Home ATTUALITÀ XV Municipio, M5S-PD-SEL-FDI-Civica: “Winner Taco, Antoniozzi dica il vero”

XV Municipio, M5S-PD-SEL-FDI-Civica: “Winner Taco, Antoniozzi dica il vero”

“Presidente, non faccia uso strumentale della Commissione!” Lo dichiarano in una nota i membri della Commissione Trasparenza Teresa Zotta del M5S, Marco Paccione e Riccardo Ruggeri del PD, Alessandro Pica di SEL, Giuseppe Calendino di FDI e Gianluca Mele della Lista Civica per Marino. I sei, su nove componenti la commissione, contestano al presidente della stessa, Dario Antoniozzi, di non aver detto il vero nel suo comunicato del 24 gennaio.

“Dietro il Winner Taco a Ponte Milvio c’era il nulla osta del Presidente Torquati, lo ha accertato la Commissione Trasparenza”. Così Antoniozzi nella sua nota ma, stando a quanto dicono i sei consiglieri, pare le cose non siano andate proprio così tant’è che dichiarano: “Prendiamo le distanze dai comunicati strumentali e non perfettamente corrispondenti a realtà del Presidente della Commissione Trasparenza che non solo omette di prendere in considerazione argomenti sottoposti alla sua attenzione, ma dimentica anche di approfondire quelli da lui stesso inseriti nell’o.d.g.”

“Nel caso dell’installazione pubblicitaria del Winner Taco, ad esempio, ha presentato in Commissione una risoluzione del 2010 mancante della direttiva che l’allora Presidente del Municipio aveva l’obbligo di far emanare e che mai è stata emanata. A questo si aggiunge – continuano i sei – che, intervenuto il Presidente Torquati in Commissione, il Presidente Antoniozzi ha “dimenticato” di chiedergli chiarimenti in merito.
Nel verbale della riunione non risulta altro che la richiesta della Consigliera Zotta di conoscere la direttiva richiamata nella risoluzione e la risposta del Consigliere Pandolfi che tale direttiva non è mai stata emanata“.

“Per dovere di trasparenza il Presidente della Commissione omonima dovrà spiegare ai componenti la stessa in quale commissione ha appurato quanto dichiarato nel suo comunicato del 24 gennaio fornendo anche i nomi dei partecipanti. Invitiamo il presidente Antoniozzi  -concludono i sei consiglieri – a non comunicare informazioni che non corrispondano completamente al vero o che stridano con quanto contenuto nei verbali.”

Visita la nostra pagina di Facebook

20 COMMENTI

  1. Il rispetto delle procedura istituzionali non va ricordato solo quando fa comodo Presidente Antoniozzi sa più serio e impari a separare appartenenza partitica da ruolo istituzionale! La Commissione Trasparenza è al servizio dei cittadini on del suo gruppo di appartenenza.

  2. @ Vincenzo Pira
    Mi verrebbe da dire “da qual pulpito!”. Propiro Lei parla di “procedure istituzionali”? Lei che diede la notizia, con dovizia di paricolari, sul nuovo Piano Generale del Traffico Urbano senza ricoprir nessun ruolo nell’amministrazione…..

  3. @Alberto Lupo, ha una visione un po’ particolare della democrazia. Il Comune di Roma pubblica un Piano, inviata i cittadini a discuterlo. Io lo leggo, lo studio e lo commento, da cittadino, prima che da coordinatore di partito (veste in cui ho lo stesso diritto di partecipare alla discussione). Non ho sentito nessuno del Consiglio municipale lamentarsi di lesa maestà. Se per fare politica occorre avere un ruolo nell’amministrazione, allora ha ragione. Ma siccome credo che la Costituzione dia la possibilità anche a noi poveri elettori di dire qualcosa, credo che lei si stia sbagliando. Non salgo sui pulpiti ma continuerò a dire la mia rispettando regole e ruoli.

  4. Comunicato congiunto fatto da M5S, PD, SEL, FDI, Lista Civica… Solo in un municipio come il nostro sarebbe potuta accadere una cosa del genere! Quando alla tv sento ripetere “larghe intese” non credo che è questo che si voglia intendere…
    Tra questi partiti, mi incuriosisce più di tutti FDI. Ma non fa parte della coalizione di Destra? Mah… La vicinanza del M5S alla Sinistra è nota, ma la componente Fratelli d’Italia nel nostro municipio farebbe bene a ribattezzare il proprio nome in “Compagni d’Italia”! Siete davvero discutibili voi che ne fate parte

  5. … Probabilmente Antoniozzi ha fatto un uso “politico” della commissione e probabilmente non ha approfondito, ma non si puo’, comunque, giustificare l’istallazione pubblicitaria solo perché, probabilmente, non era stata emanata una direttiva in merito.
    Gli Uffici preposti al rilascio OSP lo sapevano benissimo e, infatti, si sono sempre attenuti.
    C’è stato sicuramente un assenso politico.

  6. @ Sig. Pira, quel ” sia più serio e impari a separare appartenenza partitica da ruolo istituzionale! ” , penso che prima del consigliere Antoniozzi, lei debba dirlo al presidente Torquati, che continua a rispondere a tutti con arroganza e come capopartito : insegni al suo pupillo il ruolo istituzionale che ricopre prima di fare paternali agli altri.
    Capisco che i giovani si montano subito la testa, ma come dicono i grillini “ognuno di noi vale uno” NON LO DIMENTICASSE…

  7. A quanto vedo tutti i partiti della maggioranza…ma proprio tutti hanno fatto un comunicato insieme…che carini!

  8. @ Pira
    Allora mi spieghi xché Antoniozzi avrebbe violato le procedure istituzionali.
    Per aver fatto un comunicato su una cosa appresa in Commissione, di cui è Presidente? Ha un concetto un pò strano di procedure, a meno che non riesca a spiegarmi in cosa consiste la violazione, a me sfugge. Il Consigliere Antoniozzi dovrebbe fare comunicati sulle previsioni del tempo?
    @ Della Giovampaola
    Ma il Consigliere Calendino è entrato in maggioranza?

  9. @ Alberto Lupo : rilegga il comunicato dei consiglieri della Commissione : ” comunicati strumentali e non perfettamente corrispondenti a realtà del Presidente della Commissione Trasparenza che non solo omette di prendere in considerazione argomenti sottoposti alla sua attenzione, ma dimentica anche di approfondire quelli da lui stesso inseriti nell’o.d.g…” parla di decisioni che i Commissione no sono state mai discusse : Invitiamo il presidente Antoniozzi -concludono i sei consiglieri – a non comunicare informazioni che non corrispondano completamente al vero o che stridano con quanto contenuto nei verbali.” Più di così ….

  10. @Pira
    Mi perdoni sig. Pira ma continuo a non capire. Se Antoniozzi dice il vero, il falso, mezza verità o mezza bugia cosa centra il “rispetto delle procedure istituzionali” un suo comunicato?

  11. Un presidente deve garantire il corretto funzionamento di una Commissione. I consiglieri membri denunciano che ciò non è avvenuto ma che Antoniozzi usa il proprio ruolo in modo strumentale. Dal dizionario della lingua italiana : strumentalizzare – verbo transitivo • Sfruttare in modo subdolo qualcuno o qualcosa come strumento per i propri fini – E nelle procedure istituzionali ciò è scorretto !

  12. possiamo dire le cose come stanno???

    il winner taco posto lì non ha infranto NESSUNA norma, era perciò legale ma…. il Presidente Torquati e l’Assessore Ariola POTEVANO, e secondo me DOVEVANO, dare parere contrario impedendo l’installazione…

    questo non è avvenuto perchè sia il Presidente che l’Assessore hanno dato parere FAVOREVOLE…. dopo le tante chiacchiere sul decoro di ponte milvio questo è il risultato concreto…

    ps. Antoniozzi in commissione ha esaminato davanti a tutti il parere di Torquati…. ergo la strana maggioranza PD-M5S-Fratelli D’italia-SEL- Lista Marino che cosa vanno cianciando???

  13. Oooooh!
    Bravo, Erbaggi!
    Nessuna norma infranta, tutto regolare.
    Solo una questione di scelte politiche, dunque! E, allora, ci sta tutta la diversità di vedute!
    Antoniozzi, quindi, s’è impuntato a pubblicizzare (facendo addirittura un comunicato) un parere che non dimostra nulla, se non che Torquati ha fatto considerazioni diverse da quelle che avrebbe fatto lui qualora fosse stato Presidente del Municipio. Per fortuna di tutti, non lo è. Tuttavia Antoniozzi presiede la Commissione Trasparenza: sarebbe proprio il caso che, raccogliendo l’invito degli altri consiglieri, non faccia un uso strumentale e politico di un organo che deve essere di controllo e garanzia per tutti.

  14. @ Diamante…. Torquati ha fatto “..considerazioni diverse” e apprendiamo che, in materia di occupazione del suolo pubblico a Ponte Milvio …ha “diversità di vedute” …
    E’ assolutamente lecito cambiare idea.

    Le ricordo che, tempo addietro, propose e votò in Consiglio questo testo:
    “…si risolve di impegnare il Presidente e la Giunta ad emanare una direttiva agli uffici competenti volta a non autorizzare alcuna iniziativa da realizzare nel piazzale antistante la Torretta Valadier e le due aree a destra e sinistra, fatta eccezione per importanti iniziative istituzionali e culturali le quali comunque non dovranno avere alcun carattere commerciale/pubblicitario….”

    Poi se vogliamo aggrapparci alla “forma” che non è stata fatta alcuna direttiva e che, pertanto, era “legale” rimane la sostanza: poteva negare l’autorizzazione ed invece l’ha concessa….
    E ha sbagliato, perché non ammetterlo?

  15. @ Diamante , adesso l’incoerenza si trasforma in diversità di vedute, penso che il presidente trasformista ne avrà tante di diversità di vedute : una cosa è protestare a prescindere quando era oppositore, tutt’altra cosa è dover amministrare. SE NE STA GIA’ ACCORGENDO..

  16. @Pira
    Secondo Lei fare un comunicato stampa vuol dire “sfruttare” il ruolo di Presidente di Commissione? Allora il Presidente del Municipio o gli Assessori nn dovrebbero fare alcun comunicato su nessuna iniziativa perché sfrutterebbero il loro ruolo. Se poi Antoniozzi, come dice, nella prossima Commissione mostrerà il documento con cui il Presidente Torquati avrebbe dato il parere favorevole anche il quel caso avrà “sfruttato” il suo ruolo? Allora cosa ci sta a fare…

  17. @gue. Io non governo e non ho mai governato con nessuno…quindi il suo commento è fuori luogo e pretestuoso. Ognuno ha le sue idee e i suoi modi di agire. Io uno del pd non solo non lo sosterrei mai in campagna elettorale, ma non ci governerei insieme neanche morto. Poi se il ncd ci governa insieme a livello nazionale e fa cose positive sono contento se le fa negative sono doppiamente incavolato. E questo è quanto.

    @alberto lupo. Il consigliere Calendino per quanto mi riguarda sta in maggioranza dal primo giorno….e i consiglieri del m5s in tutti i municipi e in campidoglio sono appiattiti sulle posizioni delle maggioranze salvo rari e meritevoli casi di “ribellione”….l’unica vera opposizione su Roma e sui municipi e al campidoglio è rappresentata da forza Italia, nuovo centro destra e fratelli d’Italia (questi ultimi in campidoglio ed in tutti i municipi meno che il XV).

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome