Home ATTUALITÀ Degrado e abbandono alla stazione La Giustiniana

Degrado e abbandono alla stazione La Giustiniana

leliL’area accanto alla stazione de La Giustiniana, nell’omonimo quartiere sulla Cassia, è preda del degrado. Fontane asciutte, opere incompiute, aree verdi che hanno cambiato colore per la sporcizia. Lo sostiene Vincenzo Leli, Presidente del Club Forza Silvio XV Municipio.

“All’altezza del capolinea di vari autobus – spiega Leli – il pendolare si trova ogno giorno davanti a un cumulo di cemento multicolore sovrastato dai graffiti. Una volta avrebbe dovuto essere addirittura una fontana ‘artistica’, ma da questo eco-mostro per la vista, inaugurato nel lontano 2000 sotto la giunta Rutelli, da 14 anni non sgorga neanche l’acqua ed è solo un ritrovo abituale per bivaccatori e sbandati”.

“Come se non bastasse, ad appena pochi metri da quella che è già stata ribattezzata ‘fontana dell’illusione’, sorge un’area verde in totale abbandono. Si tratta – prosegue Leli – del parco ‘Luciano Ricca’ intitolato ad uno storico benefattore del quartiere: l’opera è stata lasciata incompiuta e avvolta nel degrado tra erbacce alte quasi un metro e sporcizia derivante dalla vicina stazione”.

“Non esiste solo il Parco Papacci in questo Municipio, è ora che gli amministratori locali facciano la voce grossa con Sindaco e Assessori comunali per riqualificare una volta per tutte anche le aree verdi al di fuori del G.r.a, come il parco dell’Olgiata, quello di via Tieri, e appunto La Giustiniana. Questa zona della Cassia, pur essendo lontana dal centro, non veniva mai considerata ‘periferia’ – conclude Leli – ad oggi, vedendo come sono ridotti certi quartieri, diventa davvero difficile affermare il contrario”.

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Che grasse risate…perché … la stazione di Grottarossa come viene considerata a confronto con quella della Giustiniana ?

  2. @francesco ceravolo : perché…sono forse due stazioni in due città diverse e lontane fra loro ? Una di serie A e una di serie B ? Mi illumini, se crede.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome