Home ATTUALITÀ Galleria Sordi celebra Albertone in 17 scatti

Galleria Sordi celebra Albertone in 17 scatti

americano-a-roma.jpgSubito dopo il “Concerto per Alberto” che si terrà all’Auditorium questa sera, domani, domenica 24 febbraio, nella Galleria Sordi, ex Galleria Colonna, prende il via e prosegue fino al 10 aprile una mostra con le foto di Enrico Appetito, fotografo di scena e amico del grande attore, che ricorda i film più famosi di Sordi. L’iniziativa, a cura di Fondazione Sorgente Group, celebra il decennale della morte di Albertone. Sempre domenica e sempre nella Galleria, alle ore 21.30 proiezione gratuita del capolavoro “Un americano a Roma”.

A dieci anni di distanza dalla morte dell’attore romano, Galleria Alberto Sordi non poteva dunque mancare di aderire al programma di eventi che terranno vivo il ricordo di Sordi, uno dei cittadini romani più illustri e uno degli attori più cari al grande pubblico.

Le celebrazioni iniziano quindi domani con l’inaugurazione di una bella mostra fotografica organizzata da Fondazione Sorgente Group, dal titolo “Alberto Sordi in Galleria”: 17 fotografie di proprietà dell’Archivio Appetito ricostruiranno un prezioso percorso della memoria attraverso film come Il Marchese del Grillo, Il medico della Mutua, Il malato immaginario, Il Tassinaro e Polvere di stelle.

Le foto sono state scattate sui set dal grande fotografo Enrico Appetito, legato a Sordi da una profonda e sincera amicizia. La mostra vede la collaborazione dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale e della Camera di Commercio di Roma.

La giornata del 24 proseguirà con la proiezione alle 21.30 – sempre in Galleria Alberto Sordi – del capolavoro Un Americano a Roma, la pellicola di Steno del 1954, un’acuta satira dell’Italia del dopoguerra.

Sempre in Galleria, nel corso del fine settimana, grazie agli archivi di Radio Rai, verranno trasmessi brani radiofonici dei programmi di Sordi. Rideremo con “La partita di calcio” del 1949, “L’americano del Kansas City” con il Quartetto Cetra del 1955, con “Mario Pio” insieme a Gianni Agus del 1971.

“Questa mostra fotografica vuole essere un doveroso omaggio ad Alberto Sordi, celebre attore e regista che ha fatto conoscere vari aspetti della romanità contemporanea in Italia e nel mondo” – dichiara Paola Mainetti, Vice Presidente della Fondazione Sorgente Group.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome