Home ATTUALITÀ Tor di Quinto, commemorata Giovanna Reggiani

Tor di Quinto, commemorata Giovanna Reggiani

reggiani.jpgL’assessore ai Trasporti e alla Mobilità di Roma Capitale, Guido Improta, questa mattina, in rappresentanza del sindaco Ignazio Marino, ha preso parte alla deposizione di un mazzo di fiori in memoria della scomparsa di Giovanna Reggiani avvenuta il 30 ottobre 2007. La cerimonia si è tenuta alla stazione di Tor di Quinto dove una targa, apposta il 13 ottobre 2009 giorno dell’inaugurazione della stazione dopo i lavori di riqualificazione, ricorda il tragico evento.

“Questi ultimi anni – ha dichiarato Improta – hanno dimostrato che la violenza perpetrata nei confronti delle donne non è riconducibile solo al disadattato o al diverso per cultura, stile di vita ed etnia: spesso il carnefice è proprio il conosciuto, il familiare, il vicino per tradizioni e consuetudine. È dovere, non solo delle Istituzioni, ma di tutti i cittadini, non chiudere gli occhi di fronte a questo stato di cose e fare tutto quello che è in nostro potere affinché episodi come quelli che hanno portato alla tragica scomparsa di Giovanna Reggiani, oltre allo sconcerto e all’immenso dolore che ci provocano, fungano da monito per tutti noi”.

“Ognuno di noi – ha concluso l’assessore – per poter continuare a mantenere la dignità di uomo ha il preciso dovere di farsi parte attiva in questa battaglia in cui la posta in gioco è altissima: la vita stessa delle donne”.

Fra i presenti, il presidente del XV Municipio Daniele Torquati e diversi rappresentanti delle associazioni  Ius Gentium e Identitatea Romaneasca e dello Sportello del Cittadino in XV Municipio.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. La cerimonia di oggi è stata sobria e dignitosa nel rispetto della signora Reggiani, unica vera vittima del tragico omicidio avvenuto nel 2007.
    Ho apprezzato anche la presenza del Presidente Torquati e le sue parole volte a raccogliere l’insegnamento che questa terribile sciagura ci ha dato e ad “andare oltre” le divisioni politiche sul fatto.
    Questo comunicato dell’assessore Improta però mi lascia molto, ma molto deluso, in quanto dimostra che alcuni non hanno tratto alcun insegnamento da quello che è successo oppure hanno tratto un’interpretazione molto diversa da quella che invece la maggioranza dei cittadini ha avuto in tutta evidenza, anche con l’esito elettorale del 2008 e che invece speravamo fosse “patrimonio condiviso” della nostra comunità, come è avvenuto per tante, troppe tragedie nella nostra amata Roma.
    Giovanna Reggiani è morta solo per colpa della Pubblica Amministrazione che non ha avuto la capacità di garantire la sicurezza in una stazione, in una strada di accesso ad un’opera pubblica, in un luogo abbandonato, non controllato e non illuminato. Il resto è solo un tentativo di basso livello di spostare l’attenzione dai problemi reali.
    Ecco che allora diventa desolatamente più chiaro perché alcuni trovano il tempo di fare comunicati sui manifesti in cui vedono una spalla scoperta di una donna.
    Oggi italiani e romeni depositavano una corona dove una donna era stata ammazzata, mentre l’amministrazione metteva dei fiori sotto ad una targa.
    G.Mori
    Fretelli d’Italia XV Municipio

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome