Home ATTUALITÀ Cesano, prende a fucilate un ladro: arrestato 71enne

Cesano, prende a fucilate un ladro: arrestato 71enne

ladro240.jpgLo ha sorpreso mentre tentava di rubare all’interno della sua azienda agricola. Così l’uomo, un romano di 71 anni, gli ha sparato con un fucile calibro 12 e lo ha ferito. Il fatto è accaduto la scorsa notte, poco prima delle 24, in via di Prato Corazza, a Cesano. Ora è agli arresti domiciliari.

Sul posto sono subiti intervenuti i Carabinieri della stazione de La Storta che a seguito di perquisizione hanno trovato nell’azienda agricola una pistola 765 e nella macchina del figlio dell’imprenditore il fucile con cui sono stati esplosi i colpi. Il figlio è stato denunciato per detenzione d’arma, all’imprenditore sono contestati invece i reati di tentato omicidio e di porto abusivo d’arma da fuoco e ne sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Il ladro, un cittadino romeno 28enne senza fissa dimora e con diversi precedenti, è stato trasportato all’ospedale Sant’Andrea dove è ancora ricoverato in codice rosso ma non in pericolo di vita.  E’ stato denunciato per tentato furto.

Visita la nostra pagina di Facebook

20 COMMENTI

  1. Prendere il fucile, sparare mirando il ragazzo, che sembrerebbe non fosse armato, e quindi non essendo minacciata la propria vita, significa essere pronti lucidamente ad ammazzare una persona…Sono senza parole…

  2. Valentina……fosse vero!
    E se qualcuno entrasse di notte nella casa dove vivi
    con i tuoi figli?La difesa della propieta’ deve essere un diritto come negli USA!

  3. Il falso buonismo di certa gente da solo il voltastomaco… ma cerchiamo di dare i veri nomi : quel ragazzo è un delinquente con una lunga fedina penale.. Che il contadino abbia usato la mano pesante ci può stare e ne pagherà le conseguenze di legge, ma vorrei vedere la faccia di tutti quelli che ora sono allibiti da questa notizia allorché qualche malintenzionato si introduca furtivamente di notte mentre state dormendo… così conoscerete LA PAURA VERA…

  4. Ma basta con questo buonismo… La verità e’ che ormai non siamo più al sicuro nemmeno in casa nostra!
    Lo stato dovrebbe tutelare i invece se ne frega. Tra un mese il ladro e’ fuori pronto a ricominciare a rubare altrove magari devastando tutto, come han fatto più volte in casa mia, portandosi via tutto, compresi i ricordi di una vita, quegli oggetti che valgono due soldi ma che per te hanno un valore affettivo senza prezzo. Magari sventrandoti i divani, i letti, spaccando le vetrine e devastando tutto…
    E quando rientri vedi tutta la tua vita cancellata, violentata in pochi attimi.
    Oppure, se hai un bambino in casa, al mattino rischi di trovarlo in arresto respiratorio a causa del gas inalato durante la rapina, quello che questi ladri, non di fanno scrupoli ad usare per addormentarti…
    Oppure trovare i tuoi cani, compagni di vita che nell’ultimo gesto di amore nei tuoi confronti hanno tentato di difendere la proprietà o il suo padrone…è che vengono uccisi senza pietà alcuna, a volte sgozzati, a volte avvelenati!
    E poi i danni e i soldi che devi spendere per ripristinare il tutto!
    Sono io che non ho parole per tutto ciò e per le persone che ancora difendono certi atti e per le istituzioni che permettono tutto ciò!

  5. Mi dispiace dirlo, Valentina, ma concordo con tutti i commenti qui sotto. Quando ti entrano in casa non si fanno scrupoli a ucciderti il cane, rischiare di uccidere i bambini piccoli etc. Non solo, una persona derubata potrà anche esser viva ma magari non avere un soldo per rimediare al danno, quindi è molto di piu di un furto. Mi dispiace, il contadino poteva sparare in alto (e non avrebbero mai preso il ladro, che ci avrebbe riprovato). Io ultimamente comincio a pensare che il diritto alla difesa della proprietà debba esser valido. Altrimenti i ladri continueranno a non pagare conseguenze delle loro azioni.

  6. se ho letto bene l’articolo non si tratta di un ladro che ti entra in casa nella notte….si tratta di un ladto che sta rubando in un’azienda agricola.se qualcuno stesse rubando l’olio nelle vostre cantine….scendete in.cantina perchè sentite rumore ..prendete un fucile e gli sparate??????qui non si tratta di un ladro che armato ti entra a casa con il reale intento di farti del male per derubarti….certamente il ladro va punito ma non ammazzato.. se questo è buonismo il vostro mi sembra squadrismo!!!!

  7. Valentina, prima di fare la maestrina dovrebbe provare a trovarsi in una situazione simile, così vedremo se dopo la visita notturna a casa sua di qualche bravo ragazzo che per hobby si introduce nottetempo in cassa altrui, avrà gli stessi pensieri teorici.. a chiacchierare siamo bravi tutti.. poi lei ha nel suo presidente un fulgido esempio…

  8. Veramente il ragazzo Rumeno lavorava per l’anziano pastore e doveva prendere dei soldi e invece dei soldi gli ha puntato il fucile .. . il ragazzo ha le mani di uno che lavora duramente e non da ladro . . . Le informazioni sono sempre come vogliono i giornalisti ,mai un controllo sulla verità . . che terribile mondo quella dell’informazionesuperficiale!

  9. @ Elena R, il suo è un atto d’accusa verso la redazione che penso abbia controllato la notizia prima di darla, poi c’è una denuncia da parte delle forze dell’ordine,quindi penso che sia fondata. Che poi ci siamo ragazzi e ragazze rumene che lavorano da noi duramente, questo è vero, com’è altrettanto vero che ce ne sono tanti altri che vengono in Italia a delinquere, ben consci che la giustizia italiana è benevola verso i malavitosi, questa è purtroppo la realtà in cui viviamo.

  10. Sara’ la magistratura a fare luce sull’episodio e non il piagnisteo di qualcuno. Se poi difendere la propria casa o la famiglia e’ squadrismo allora viva lo “squadrismo”!

  11. aridaje…con se venissero a casa mia di notte …
    non si tratta di una banda armata entrata a casa di qualcuno per derubarlo…..si tratta (leggendo l’articolo e non sapendo altro) di un ladro che cercava di rubare non in casa ma in un’azienda agricola@nico ferri: le sembra la stessa cosa????? non mi sembra proprio la fattispecie di una leggittima difesa!!!!detenere illegalmente un fucile e sparare ad altezzam uomo sorprendendo un ladro NON piombato in casa propria ma nel proprio “negozio” mi sembra giustizia fai da te….manco eccesso di difesa!

  12. @ Valentina F. ma lei dove vive??? ma non sa che per azienda agricola s’intende l’abitazione del contadino?? secondo lei dove abita quel contadino, in città??? si è svegliato nella notte ed ha deciso di agire illegalmente, ed ora ne passerà le conseguenze,ma non cerchiamo di coprire un delinquente… p.s. : ora capisco come fa la sinistra a vincere le elezioni….

  13. Quando si parla di cose serie bisogna documentarsi e non spararle grosse..! La “leggittima difesa” secondo il CP si configura quando la vita dell soggetto e’ in pericolo; la legge purtroppo non tiene conto di quella che puo’ essere la sensazione di paura che prova chi e’ sottoposto ad una violenza.Il gioielliere che uccise il calciatore Rececconi (entro’ in una gioielleria dicendo per scherzo “questa e’ una rapina”). Il gioielliere fu prosciolto dall’accusa di omicidio. Qusnto alle armi da fuoco qualsiasi cittadino puo’ detenere un arma lunga o corta per la “difesa abitativa”. Le migliaia di rapine in villa con tanti innocenti uccisi in maniera brutale dpongonp a preferire “un brutto processo a un bel funerale”!

  14. Questo paese sta affondando proprio per colpa di persone che giustificano e difendono certe situazioni e determinate persone.
    Finché queste non proveranno sulla loro pelle cosa significa subire violenza, anche quella psicologica, non potremo mai cambiare le cose.
    Inutile descrivere a questa gente cosa di prova e cosa significa essere picchiati da un “ladro disarmato”, che per rubarti il poco che ancora hai, ti prende a pugni in faccia e minaccia tuo figlio….però tutto senza un’arma! E questo giustifica la violenza in casa mia che, il domicilio che secondo la costituzione e’ inviolabile…
    E Tutto ciò lo permette la legge che non fa nulla per tutelarci nemmeno nelle nostre abitazioni…
    Ma che ne sanno certe persone della paura di rientrare a casa da sola lascerà tardi, dopo aver lavorato per ore, per portare a casa un salario da fame, e trovarsi nascosto in giardino o magari dentro casa un uomo disarmato che però ti molla quattro sberloni e ti costringe ed aprire casa per depredarti di quei pochi averi che ti son rimasti…
    Ma che ne sanno del fatto che perdi il lavoro perché non puoi più lavorare di sera in quando ogni volta che non ci sei ti devastano la casa…
    Ma smettetela di usare parole di cui non conoscete nemmeno il significato; se per squadrismo intendete una donna sola in casa, che per difendere il proprio figlio e se stessa, dalla violenza di una persona con precedenti penali, prende un coltello o una qualsiasi arma e ferisce o uccide il soggetto in questione,beh allora si, io sono squadrista!
    E questa non è’ cronaca riportata da un giornalista, ma fatti documentati da dnuncie che posso produrre quando tutti questi buonisti italiani vorranno.

  15. Non si tratta di “buonismo” ma di “ipocrisia”; la stessa che manifesta chi si dà pena, su questo blog, per i clandestini e poi al semaforo li manda “a f……o”!
    Siamo il paese in Europa con il più alto numero di agenti di polizia (PS, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Polizia Penitenziaria, Polizia Regionale, Polizia Provinciale, Polizia Locale) ma furti e rapine sono in costante aumento grazie anche ad una giustizia lenta e ingiusta (la delinquenza romena si è trasferita in Italia sapendo di rischiare poco). Le vittime delle rapine in casa sono centinaia e hanno fatto tutte una brutta e tristissima fine (ammazzate di botte o soffocate con il nastro adesivo). Di fronte ad una simile situazione, in assenza di tutela, il cittadino ha tutto il diritto di potersi difendere anche con le armi dal momento che le norme in vigore consentono a qualsiasi persona adulta che non ha precedenti penali di richiedere il nulla osta all’acquisto e alla detenzione nella propria abitazione di un’arma del tipo e calibro consentito dalla legge.

  16. Valentina, lei scrive cose assurde.
    Forse vive in un mondo tutto suo.
    Italia agli italiani, senza tutti questi extracomunitari saremmo sicuramente un popolo migliore.
    Signore di Cesano, io sto con lei

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome