Home ATTUALITÀ Cassia, Stabile del Giallo: due chiacchiere con Raffaele Castria

Cassia, Stabile del Giallo: due chiacchiere con Raffaele Castria

castria.jpgAutore, regista, attore e direttore artistico dello Stabile del Giallo fin dal 2000, Raffaele Castria ha accettato di rispondere ad alcune domande di VignaClaraBlog.it sui nuovi spettacoli che il peculiare Teatro con base sulla Cassia, nato nel 1986 grazie ad un’intuizione di Giancarlo Sisti e Susanna Schemmari, metterà in scena a partire dal 12 ottobre (leggi qui il nostro articolo di presentazione della stagione 2013/2014). Con l’artista toscano abbiamo parlato di fantasmi, umorismo, suspense e di sua maestà Agatha Christie.

Perché “La Donna in Nero” piace al pubblico?  La Donna in Nero” la rifacciamo, proprio e innanzi tutto, perché il pubblico ha gradito moltissimo e in molti ce l’hanno richiesto. In secondo luogo, all’epoca (tre anni fa, ndr) non spingevamo come adesso sull’informazione e sulla pubblicità, e lo spettacolo non aveva avuto il giusto risalto. Un testo come questo, che a Londra è un cult, merita di essere spinto e sostenuto come si deve. Lo riprendo curando ulteriormente la messa in scena e facendo in modo che il pubblico di Roma sappia dell’occasione che gli si presenta. Rimane per me la più bella ghost story scritta per il teatro.

“Flemming” sembra scritto apposta per voi… la lettura di “Flemming” è stata una vera e propria folgorazione! Quando il testo è apparso sulla mia scrivania l’ho divorato, poi l’ho subito fatto leggere ai miei soci e, dopo una settimana solamente, avevo già acquisito i diritti! È davvero raro leggere una commedia così divertente e intelligente e, come dici tu, perfetta per noi. Ho immediatamente pensato di renderla interattiva e l’ho messa in stagione. È sorprendente che questo spettacolo non sia stato mai messo in scena in Italia: evidentemente dalle nostre parti c’è ancora distrazione e provincialismo…spero che ricalchi il successo di “Cluedos”.

“In Linea Con l’Assassino” è un raro esempio di adattamento teatrale di un film. Sono anni che pensiamo di rappresentare “In Linea con l’Assassino”: è un thriller perfettamente compatibile con il teatro, una cosa davvero rara! Il film di Joel Schumacher è bellissimo, pieno di suspense e di tensione, e la nostra è una vera e propria sfida che porterà ad una messa in scena moderna, multimediale e piena di ritmo.

Perché Agatha Christie è ancora la Regina del Giallo e dello Stabile del Giallo?  Nessuno come Lei è stato in grado di costruire e articolare vere e proprie sinfonie, nelle quali l’umorismo e la tensione possono convivere nello stesso spazio scenico senza stemperarsi a vicenda, ma anzi alimentandosi reciprocamente. Nessuno ha prodotto meccanismi “gialli” così ingegnosi e perfetti, anche se molti ci hanno provato. Ma Lei rimane unica, inimitabile a battersela con la Bibbia in quanto a lettori!

Giovanni Berti

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome