Home ATTUALITÀ Raimondo D’Inzeo, la camera ardente nel palazzo del Coni

Raimondo D’Inzeo, la camera ardente nel palazzo del Coni

dinzeo.jpgE’ morto a Roma Raimondo D’Inzeo, il più grande cavaliere della storia dello sport italiano, recordman (insieme al fratello Piero) di Giochi olimpici disputati con l’Italia. Aveva partecipato ininterrottamente a otto Olimpiadi, dall’edizione di Londra 1948 a Montreal 1976, vincendo un oro a Roma 1960, due argenti e 3 bronzi, oltre a due ori, un argento e un bronzo ai Mondiali.

Era nato a Poggio Mirteto il 2 febbraio 1925 ed è stato portabandiera dell’Italia ai Giochi di Città del Messico 1968.

Appresa la notizia, il Presidente del Coni Giovanni Malagò ha deciso che sabato e domenica in tutte le manifestazioni sportive che si svolgono in Italia verrà osservato un minuto di raccoglimento per onorare la memoria di uno dei più grandi campioni della storia dello sport italiano. Oggi, dalle 14 alle 18, sarà allestita la camera ardente al Salone d’Onore del Coni che resterà aperta anche domenica dalle 10 alle 13.

Moremassi

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome