Home ATTUALITÀ Estremo Oriente al MAXXI e l’ingresso è libero

Estremo Oriente al MAXXI e l’ingresso è libero

maxxi.jpgDue appuntamenti a ingresso libero al MAXXI: oggi, sabato 25 gennaio, e lunedì 27. Ambedue condurranno il pubblico alla scoperta di due capitali dell’Estremo Oriente e del rapporto che intercorre tra Arte Contemporanea e istituzioni culturali italiane. Si parte dunque questa sera con l’ultimo incontro di MEGALOPOLIS e i lungometraggi – ideati e diretti da Francesco Conversano e Nene Grignaffini – dedicati all’Estremo Oriente: Shenzhen, Cina (ore 18.30) e Tokyo, Giappone (ore 20.30).

I film saranno presentati da Hou Hanru Direttore artistico Fondazione MAXXI e dall’architetto Mario Cucinella. Dopo il grande successo dei due precedenti incontri dedicati a Los Angeles, San Paolo, Il Cairo e Karachi, con il tutto esaurito per entrambe le proiezioni, nuovo viaggio tra le più grandi aree urbane del mondo che hanno raggiunto ormai cifre impressionanti, basti pensare ai 35 milioni di persone che vivono nell’area di Tokyo.

Qual è la relazione tra gli artisti italiani e le istituzioni per l’arte contemporanea? Su quali tipologie di artisti puntano i musei e le fondazioni in Italia? Si può parlare di vero sostegno agli artisti da parte delle istituzioni o di semplici episodi legati dagli andamenti del gusto?

A questa e ad altre domande cercheranno di rispondere lunedì 27 gennaio 2014 alle ore 18.00 Anna Mattirolo Direttore MAXXI Arte, Marcello Smarrelli Fondazione Pastificio Cerere, Gail Cochrane direttore artistico Fondazione Spinola Banna per l’Arte, Franziska Nori direttore Centro di Cultura Contemporanea Strozzina, Franco Nucci presidente Fondazione VOLUME! Angela Tecce direttore Museo Castel Sant’Elmo che insieme agli artisti Flavio Favelli, Margherita Moscardini, Valerio Rocco Orlando, Gian Maria Tosatti e Luca Trevisani prenderanno parte al secondo appuntamento di INTORNO ALL’ARTE CONTEMPORANEA ITALIANA promosso dal MAXXI e la Quadriennale di Roma a cura di Ludovico Pratesi dal titolo L’arte italiana e i musei: realtà e prospettive.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome