Home AMBIENTE Con l’estate torna il rischio incendi nel Parco di Veio

Con l’estate torna il rischio incendi nel Parco di Veio

Esposizione al sole

parcoveio.jpgDa Massimo Pezzella, commissario straordinario dell’Ente Parco di Veio, riceviamo e pubblichiamo. “Ogni anno, con il caldo della stagione estiva arriva anche il fuoco che, purtroppo, brucia in Italia migliaia di ettari di bosco. Nel nostro Parco gli incendi sono quasi sempre causati dall’uomo; lo scorso anno siamo intervenuti per 51 casi di incendi e principi di incendi. Questo perché il clima della nostra zone esclude quasi totalmente la possibilità di autocombustione, dato che il massimo della temperatura raggiungibile dalla sostanza organica in decomposizione nei boschi è inferiore a quella di combustione.”

“Quindi la causa è da ricercare nei comportamenti sbagliati di chi abbandona senza remore rifiuti o gestisce i campi agricoli in modo non opportuno. L’ufficio di Vigilanza del Parco garantisce il monitoraggio del territorio per evitare la propagazione degli incendi. I Guardiaparco, dotati dell’attrezzatura e della strumentazione necessaria, si occupano del primo intervento avvalendosi, in caso di necessità, della collaborazione dei Vigili del Fuoco, della Forestale e dei Volontari della Protezione Civile. Tali interventi sono svolti, sia all’interno dei confini del Parco che nella loro prossimità, per motivi sia di prevenzione che di ausilio e collaborazione con le Amministrazioni Comunali.”

Dopo le dovute spiegazioni, Pezzella fornisce alcuni consigli su come prevenire gli incendi boschivi.

“Non accendere mai alcun tipo di fuoco nei boschi, o in prossimità degli stessi, o in aree con vegetazione secca intorno; non bruciare mai residui vegetali (foglie, frasche, rami, cespugli, stoppie, felci, ecc.), neppure fuori delle aree boscate, nel periodo di massima allerta; non accendere fuochi per barbecue, tranne che nelle aree appositamente attrezzate e autorizzate; prima di abbandonare un fuoco in un’area autorizzata verificare sempre che tutte le braci siano spente completamente, gettandoci sopra abbondante acqua; non gettare mozziconi di sigaretta, né altri oggetti dai finestrini delle auto; non abbandonare rifiuti nei boschi, che possono costituire un’esca per gli incendi; non parcheggiare auto con marmitta catalitica su terreni con erba secca; nelle zone a rischio incendi, non usare apparecchi che producono fiamme o scintille; nelle zone più esposte agli incendi, attorno alle abitazioni e ai manufatti, lungo il ciglio delle strade, mantenere il terreno sgombro dalla vegetazione arbustiva ed infestante, dai rifiuti e dal materiale facilmente combustibile”

“Ma quello più importante è questo: ogni volta che si avvista un incendio telefonare al numero verde 803 555 oppure al 1515”

Numeri Utili del Parco di Veio

Parco di Veio Uffici 06 9042774
Servizio Guardiaparco 329 3812054 – 320 4210035
Sala Operativa Regionale 803 555
Corpo Forestale dello Stato 1515
Vigili del Fuoco 115
Carabinieri 112

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome