Home ATTUALITÀ Fiocco Bianco all’Auditorium

Fiocco Bianco all’Auditorium

foto_neri_comunicato_alta.jpgMercoledì 4 dicembre alle 21, nella Sala Petrassi dell’Auditorium, in occasione della campagna del Fiocco Bianco e in collaborazione con CAM e con Helikonia, verrà proposto … e te lo voglio di’..., una kermesse fra musica, teatro e cinema dedicata ad una campagna di presa di coscienza degli uomini e della società tutta nei confronti del drammatico tema della violenza sulle donne.

La serata, che gode del Patrocinio del Senato della Repubblica, aprirà con Lella di Edoardo De Angelis, celeberrimo brano ispirato alla cronaca nera; e con un omaggio al coraggio dei ragazzi del film BlackOut, il lungometraggio sulla violenza sessuale di gruppo ideato e realizzato da un cast di adolescenti, con la partecipazione di Neri Marcorè, che emblematicamente ancora attende la sua distribuzione nelle sale.

Prendendo spunto da questi due contributi di musica e cinema, oltre 25 artisti racconteranno la violenza dell’uomo sulla donna: per conoscere, per cambiare, per fermare lo scempio dilagante con forza e determinazione, ma anche con ironia, emozione, gentilezza: ingredienti indispensabili di tutte le relazioni, soprattutto di quelle fra uomini e donne.

Giulia Ananìa, Simone Avincola, Ernesto Bassignano, Mario Castelnuovo, Gaja Cenciarelli, Roberto Ciufoli, Gabriele Corsi (Trio Medusa), Claudia D’Angelo, Edoardo De Angelis, Rosario Di Bella, Elena Di Cioccio, Grazia Di Michele, Stelio Gicca Palli, Carmen Iovine, Alberto Lombardi, Neri Marcoré, Amedeo Minghi, Bianca Nappi, Nadia Perciabosco, Giulia Pratelli, Valerio Rodelli, Simone Salza, Marco Testoni, Sora Cesira.

I proventi della serata saranno interamente destinati al CAM per l’apertura di un centro a Roma. A tutti gli spettatori sarà offerto un simbolico fiocco bianco e materiali di approfondimento. (ingresso 15 euro, info e prevendita su www.auditorium.com)

La Campagna Fiocco Bianco

nasce in Canada nel 1991, quando alcuni uomini iniziano ad indossare appunto “un fiocco bianco” che diventa il simbolo di impegno personale a non commettere mai violenza contro le donne, a non tollerarla, a non rimanere in silenzio davanti ad essa.

Proprio questo il tema al centro della serata: un fenomeno complesso che richiede sicuramente strumenti legislativi, ma anche sostegno ai soggetti coinvolti e una capillare azione di prevenzione ed educazione affettiva e sociale.

I grandi nomi coinvolti nell’iniziativa parteciperanno con un contributo assolutamente volontario con lo scopo finale di raccogliere fondi, appunto, per l’apertura di un Centro Ascolto uomini Maltrattanti, sull’esempio di quello già esistente a Firenze: servizio pensato per gli uomini decisi a intraprendere un percorso di cambiamento e smetterla con la violenza, attraverso l’intervento psicologico ed educativo integrato con tutti gli altri servizi esistenti (istituzioni, centri antiviolenza, tribunali, ecc.), ma anche servizi culturali, formativi e di prevenzione per tutto il territorio.

BlackOut

è il film sul drammatico tema della violenza di gruppo vista con gli occhi dei ragazzi e realizzato da e con un drappello di giovanissimi autori ed interpreti fra i 16 e i 17 anni. Alla regia Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato. Ispirato a più storie vere, nasce dalle energie creative di Movie’s Geyser Onlus, un’Associazione Culturale da anni impegnata nella realizzazione di prodotti audiovisivi e nel supporto a realtà giovanili disagiate e di Sole e Luna Production, una giovanissima casa di produzione cinematografica indipendente.

È iniziato come un progetto sociale di un gruppo di ragazzi e l’entusiasmo l’ha trasformato in un lungometraggio professionale. Ma la passione è contagiosa e con il tempo hanno deciso di farsi coinvolgere una serie di professionisti.

Marco Testoni ha realizzato le musiche della colonna sonora e la canzone originale. Edoardo De Angelis ha scritto il testo della canzone originale e la splendida voce di Antonella Ruggiero si è prestata ad interpretarla. Neri Marcorè si è prestato ad interpretare uno dei pochi ruoli adulti della sceneggiatura.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome