Home ATTUALITÀ La Giustiniana, colf sbranata da rottweiler: chiusa inchiesta, padrone rischia processo

La Giustiniana, colf sbranata da rottweiler: chiusa inchiesta, padrone rischia processo

rottweiler.jpgI fatti risalgono al 16 luglio 2012 quando Elena Farese, la colf 74enne di una villa in via della Giustiniana, dopo essere entrata nel giardino con le chiavi in suo possesso venne aggredita e azzannata su più parti del corpo dai due rottweiler del proprietario dell’abitazione. Alle urla strazianti, i vicini chiamarono i Carabinieri che riuscirono a bloccare i due cani uccidendone uno e ferendone un altro. Ricoverata in gravi condizioni nell’Ospedale Sant’Andrea, nei mesi successivi fu sottoposta a diversi interventi ma non ce la fece, morì il 15 settembre.

Per questo ora, il proprietario dei due animali rischia di finire sotto processo. Il pm Mario Palazzi ha infatti chiuso l’inchiesta nei suoi confronti, fatto questo che di norma prelude ad una richiesta di rinvio a giudizio. Omicidio colposo il reato contestato all’uomo.

Lo riferisce Romauno.tv spiegando che, secondo il capo d’imputazione, gli si contesta di aver cagionato la morte della domestica avendo lasciato i due cani “liberi nel giardino della propria abitazione mentre con la sua famiglia si trovava fuori Roma” e “avendo dato disposizioni al proprio collaboratore di lasciare liberi i cani e non di tenerli nella zona recintata a loro dedicata”, pur essendo consapevole (o comunque dovendolo essere) del pericolo in ragione dell’indole dei Rottweiler che ciò poteva comportare alla domestica a suo servizio che regolarmente lì si recava per le pulizie, anche in assenza dei proprietari”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome