Home ATTUALITÀ Prima Porta, Torquati-Ottavi: “Basta con la vicenda Flaminius, ora tutti a fianco...

Prima Porta, Torquati-Ottavi: “Basta con la vicenda Flaminius, ora tutti a fianco dei cittadini”

torquati-ottavi.jpg“Come già dichiarato pubblicamente, ribadiamo che il XV Municipio ha chiesto da sabato il trasferimento delle famiglie rom di Casilino ospitate presso l’Hotel Flaminius in un’altra struttura per permettere di soddisfare le molteplici richieste di alloggio pervenuteci dalle famiglie alluvionate della zona di Prima Porta-Labaro. Dalle 18 di ieri, insieme al Comune di Roma e alla Protezione Civile, è stato avviato il trasferimento”. Lo dichiarano Daniele Torquati e Michela Ottavi, presidente e assessore al sociale del XV Municipio.

“Mentre questo avveniva – raccontano i due esponenti della maggioranza – un gruppo di giovani di Fratelli d’Italia a viso coperto con urla, slogan e fumogeni hanno attuato la loro protesta spaventando le famiglie e allarmandole ulteriormente. Era il momento della cena e i bambini in lacrime si sono trovati coinvolti in un’ ulteriore esperienza di violenza.
Le famiglie hanno, quindi, richiesto la presenza delle Forze dell’ordine per l’intera notte a garanzia della loro incolumità.
E’stato prioritario per noi, fin dal primo momento, garantire alle famiglie colpite di poter rimanere vicine alle loro case e ai minori una continuità scolastica, fondamentale in questo momento.”

“Dopo giorni di polemiche a cui non abbiamo voluto dare risposte perché riteniamo prioritario l’impegno del nostro tempo a favore degli interessi dei cittadini chiediamo rispetto – concludono Torquati e Ottavi – verso le famiglie colpite e verso il lavoro difficile, ma serio e rigoroso, che il Municipio XV sta portando avanti insieme al Comune di Roma, alla Protezione Civile, alla Croce Rossa italiana, alla Parrocchia S.Alfonso dei Liguori e ai tanti volontari e volontarie che ringraziamo per il prezioso contributo.”

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Voi amministratori che continuate (solo voi!!!) a dire di essere migliori di altri, da mercoledì scorso,da più di una settimana dovevate stare al fianco dei cittadini, dovevate prevenire quanto accaduto, AMMETTETE LE VOSTRE COLPE PUBBLICAMENTE (lo so di chiedere troppo!!), PRENDETEVI LE VOSTRE RESPONSABILITA’ , non fate il vostro solito scaricabarile.
    Leggere un comunicato di un presidente e di un’assessora o i battibecchi tra i signori Pica e Calendino , dove si vuol distogliere l’opinione pubblica , addossando colpe a dei ragazzi che stavano protestando per delle scelte inique (posso essere d’accordo nel condannare l’uso di passamontagna, ma siamo una società multietnica, a questo punto dovremmo condannare GIUSTAMENTE tutte le persone che vanno in giro con il volto totalmente coperto..) , fa capire il dilettantismo e l’impreparazione di questi amministratori, “il rispetto per le famiglie colpite” dovevano averlo loro amministratori, avvertendole l’imminente pericolo, non limitandosi a pubblicare da mercoledì scorso l’allerta sul sito comunale.
    “Cari” amministratori, il Sommo Poeta vi porrebbe tra gli ignavi nell’Inferno.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome