Home AMBIENTE Il futuro della via Francigena passa di qui, per Formello e Campagnano

Il futuro della via Francigena passa di qui, per Formello e Campagnano

La via Francigena, itinerario culturale del Consiglio d’Europa, sta conoscendo un importante rilancio turistico nella Provincia a nord di Roma. Due paesi, Formello e Campagnano, hanno trovato, è il caso di dirlo, la “via” giusta per una sinergia in vista di un obiettivo comune: la via Francigena come occasione di messa in rete di conoscenze e professionalità, in una progettualità in cui gli enti locali operino in una configurazione aggregata.

La Via Francigena si sta dimostrando un “volano” culturale per veicolare proposte che spaziano dal turismo con i somari e la promozione di prodotti enogastronomici locali, come il pane francigeno, a Campagnano, al coinvolgimento dell’arte fotografica e la partecipazione dei bambini, come accade a Formello.

Numerosi e diversificati per l’originalità delle proposte gli eventi che i due Comuni hanno portato avanti negli ultimi mesi e che si stanno inanellando in modo intenso, a costituire un’offerta ricca dove, e i dati lo dimostrano, partecipano persone non solo dei due comuni, ma di tutta l’area a Nord di Roma e anche dalla Capitale.

L’ultimo appuntamento è per domani, sabato 8 ottobre. Si tratta del trekking “A due passi da Roma”, nel quadro della “Via Francigena Festival Collective Project 2012”. La camminata, organizzata dalla Pro loco di Formello, in collaborazione con il Comune di Formello, di Campagnano, dell’Archeoclub di Formello e della Foto-graphers I&E Immagine ed Emozione, offre un’esperienza fruibile a più livelli.

“Abbiamo voluto proporre un cammino come occasione di incontro e condivisione”, dice Daniela Pezzola che nella Pro loco di Formello si occupa della valorizzazione culturale della via Francigena. “un percorso interiore con lo sguardo affacciato all’esterno, coinvolgendo naturalisti, archeologi, ma anche fotografi che possano documentare tutto e contribuire a una promozione “virale” dell’iniziativa attraverso i social network”.

Un approccio attento al passato, ma che mira al futuro, con un accento sulle nuove tecnologie, in linea con quanto proposto già in occasione del trekking “Lo sguardo francigeno del somaro”, organizzato dal Comune di Campagnano, in cui si adottava un approccio performativo grazie alla collaborazione di Carlo Infante della Urban-experience.

“Il camminare come walk show” racconta Angelica Alemanno, che a Campagnano è la Delegata per la promozione della Via Francigena – che ha potuto promuovere recentemente anche a livello nazionale come ospite di un programma di Rai 3 – “è un metodo di fruizione del territorio che prevede l’uso della parola, giocata, ascoltata tramite cuffie, informazioni e performance emotive, alcune preregistrate, altre improvvisate al momento”.

“Il territorio camminando non viene solo percorso”, ci racconta Maura Cesolini, fotografa professionista che si occuperà di coordinare un reportage fotografico del trekking di domani, “ma letteralmente giocato attraverso il ‘terzo occhio’ fotografico. Nel percorso infatti la fotografia perseguirà l’obiettivo di arrivare a una sintesi che coniughi scrittura creativa e visione, con esperimenti tratti dal linguaggio narrativo”.

Per rafforzare la promozione della via Francigena le immagini raccolte costituiranno un reportage fotografico che avrà nel social network il suo motore propulsivo -“Facebook Francigena. Siamo tutti pellegrini”- e convergerà in una mostra a cura della Foto-graphers I&E-Immagine ed Emozione in collaborazione con la Pro loco di Formello e altre associazioni locali.

Ilaria Canali

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. ottime iniziative, sarebbe proprio ora di fare rete e di promuovere la Francigena concretamente, a partire dai responsabili in Regione e Provincia, cominciando a risolvere tutte le situazioni problematiche, di percorsi da mettere in sicurezza, degrado e rifiuti lungo i sentieri, ecc.
    Complimenti intanto a Campagnano e Formello

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome