Home ATTUALITÀ XV Municipio, oggi terzo ‘tavolo dei bisogni’: adulti e povertà

XV Municipio, oggi terzo ‘tavolo dei bisogni’: adulti e povertà

ottavi2.JPGOggi alle 15, nella sala Consiglio del XV Municipio, in via Flaminia 872, terzo “tavolo dei bisogni” sul tema adulti e povertà. Lo ricorda Michela Ottavi, Assessore Politiche Sociali del XV Municipio.

“Quando parliamo di adulti e povertà ci riferiamo all’assenza o alla scarsità di un reddito, all’insostenibilità dei costi degli alloggi, all’assenza o alla carenza di una rete affettiva e/o di sostegno, alle famiglie monogenitoriali, alla condizione degli immigrati, a problemi di tipo sanitario come le tossicodipendenze o i disturbi psichici. I dati Istat – sostiene Ottavi – ci raccontano che l’Italia è tra i Paesi europei con la maggiore disuguaglianza nella distribuzione dei redditi primari delle famiglie e con un indicatore di povertà assoluta, salito di ben 2,3 punti percentuali nel 2012 e attestatosi all’8% della popolazione.”

“Misure di sostegno al reddito, un progetto di lavoro per adulti, orientamento e inserimento lavorativo e infine il Piano di intervento per il sostegno abitativo proposto in questi giorni dalla Giunta Marino sono risposte concrete- conclude – in termini di sostegno alla persona e alle famiglie.”

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Leggo sempre più frequentemente comunicati stampa sull’apertura di “tavoli” tematici nel XV Municipio. Ovviamente nulla in contrario se ciò serve a comprendere i fenomeni e le realtà del territorio per poi però individuare le risorse e gli strumenti concreti per intervenire e far fronte ai bisogni di ogni tipo che emergono da questi “Tavoli”. In altre parole il timore è che i “Tavoli” siano come le famose commissioni d’inchiesta parlamentari, spesso utili solo a rinviare i problemi senza giungere a nessun risultato. Spero quindi che i lavori di questi “tavoli” del Municipio non si protraggano per l’intera legislatura senza alcun risultato concreto, ma sia fissata una scadenza per la fase dell’ascolto e al tempo stesso si indichi una scadenza per le risposte concrete che il Municipio intende dare.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome