Home ATTUALITÀ Fuochi nel cielo di Roma: la Girandola di Castel S.Angelo

Fuochi nel cielo di Roma: la Girandola di Castel S.Angelo

Galvanica Bruni

Si ripete questa sera a Roma, alle 22, un evento pirotecnico d’eccezione. E’ la Girandola di Castel Sant’Angelo, uno spettacolo storicamente noto: introdotto nella Capitale circa cinquecentotrenta anni fa sulla base dei disegni di Michelangelo Buonarroti per celebrare il pontificato di Papa Sisto IV è stato poi utilizzato per celebrare le principali festività dell’anno.

Oggi, grazie alla tecnologia che si avvale di centraline radio per l’accensione dei fuochi, 18 tecnici e un progettista sono in grado di fare – in tutta sicurezza – il lavoro che un tempo impegnava oltre cento uomini. Scrupolosamente fedeli all’antica Girandola sono le miscele dei fuochi, per garantire la brillantezza e i colori del Rinascimento. Il tutto, con tecniche complesse e grandiose come quelle del passato: 5 punti di partenza dei fuochi, oltre 400 “accelerazioni”, 600 tra “candele romane” e “fontane falistranti”.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Lungotevere Tor di Nona, Lungotevere Altoviti, Ponte Vittorio Emanuele II, Ponte Principe Amedeo Savoia Aosta, Ponte Umberto I e Via Banco Spirito sono i punti di avvistamento intorno a Castel Sant’Angelo consigliati al pubblico per godere al meglio dello spettacolo. Punti dove il Castello diventa un palcoscenico per gli spettatori sull’altra riva del Tevere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome