Home ATTUALITÀ Supercoppa all’Olimpico, dieci giorni e ricominciano le danze

Supercoppa all’Olimpico, dieci giorni e ricominciano le danze

pallone.jpgDieci giorni alla finale di Supercoppa italiana, lo stadio Olimpico si appresta a riaprire i battenti in vista di quello che viene considerato il primo appuntamento della stagione, anche se in realtà è l’ultimo di quella conclusa due mesi fa. Si troveranno di fronte infatti la squadra campione d’Italia e quella che ha conquistato la coppa Italia, dunque Juventus-Lazio, che per “regolamento” si gioca sul “neutro” di Roma.

La sensazione è che ci sarà il “tutto esaurito”, anche se latitano i riscontri reali sulla prevendita (fra i “pare” e i “si dice” sarebbero 23mila i tagliandi staccati finora; e nella curva nord, cosi come nei distinti nord, non ci sarebbe più spazio neanche per uno spillo) né la certezza che i tifosi possano sbarcare sugli spalti in pieno periodo di ferie.

Già, le ferie, cui pochi rinunciano anche se c’è la crisi. Ma la fame di calcio è tanta, e difficilmente ci saranno spicchi di stadio deserti, nonostante la diretta televisiva.

Sarà debutto per i nuovi arrivati, Tevez e Llorente da una parte, Biglia e Novaretti dall’altra, e ne abbiamo citati appena un paio fra quelli che hanno rafforzato i rispettivi organici. Per la Lazio, prima partita senza il capitano Stefano Mauri, appiedato per sei mesi complice la nota vicenda del calcio scommesse. Fischio d’inizio alle ore 21.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome