Home ATTUALITÀ Casasanta, Leli (FI): “Arriva #SegnalaDay in XV MUnicipio”

Casasanta, Leli (FI): “Arriva #SegnalaDay in XV MUnicipio”

casasanta-leli.jpgArriva #SegnalaDay: esponenti di Forza Italia si mettono a disposizione dei cittadini di Roma Nord per raccogliere segnalazioni su cosa non va nei loro quartieri. Lo annunciano Clarissa Casasanta, consigliera FI del XV Municipio, e Vincenzo Leli, presidente del club Forza Silvio de La Storta.

“Inversione di ruoli, questa volta parlano i cittadini e i politici ascoltano prendendo nota. E’ questo l’obiettivo del #SegnalaDay, primo di tanti appuntamenti in cui, presso la sede del club Forza Silvio XV Municipio e la sede di Labaro Galline Bianche, si potrà per tutta la giornata dell’evento andare a segnalare i problemi del territorio, faccia a faccia, direttamente agli amministratori locali”.

E’ quanto fanno sapere i due esponenti locali di Forza Italia annunciando che il primo incontro si terrà mercoledì 30 aprile quando, oltre a loro, saranno presenti il consigliere regionale Luca Gramazio, capogruppo FI alla Regione Lazio, e Giovanni Quarzo, capogruppo FI In Campidoglio.

“Mai più solo e-mail, fax e telefonate a centralini e segreterie sempre occupate, i cittadini da oggi in poi sapranno puntualmente e periodicamente quando e come segnalare cosa non va nel proprio territorio perchè l’appuntamento sarà fisso, ogni due settimane, prima nelle realtà di Roma nord e poi esteso nelle altre strutture di Roma e Lazio che vorranno aderire” sostengono con enfasi Casasanta e Leli che definiscono l’iniziativa “un ponte solido tra territorio e politica a tutti i livelli per costituire, con l’apporto della gente, un’opposizione ancora più efficace in sede istituzionale a questa sempre più deludente sinistra”.

Visita la nostra pagina di Facebook

18 COMMENTI

  1. Fumosi e incomprensibili questi comunicati……
    Vebbè che sono in campagna elettorale, ma si decidano una volta per tutte: vogliono “… raccogliere segnalazioni dei cittadini su cosa non va nei loro quartieri….” con il (nobile) proposito di “….segnalare i problemi del territorio ..direttamente agli amministratori local…” per risolverli i problemi, oppure l’operazione “segnaladay” serve solamente, come loro stessi dichiarano, a “…costituire un’opposizione ancora più efficace in sede istituzionale a questa sempre più deludente sinistra…” ??
    Il “ponte” che si propongono di costruire, non sarà forse quello odontoiatrico delle “dentiere gratis” ???

  2. Ho aderito a Forza Italia già da tempo , in quanto alla costituzione del gruppo consigliare si deve sciogliere il nodo secondo il quale servono 2 consiglieri per costituire il gruppo formalmente

  3. Michela non vedo cosa ci sia di fumoso, mi pare tutto molto chiaro, apparte la sua triste battuta sui ponti dentali….

  4. …….e come antipasto al “segnaladay” prendete nota che a Cesano la precedente
    amministrazione ha lasciato incompiuto un palazzetto dello sport ora denominato
    “Mausoleo Giacomini” nonchè ha fatto installare un numero di lampioni sproporzionato rispetto alle esigenze di alcune vie ( neanche sul raccordo per l’aereoporto di Fiumicino ce ne sono tanti) tantè che non possono essere messi in funzione perchè le cabine di distribuzione non consentono la potenza elettrica necessaria (vedi via della Stazione di Cesano lungo le mura vaticane). Certamente il
    numero di lampioni installato è derivato da un mero calcolo economico non certo da calcoli di illuminotecnica stradale: parola di progettista!……

  5. @ CLARISSA
    …e perchè aspettare per “sciogliere il nodo”?
    A parte che, se è stato proposto un quesito al Segretariato Generale, la risposta è molto prevedibile, Lei potrebbe pur sempre, intanto, dichiararsi ufficialmente in Consiglio quale consigliera di Forza Italia, aderendo al Gruppo Misto.
    Certo, in tal caso Lei sarebbe costretta ad abdicare al ruolo di “Capogruppo” (di un PDL che, nella sostanza, pertanto, non esiste più nell’Aula del XV), ma…vuole mettere cosa significherebbe questo, rispetto ad un comportamento leale, dignitoso e coerente?

  6. Ma il punto e’ proprio questo ! Io non voglio aderire al gruppo misto e proprio x una questione di dignità politica . Io sono una consigliera eletta nel PDL , il PDL non esiste in quanto si è’ trasformato in Forza Italia , non ho abbandonato il PDL x confluire in NCD e non vedo perché dovrei farlo x confluire nel gruppo misto ! Si tratta semplicemente di chiarire che PDL equivale a Forza Italia . In quanto alle sue allusioni, sappia che sono proprio fuori luogo xché il ruolo da capogruppo non mi ha dato particolari vantaggi a partire dalla stanza riservata ad ogni gruppo consigliare che avrei diritto di avere e che invece io come PDL non ho neanche chiesto ! Saluti

  7. Pochi commenti sull’oggetto della notizia… l’incontro “diretto” tra i cittadini e gli amministratori è un’ottima iniziativa. Andrebbe preso anche dagli amministratori “veri”, quelli della maggioranza che governa e non solo da quelli all’opposizione. A voler essere maliziosi ci si potrebbe domandare come mai non ci fosse un “#segnaladay” quando Forza Italia (o PDL, o Casa delle Libertà, o Polo del Buon Governo…) aveva la maggioranza, ma meglio tardi che mai!
    Va tenuto presente che “ascoltare le segnalazioni dei cittadini” prevede – per evitare la presa in giro – che a tali segnalazioni sia poi dato seguito.

  8. intervengo solo per una piccola cosa…

    il PDL non è diventato Forza Italia…. il PDL si è sciolto e sono nati due partiti diversi: il Nuovo Centrodestra e Forza Italia …..

  9. @ CLARISSA
    Il Cons. Erbaggi è intervenuto scrivendo esattamente quello che avrei voluto sottolineare io: non è vero – come Lei scrive – che il PDL è diventato Forza Italia.

    Non vedo quale problema di dignità politica possa sorgere nel confluire nel Gruppo Misto (nella passata consiliatura, hanno fatto parte del Gruppo Misto consiglieri che quanto a dignità non avevano da imparare niente da nessuno).

    Piuttosto, è vero che Lei non ha avuto il vantaggio della stanza riservata (d’altro canto, è stato ragionevole da parte Sua non avanzarne la pretesa: in questo, ha mostrato di essere rispettosa dei dipendenti del Municipio, spesso accampati in 4-5 in una stanza sola), ma i vantaggi “politici” che derivano dall’essere Capogruppo non sono di poco conto. Questo non lo può negare, ed è su questo aspetto che sarebbe il caso di mostrarsi corretti.

  10. quali siano i vantaggi di essere capogruppo del PDL , ovvero di un partito che non esiste più , e nel mio caso capogruppo di me stessa lo devo ancora scoprire ! magari se me lo dice Lei signor Diamante la ringrazio ! E’ vero invece che al contrario di quello che lei erroneamente pensa , se tenessi conto dei vantaggi dovrei andare nel gruppo misto dato che in questo modo potrei in sostituzione del collega partecipare ad altre commissioni e prendere quindi il gettone di presenza x intero , come invece non accade quasi mai . Quindi Signor diamante , lasci perdere le sue allusioni che si dimostrano sempre sbagliate . Sono in PDL proprio perchè non inseguo vantaggi ma coerenza politica .
    Detto ciò , potrebbe invece esprimere come cittadino , il suo apprezzamento per l’iniziatva che io e l’amico Leli stiamo portano avanti , ed in questo caso , sarebbe lei a dimostrare un minimo di onestà intellettuale . Grazie

  11. …beh, per esempio, cara Casasanta, partecipare alle riunioni dei capi-gruppo è (politicamente) un vantaggio, o no ?…
    Se, come lei stessa dichiara “il PDL si è trasformato il Forza Italia” che problema di incoerenza ci sarebbe a dichiararsi di Forza Italia ??

  12. @ CLARISSA
    Il fatto che Lei sia Capogruppo (per giunta di un gruppo ormai inesistente, di cui Lei nemmeno fa parte), gentile consigliera Casasanta, politicamente ha significato molto. Sarebbero cambiati molti equilibri all’interno del Municipio.

    Immagino, per esempio, tanto per cominciare, che il Presidente della Commissione Trasparenza non sarebbe stato il cons. Antoniozzi…
    Vuole farci credere che non ci aveva pensato?

  13. La consigliera Casasanta è libera di fare ciò che vuole su adesioni o meno. Tanto più che a differenza di altri è rimasta nel partito con cui sono stati eletti tutti i consiglieri di maggioranza con capolista Berlusconi. Altri hanno tradito il Presidente, lei no.

  14. Mi dichiaro di Forza Italia, già da tempo , la costituzione del gruppo consigliare è invece legata a normative che prescindono dalla mia volontà , ma … anche su questo prevedo di intervenire. In quanto alle riunioni dei capigruppo ! il potere di intervento è veramente minimo … ma … minimo , minimo !

  15. ….cari Signori e Signore Vi siete fatti trascinare abbondantemente “fuori tema”! Chi se ne frega se Clarissa Casasanta ha aderito ad uno schieramento politico ormai al capolinea: è una sua libera scelta! E’ invece patetico che chi è stato al potere fino a ieri e avendo lasciato opere incompiute ( palazzetto dello sport a Cesano, lampioni che non possono funzionare ecc.) proponga quello che è il vero tema in argomento:
    il ridicolo segnala day ! E’ facilissimo fare le segnalazioni quando non si ha più il
    potere , le segnalazioni le avete già da quando eravate ai posti di amministratori del Municipio ma non le avete prese in considerazione quando potevate agire, ora volete
    fare i “piacioni……… segnalando”. Ma via, un po’ di dignità….

  16. @ Ceravolo: ha assolutamente ragione: Casamsanta è libera di fare quello che vuole…risponde sola alla sua coscienza politica….
    Piccola nota biografica, in elezioni precedenti fu eletta con un partito che poi si sciolse per confluire nel PDL.
    Non mi sembra di ricordare tanta “coerenza” nel rimanere nello stesso partito con cui era stata eletta….
    Ma ripeto: chiunque può fare quello che preferisce….

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome