Home ATTUALITÀ Cassia, ultime battute al Festival del Teatro Patologico

Cassia, ultime battute al Festival del Teatro Patologico

Il Festival del Teatro Patologico, rassegna che ha tenuto banco nell’omonima location di via Cassia 472 per tutto il mese di febbraio, è giunto alle battute finali e si avvia verso l’ultimo week-end di programmazione. Oggi, giovedì 27, e domani, venerdì 28 febbraio, è in programma a partire dalle 21 lo spettacolo teatrale “Paster reloaded”, di e con Alessio Pala.

Lo spettacolo si presenta come un monologo in cui l’attore, in un gioco di scatole cinesi, costruisce davanti agli occhi degli spettatori una realtà sfaccettata che parte dall’esperienza, apparentemente semplice e quotidiana, di due ragazzi incontratisi al liceo, per poi svilupparsi nel tempo arricchendosi di parallelismi tra il sentire attuale e quello del passato.

Sabato 1 marzo, sempre alle 21, sarà invece proiettato il film “L’uomo gallo”, con protagonista Dario D’Ambrosi, tratto dallo spettacolo teatrale “I giorni di Antonio”, dello stesso D’Ambrosi.
E’ la storia di un bambino handicappato, una gamba più corta dell’altra, nato in una famiglia povera, che viene rinchiuso in un pollaio a razzolare insieme alle galline. Crescerà lì dentro, arrivando ad identificarsi con il re del pollaio, il gallo.

La narrazione del film prende avvio nel momento in cui lo sfortunato giovane viene accolto nell’ospedale psichiatrico, dove egli scopre la dura verità di non essere un animale e allo stesso tempo di non potersi più rifare una vita. Durante la lunga degenza entrerà in contatto con tutto un universo fatto di personaggi buffi ed emarginati, ognuno con le proprie psicosi ma anche con un enorme carico di umanità.
In particolare, Antonio stringerà amicizia con Giacomo, il suo compagno di stanza.

A gestire le giornate nel manicomio, un’infermiera ed un dottore dai modi autoritari e apparentemente normali ma che nascondono nell’intimo profondi segni di squilibrio, forse addirittura più gravi di quelli dei pazienti.

Il film è un concerto di anime in pena ma cariche di vitalità e simpatia (saranno numerosi nel film i momenti divertenti). Inoltre, l’ambientazione calabrese dona al progetto quel carico di suggestioni tipiche del sud: colori, suoni, paesaggi e persone unici e rintracciabili soltanto in quella terra.

Domenica 2 marzo, infine, toccherà ai Dunia, band musicale bergamasca che si esibirà in concerto nell’ambito della rassegna “Crazy Sound”. Se amate le suggestioni etniche afro-americane e le commistioni tra jazz, reggae e musica classica, i Dunia sono quello che fa per voi. Inizio ore 20:30.
(Per info e prenotazioni: 06 – 33434087 ; 389-4290799; teatropatolgico@gmail.com)

Valerio Di Marco

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome