Home ATTUALITÀ Si butta nel Tevere per suicidarsi, salvato da due Carabinieri

    Si butta nel Tevere per suicidarsi, salvato da due Carabinieri

    Un anziano si butta nel Tevere con l’intento di suicidarsi. Salvato da carabinieri, ora sta bene. Il fatto è accaduto questa mattina in zona Prati. Mentre transitavano in una stradina che costeggia Lungotevere Oberdan, i Carabinieri di una pattuglia della Stazione Trionfale hanno sentito dei lamenti provenienti dal Tevere. Avvicinatisi alla sponda hanno visto una persona che, allo stremo delle forze, tentava disperatamente di mantenersi a galla tra i flutti.

    Uno dei Carabinieri, d’istinto, si è tuffato in acqua, raggiungendo l’uomo e trascinandolo verso l’argine del fiume. Nel frattempo, l’altro Carabiniere ha allertato il 112 e poi e’ corso in supporto del collega che, a causa dell’altezza dell’argine, non riusciva a risalire sulla sponda. A quel punto, dopo essersi ben ancorato al suolo, ha afferrato li ha afferrati entrambi tenendoli a galla fino all’arrivo di un’unità navale dei Vigili del Fuoco che li ha aiutati a mettersi in salvo.

    I Carabinieri hanno appurato che l’uomo, un 70enne italiano, dopo essersi imbottito di tranquillanti, si era lasciato cadere nelle acque del Tevere per suicidarsi. Un’ambulanza del “118” e’ intervenuta sul posto prestando le prime cure all’uomo e, successivamente, lo ha trasportato all’ospedale Santo Spirito dove è in osservazione.

    Visita la nostra pagina di Facebook

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome