Home ATTUALITÀ XV Municipio, Ottavi: “Bene impegno del Campidoglio sull’aiuto ai disabili”

XV Municipio, Ottavi: “Bene impegno del Campidoglio sull’aiuto ai disabili”

ottavi120bis.jpgMichela Ottavi, Assessore alle politiche sociali del XV Municipio, in una nota plaude “alla decisione presa dalla Giunta Comunale di riformare la delibera dell’Amministrazione Alemanno che aveva portato ad una riduzione drastica, da 34 a 17 ore, dell’assistenza domiciliare ai disabili, con disagi intollerabili per gli assistiti. Il sociale – sostiene – torna dunque ad essere una priorità”.

“Stiamo patendo gravi disagi e questo è testimoniato dalle numerose segnalazioni dei cittadini. Riportare l’assistenza a 34 ore è un servizio vitale per le famiglie che permetterà ai parenti di poter lavorare e portare a casa un reddito, è un dovere intervenire. Come sappiamo – continua Ottavi – il nostro Municipio ha ereditato dalla Giunta Giacomini una mancanza di copertura finanziaria dal 1 luglio per quanto riguarda i servizi essenziali alle persone ed è perciò fondamentale per il nostro territorio l’impegno del Comune di Roma per reperire i fondi necessari, nella convinzione di ricevere risposte positive in tempi brevi e di poter superare questo momento difficile nell’interesse primario della collettività e dei più bisognosi”.

L’Assessore Ottavi sottolinea poi il lavoro svolto dal Municipio “che ha assicurato fin dal primo giorno di scuola – puntualizza – il servizio per l’autonomia e l’integrazione scolastica degli alunni disabili e la copertura delle ore per garantire il diritto allo studio a tutti i bambini e le bambine. Continueremo a lavorare – conclude – non solo per il presente ma anche per il futuro affinché i fondi stanziati tengano conto di un trend di alunni con disabilità in crescita”.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Si, benissimo, adesso date alle famiglie dei disabili la possibilità di scegliere in quale centro di assistenza (leggere quale cooperativa di servizi) far seguire i propri cari. Istituire un “buono” servizi da dare ai tutori legali e spendibile dove lo si ritenga più opportuno. Creare così una concorrenza all’eccellenza, piuttosto che sovvenzionare le cooperative tout court. Forse finirebbero tutte quelle situazioni di istituti lager e servizi inefficienti, se non inesistenti, di certe cooperative nate ad hoc per “incassare” sulle disgrazie altrui.

  2. signora perina ancora oggi su cabine, impianti semaforici e muri sono presenti i suoi manifesti elettorali, molti dei quali abusivi.

    quando pulisce ?

  3. Certo che certe volte non vi è veramente buon senso nell’esprimere pareri e disappunti. Signora PERINA ma lei è cosciente da chi è stato amministrato il XV Municipio negli ultimi 20 anni circa …???? O era su altro pianeta!!!!!!leggere “istituti lager” mi creda rabbrividisco.

    Luigina Chirizzi

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome