Home ATTUALITÀ Ponte Milvio, Pandolfi (PdL): “Movida, zero idee da Torquati”

Ponte Milvio, Pandolfi (PdL): “Movida, zero idee da Torquati”

giuliano-pandolfi.jpg“Nel Consiglio municipale di ieri – dichiara in una nota Giuliano Pandolfi, consigliere PdL del XV Municipio – durante il quale sono state discusse le linee programmatiche proposte dalla Giunta Torquati, ho sottolineato la totale assenza di qualsiasi riferimento al tema della movida estiva di Ponte Milvio e agli interventi da mettere in campo per garantire la vivibilità e la tranquillità del quartiere, il rispetto della legalità, i controlli contro il crescente spaccio di droga”.

“Se la ZTL non si ritiene una soluzione adeguata come anticipato alla stampa dal Presidente Torquati (ndr: leggi qui), si propongano idee alternative, ma si faccia in fretta – conclude Pandolfi – e soprattutto ci si confronti con il Consiglio municipale, perchè l’estate è già iniziata e con essa tutti i problemi legati alla movida di Ponte Milvio.”

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. La notizia è sicuramente degna di nota: il PdL si è accorto improvvisamente del problema “della movida estiva di Ponte Milvio e degli interventi da mettere in campo per garantire la vivibilità e la tranquillità del quartiere, il rispetto della legalità, i controlli contro il crescente spaccio di droga”.
    Ma prima dove sono stati?
    Dove era il loro Presidente di Giunta sfiduciato, l’indimenticabile Giacomini, che neanche si degnava di rispondere alle reiterate interrogazioni civiche su questi argomenti, proposte dal nostro Comitato Abitare Ponte Milvio?
    Chi ha permesso il dilagare di tavolini selvaggi, soste ancora più selvagge, chioschi, occupazioni scriteriate di suolo pubblico, moltiplicazione incontrollata di locali di mescita con rilascio di licenze a gogò?
    Sono stati folgorati sulla via di Damasco come San Paolo?
    Ma è questa l’opposizione che intendono articolare per i prossimi cinque anni?
    Per carità e per decenza, e per rispetto dell’intelligenza dei cittadini, cercate di essere seri.

    Quanto fin qui scritto, non significa che da parte del Comitato Abitare Ponte Milvio ci sarà un “abbassamento della guardia” nei confronti della Giunta csd Torquati.
    Anzi, stiamo riscaldando i motori.
    Non ero in aula alla presentazione delle linee programmatiche, quindi non posso pronunciarmi sull’assenza o meno, in queste, di certe tematiche calde.
    Ritengo, comunque, grave che non sia stato citato il caso dell’area di Ponte Milvio, se così effettivamente è avvenuto.
    E’ di tutta evidenza che l’operato di questa Giunta sarà costantemente sotto i nostri microscopi, in modo particolare per le questioni riguardanti il “vetrino” di Ponte Milvio.
    E faremo anche azioni preventive di sollecito sulla stessa Giunta, confidando in riposte democratiche e sollecite, a differenza dei soprusi che abbiamo dovuto sopportare con la precedente Amministrazione, quella occupata da coloro che adesso si ergono a paladini della convivenza civile.
    Ma, contestualmente, saremo inflessibili con chi, facendo una opposizione becera inutile e strumentale, ostacolerà le azioni che possano garantire la crescita in senso democratico e partecipato della qualità della vita nel nostro Municipio.

    Paolo Salonia, portavoce del Comitato Abitare Ponte Milvio

  2. Con estremo piacere saluto il Comitato e il suo portavoce Paolo Salonia e lo ringrazio per essere in procinto di riscaldare i motori. Come ho avuto modo di rispondere in conferenza stampa ad altri rappresentanti del Comitato che mi hanno detto che “mi staranno con il fiato sul collo”, spero proprio che lo facciano.

    Vorrei però ricordare al Cons. Pandolfi e al Comitato, che, come potrete constatare leggendo le linee programmatiche pubblicate sul sito del Municipio, Ponte Milvio è l’unico quartiere nominato. Non perchè sia più o meno importante di altri, ma perchè in questi anni è uno di quelli che ha riscontrato problemi fuori dal comune.

    Queste sono le linee programmatiche
    http://www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/linee_programmatiche.pdf

    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Presidente Municipio Roma XV
    danieletorquati@virgilio.it
    http://www.danieletorquati.it

  3. Roma, 14 luglio 2013.

    Coraggiose e sfidanti le linee programmatiche del neo presidente del XV Municipio di Roma, al quale auguriamo buon lavoro.

    Assente, da queste linee, ogni riferimento alla problematica di Radio Vaticana.

    Questo atteggiamento ci appare comunque in linea con quanto non era stato detto sull’argomento da tutti i candidati alla presidenza e al consiglio di questo Municipio.

    Ciò era stato d’altra parte constatato, e lo avevamo scritto, nelle interviste e nella propaganda elettorale pubblicate nei vari periodici del territorio prima delle elezioni amministrative.

    Fino ad oggi questo comportamento appare anche in linea con quanto non fatto dalle precedenti amministrazioni municipali e comunali.

    Eppure le nostre richieste le avevamo fatte e ribadite, fra cui:

    – la totale dismissione delle trasmissioni radiofoniche dal sito della Radio Vaticana di Santa Maria di Galeria, perché è inaccettabile continuare ad esporre la popolazione alle radiazioni elettromagnetiche di quelle sorgenti e continuare a dover controllare, ancora per chissà quanti anni, l’operato della Radio Vaticana;

    – l’istituzione di un registro territoriale dei tumori per controllare anche l’incidenza (persone in vita) di leucemie, linfomi e mielomi negli adulti (nello studio Marconi, è stata determinato soltanto il tasso di mortalità, per tutte le età, per quelle patologie e quindi una grande parte della popolazione è stata esclusa dall’indagine);

    – l’istituzione di una rete territoriale sanitaria di monitoraggio delle malattie leucemiche e linfatiche attraverso cui trasferire i nuovi casi individuati ai centri specialistici sanitari regionali;

    – bloccare nuove edificazioni nel territorio fino a che Radio Vaticana sarà lasciata in grado di operare.

    Eppure la nuova Giunta del XV Municipio ha, fra i suoi componenti, un assessore con delega alla Sanità e, in particolare, alle “Politiche per la promozione della salute”.

    Ma nelle linee guida del neo presidente del XV Municipio non c’è nulla di quanto richiesto dal Coordinamento dei Comitati di Roma Nord, né c’è nulla che faccia riferimento a politiche inerenti la salute dei Cittadini del territorio municipale.

    Invece, noi riteniamo che il Municipio XV possa dare il suo fondamentale contributo sugli ultimi tre punti elencati in precedenza e possa comunque battersi per raggiungere anche il primo obiettivo.

    Restiamo comunque in attesa di ricevere segnali positivi sull’argomento qui trattato da questa nuova Amministrazione inviamo distinti saluti.

    Coordinamento dei Comitati di Roma Nord
    (presidente ing. Raffaele Capone)

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome