di Facebook

15 COMMENTI

  1. l’animaccia loro e di chi fa i lavori a cavolo, una buca di nemmeno un metro quadro da asfaltare, un vigile urbano buttato li a guardare la buca e TUTTO il quadrante nord FERMO. Commissariate il comune di roma ….non se ne può più cacciatelo a pedate!!!!!
    INCOMPETENTE

  2. Una vera indecenza….90 minuti dall’uscita Cassia-bis fino all’uscita stazione Saxa Rubra. Tutta la zona completamente immobilizzata dal traffico e senza che se ne conoscesse la ragione.
    Possibile che non si riesca ad organizzare niente in questo paese e che ogni disservizio regolarmente ricade sui cittadini?

  3. Concordo con pierfra… Commissariate Roma e cacciate a pedate Marino. Ormai Roma nord e’ nel caos da almeno 4 mesi. Ne vogliamo parlare dei lavori che impediscono lo sbocca da via Cassia a piazza Giochi Delfici? Ne vogliamo parlare del fatto che da Corso Francia( ormai sempre intasata) non si può’ prendere la tangenziale che passando dietro lo stadio poeta in zona Prati.? E’ tutto un caos

  4. Sui giornali principali e ahimé anche su questo blog non è riportata quella che dovrebbe essere la notizia più importante, ovvero i tempi di chiusura dei lavori (oggi stesso? Domani ? Fra qualche giorno ?).

  5. non si tratta di una buca ma di una tubatura rotta….il che presuppone tutt’altra tempistica e e tutt’altra lavorazione che dipende da ACEA e non dal Comune

    quando si rompe una tubatura grossa, non si può fare altrimenti…si deve transennare e riparare immediatamente.

    il mio suggerimento è diffondere meglio i messaggi con i cartelli elettronici sul raccordo in modo tale che sia data la possibilità di cambiare strada…

  6. Una precisazione: la buca, anzi la perdita d’acqua c’è da SABATO SERA !!!!
    Sono passato di lì verso le 21.30 e già c’erano i lavori e le transenne semi-permanenti che restringevano ad una sola corsia la carreggiata!

    Sono quindi passati quasi 2 giorni ma a quanto leggo non è stato predisposto nulla per il lunedì mattina…

  7. Valentina F. per la precisione, sono passato oggi alle 8:20, la situazione era una buca fatta sull’asfalto probabilmente per rintracciare la perdita, RICOPERTA, quindi è presumibile che la perdita fosse stata riparata, ma mancava la CLASSICA toppa di asfalto, lo ripeto non sarà sta più grande di un metroquadro, quindi chiusa una corsia intera, e lo ripeto a custodia dei lavori (già eseguiti) c’era uno sconsolato vigile che forse era li non tanto per i lavori ma per via di un motociclista che era caduto a causa delle transenne messe per i lavori.

  8. A Rosanna che è persona intelligente e onesta culturalmente si potrebbe rispondere con un altro detto (non stupido) da destinarsi alla sinistra romana:
    Chi semina vento, raccoglie tempesta…
    In realtà quello che indigna la coscienza diffusa dei romani, e lo si legge in alcune rabbiose reazioni qui sopra e non solo, è vedere una città alla paralisi tutti i giorni della settimana, che venerdì è stata teatro della prima grande manifestazione di dipendenti comunali (tutte le categorie nessuna esclusa) contro il Sindaco in carica, quello stesso Sindaco Marino che la mattina del sabato invece, a braccetto col Presidente del Municipio, se la ride beato in prima fila al Gay Pride.
    Quella foto è un’offesa verso la città e verso tutti i romani che non hanno niente da ridere oggi.
    Si torni a lavorare, in silenzio e a testa bassa, ma solo per Roma, e non per le operazioni di facciata. (pedonalizzazioni, registri, etc.)
    G.Mori

  9. @Mori, il vento lo ha seminato per cinque anni l’amministrazione Alemanno. Non sarà facile recuperare i danni organizzattivi di una amministrazione fallimentare che ha favorito il clientelismo e la incompetenza nelle diverse agenzie municipali. Rassegnatevi per qualche anno a una cultura di governo diversa. Alle prossime elezioni si tireranno le conclusioni.

    Capisco che voi avete una diversa visone per i diritti delle persone e che preferiate
    “quelli che nel dubbio mena”, “quelli che propongono ai giovani di picchiare con le cinghie nel rito della cinghiamattanza che si fa tra camerati. A ognuno il suo stile.

  10. che brutta uscita Pira…
    Non c’è stile DEM che tenga … La vera natura prima o poi esce fuori …
    Non merita nemmeno risposta.
    Siamo ridotti al “voi fascisti picchiatori” … Non me lo aspettavo proprio da Lei …
    Questa è politica che ormai si può gridare solo sul lungomare di Ardenza a Livorno …

    … MA ANCHE NO … 😀 😀 😀

    G.M.

  11. Peccato Pira, questa volta il suo commento, e’ davvero banale; da una persona della sua cultura ci si aspetterebbe molto di piu’. Mi rendo conto che le la supponenza della sinistra mal tollera le critiche ma questa uscita su “quelli che nel dubbio mena” ma che c’azzecca? Mi verrebbe da usare le parole della Mussolini: “Meglio fascista che f…..”
    E non vi scandalizzate perche’ il grande Pasolini usava questa parola senza nessun imbarazzo.

  12. @Strix, appunto ognuno si sceglie il meglio che crede.

    @Mori, la sua strumentalizzazione di una manifestazione sui diritti civili non è di più alto livello…

    @ Erbaggi : grazie del prezioso consiglio lo mediterò con l’attenzione che merita.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome