Home ATTUALITÀ Osteria Nuova, bambini ancora a mensa nei container

Osteria Nuova, bambini ancora a mensa nei container

Ancora senza data l’inizio dei lavori di smantellamento delle aule container nella scuola di Osteria Nuova. VignaClaraBlog.it ne ha parlato recentemente, ne riparliamo oggi e se ne parlerà prossimamente, quando il caso approderà sul Tg3. Un mese fa i genitori rivolsero un appello al XV Municipio. Oggi, a distanza di trenta giorni, genitori e comitato di quartiere hanno redatto un nuovo documento. Ce lo hanno inviato e lo ospitiamo volentieri riportandolo qui di seguito in versione integrale.

“Maggio 2013, il Dipartimento Ambiente del Comune di Roma Capitale stanzia € 323.528,07 per l’avvio delle opere di risanamento ambientale consistenti nello smantellamento e smaltimento delle aule container coibentate in Cemento amianto (fuorilegge), ad aggiudicarsi i lavori una ditta esperta del settore, si aspetta solo l’inizio delle opere….
Nello stesso periodo, a Roma ci sono le elezioni amministrative e si parla solo di queste.
Cambia lo scenario politico Romano, a governare ora e’ il centrosinistra e per un po’, dei lavori di risanamento non se ne parla piu’.

I Genitori insorgono, anche il Comitato di Quartiere lo fa. Chiedono spiegazioni al Municipio XV riguardo il mancato inizio delle opere. Dal Municipio,si dice, “siamo fermi, a causa di problemi riguardanti alcune certificazioni che riguardano la ditta appaltatrice, il Durc”.
Successivamente si dice, “ci sono i tecnici municipali al lavoro per trovare un locale alternativo dove alloggiare i bambini per l’orario mensa”.
Intanto le settimane passano, e i nostri figli sono ancora a scuola nell’amianto.

Fu suggerito al Municipio, dal comitato di quartiere e dai genitori, di riadattare la vecchia struttura in muratura antistante, ritenendo la soluzione sì provvisoria ma forse anche la più giusta al momento.
Anche su questa ultima proposta non si trova l’accordo, poiché si dice dal municipio, “che i bambini non debbano uscire all’esterno per recarsi a mensa, potrebbero ammalarsi, inoltre sarebbe comunque difficile reperire fondi da spendere per costruire un tunnel di collegamento tra le due strutture.”

Qualcuno tra i genitori e non solo, fa notare che uscire all’esterno per recarsi all’aula adibita a mensa nei container di amianto è stata la normalità, sino ad oggi.
Dunque poco o nulla sarebbe cambiato.

Dal Municipio si vagliano altre ipotesi, spostare i ragazzi nell’aula di Informatica all’interno della scuola media, adibendola a mensa, ma la soluzione a poco a poco perde di interesse, anche perchè dalla Presidenza dell’istituto trapela il malcontento riguardo questa ipotesi, visto lo sforzo prodotto nel fornire l’aula informatica di nuovi computer.

Ecco allora prendere forza l’ipotesi aula magna, si dice facciamo lì la mensa! Neanche questa va in porto, troppo preziosa l’aula magna per essere ridotta a mensa.
Molte sono le attività e le iniziative sia didattiche che formative che vengono svolte al suo interno, e giustamente l’ipotesi pian piano va a scemare.

Infine si arriva ad oggi, 29 Novembre 2013, ad un mese esatto dall’ ultimo appello rivolto al Municipio XV. Genitori e Comitato rinnovano la richiesta di avere degli aggiornamenti circa lo smantellamento e il conseguente spostamento dei loro figli in luoghi più sicuri. Anche perché, arrivati a questo punto, ci si interroga anche su quale sia il vero motivo di cotanto ritardo….”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome