Home ATTUALITÀ Clochard morto a Ponte Milvio, s’indaga per omicidio colposo

Clochard morto a Ponte Milvio, s’indaga per omicidio colposo

chiesa-ponte-milvio.jpgSi svolgerà questa mattina l’autopsia dell’uomo trovato morto alle 7.30 di ieri sul sagrato della chiesa Gran Madre di Dio a Ponte Milvio. Era un senza tetto ben noto ai residenti. Alto, gli occhi dallo sguardo acuto, vestiva sempre trasandato, spesso sporco, aveva il vizio di bere. Ma non dava mai fastidio a nessuno, anzi se gli passavi accanto si scansava. Il suo rifugio era sotto gli alberi del Parco Volpi in via della Farnesina ma è andato a morire sul sagrato della Chiesa dove ogni tanto decideva di passare la notte assieme ad altri senza tetto.

Lì è stato trovato nelle prime ore di ieri (leggi qui), sulla sua fronte un forte ematoma ma tutto lascia supporre che sia dovuto ad una caduta. Saranno gli esiti dell’autopsia a deciderlo.

L’accertamento è stato disposto dal procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani che indaga per omicidio colposo. L’uomo si era infatti recato al Policlinico Gemelli qualche giorno fa ma dopo la visita per un’emorragia, probabilmente dovuta a cirrosi epatica, era stato dimesso. L’obiettivo degli investigatori è capire se sia stato dimesso correttamente o se invece necessitasse di ulteriori cure e del ricovero. Da qui la decisione di acquisire anche la cartella clinica.

La notizia della morte è stata accolta con stupore e dolore dai residenti di Ponte Milvio. La piazza infatti era il suo luogo preferito dove trascorreva le giornate. Sempre solo, su una panchina o girovagando, ma sempre senza arrecare disturbo a nessuno.

“Un’altra vittima della vita che se ne va” scrive sulle nostre pagine Daniele Pallotta, dell’omonimo storico bar di Ponte Milvio. “Ho avuto il piacere di offrigli qualche volta un caffè o un cappuccino caldo. Era un brav’uomo, dignitoso nel suo stato di vita non proprio facile”.

Edoardo Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome