Home ATTUALITÀ Al via la kermesse dei saldi nella Capitale

Al via la kermesse dei saldi nella Capitale

Ci siamo, mancano poche ore alla grande kermesse dei saldi invernali che sabato 5 gennaio partirà anche a Roma per protrarsi fino al 15 febbraio. I prodotti esposti per la vendita nelle vetrine esterne o all’ingresso del locale dovranno indicare in modo chiaro e ben leggibile il prezzo di vendita al pubblico, mediante l’uso di un cartello o con altre idonee modalità. Negli esercizi di vendita e nei reparti di tali esercizi organizzati con il sistema di vendita del libero servizio l’obbligo di indicazione del prezzo deve essere osservato per tutte le merci esposte al pubblico.

“A tutela degli acquisti, vorrei ricordare i dati da esporre sempre nei cartellini da parte degli esercenti – afferma l’assessore alle Attività Produttive Davide Bordoni – che sono il prezzo originario, la percentuale di sconto sul prezzo normale di vendita e il prezzo finale scontato. Come sempre, gli agenti della Polizia locale di Roma Capitale vigileranno affinché i saldi si svolgano in modo conforme alle regole”.

La Confesercenti provinciale di Roma stima che la spesa a famiglia nella Capitale sarà in media intorno ai 300 euro. I saldi arrivano in momento di difficoltà nel settore dell’abbigliamento, le associazioni dei consumatori raccomandano comunque di diffidare di sconti superiori al 50% su capi costosi e di controllare approfonditamente la qualità del prodotto che ci si appresta ad acquistare.

Non è un mistero il fatto che la crisi economica abbia avuto pesanti ripercussioni sul commercio e sulla capacità di acquisto dei romani, ma gli sconti stagionali possono rappresentare l’occasione giusta per comperare ciò che più si desidera o ciò di cui si ha bisogno senza per questo andare oltre le proprie possibilità e spendendo quanto consentito dal proprio portafoglio.
Ora più che mai dunque gli sconti stagionali rappresentano un’opportunità. Con i saldi si può acquistare ciò a cui, magari, si è dovuto rinunciare a prezzo pieno. E così non resta altro da fare che uscire di casa, dare un’occhiata alle vetrine dei negozi e fare il proprio acquisto, ponderato e ragionato.

Fabrizio Azzali

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome