Home ARTE E CULTURA Fimminincanto, voci di donne da nord a sud al J.P.Velly di Formello

Fimminincanto, voci di donne da nord a sud al J.P.Velly di Formello

chitarra_donna.jpgAlle 21 di oggi, sabato 27 aprile, al Teatro Comunale di Formello in viale Regina Margherita 6, concerto di musica popolare Fimminincanto, voci di donne da nord a sud, viaggiando nella tradizione italiana. Canti eseguiti “a cappella” e canti accompagnati dalla chitarra e in alcuni casi dalla fisarmonica, tamburello e una guitalele, una moderna chitarrina che rievoca il più antico mandolino. Con la straordinaria partecipazione dell’eclettico percussionista M° Massimo Carrano.

Questo concerto è il primo di due eventi del progetto Agorà, un racconto di territori, che sarà seguito il prossimo 5 maggio da una attività teatrale e musicale con coinvolgimento di alcune associazioni del territorio.

Si parte con un canto lanciato a squarciagola nei campi di lavoro, poi si inizia il viaggio da nord, dal veneto con una bellissima canzone d’amore, e piano piano si scende verso sud toccando diverse regioni: Toscana, Lazio, Abruzzo, Campania, Salento per chiudere con la Sicilia.

Nel viaggio, alcune delle più belle canzoni cantate dalle grandi interpreti della tradizione popolare come Gabriella Ferri, Caterina Bueno e Rosa Balistreri, impreziosite da alcune “chicche” di Roberto de Simone.
Sono canti d’amore e di corteggiamento, ma anche di lavoro e di rivendicazioni che raccontano tante condizioni di sfruttamento, di difficoltà, di paura e di abbandono.

Informazioni ingresso libero – info@ilnaufragarmedolce.it – 331.6175118

A cura dell’Ass. IlNaufragrarMèdolce, progetto vincitore di un bando di promozione culturale della Provincia di Roma, realizzato con il contributo della Regione Lazio.

Chiara Casarico – voce e chitarra; Laura Cuomo – voce; Tiziana De Angelis – voce; Roberto Mazzoli – chitarra, guitalele, fisarmonica e percussioni.

Repertorio: Fimmine femmine (Salento); Nina ti te ricordi (Veneto); 500 catenelle (Toscana); Maremma amara (Toscana); Sinnò me moro (Roma); Te possino da tante cortellate (Roma); E damme na mano (Salento); Pesce d’oro (Napoli – R. De Simone); Ricciulina (Napoli – R. De Simone); Tammurriata nera (Napoli); Cicirenella (Napoli); Cu ti lu dissi (Sicilia – R. Balistreri); Si maridau Rosa (Sicilia); Tarantella calabro-sicula (Calabria-Sicilia).

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome