Home ATTUALITÀ Ladri ai Parioli, in manette quattro romeni e due serbi

Ladri ai Parioli, in manette quattro romeni e due serbi

polizia-ladri.jpgIeri sera hanno letteralmente giocato a nascondino con i poliziotti del Reparto Volanti sei persone, quattro romeni e due serbi, che tentavano di fuggire da un appartamento che stavano svaligiando in via Domenico Cimarosa, ai Parioli. Alla fine, però, sono state arrestate. I sei stranieri sono stati notati da un testimone che, prontamente, ha avvisato il 113.

Il solerte cittadino ha riferito all’operatore della Sala Operativa che due persone, dopo essere salite lungo la grondaia di un edificio, erano riuscite ad accedere su di un balcone situato al secondo piano, mentre un altro uomo era rimasto in strada, come se stesse facendo da “palo”.In pochi minuti sono giunte sul posto quattro pattuglie del Reparto Volanti che hanno circondato il palazzo per precludere qualunque via di fuga.

Al suono delle sirene della Polizia i due ladri scalatori si sono sdraiati a terra sul balcone per cercare di nascondersi alla vista dei poliziotti, mentre in strada altre quattro persone, compreso quello che poi verrà identificato come il palo, si sono nascoste fra le auto in sosta ed i cassonetti.

Un equipaggio del Reparto Volanti è riuscito a bloccare i due nascosti sul balcone. Perquisiti, hanno trovato indosso agli stessi due orologi di valore, un anello con pietre preziose e un cacciavite. In seguito, in strada, gli altri equipaggi hanno fermato gli altri quattro, che si nascondevano dietro i cassonetti e le auto.

Durante la perquisizione, i poliziotti hanno rinvenuto nelle loro tasche alcune torce e dei telefoni cellulari, che dagli accertamenti effettuati sono risultati essere stati utilizzati dalle persone fermate per tenersi in contatto al momento della realizzazione del furto.

I sei, quattro romeni e due serbi, sono stati accompagnati presso gli uffici del Commissariato Salario Parioli, dove al termine sono stati arrestati per tentato furto aggravato in appartamento. (fonte Omniroma.it)

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome