Home AMBIENTE Pian Dell’Olmo – Clini: non è il sito più idoneo, non c’è...

Pian Dell’Olmo – Clini: non è il sito più idoneo, non c’è ancora alcun progetto

sindaci.jpgQualche risultato l’hanno incassato i sindaci della valle del Tevere dall’incontro con il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, avvenuto ieri sera. Sono il sindaco di Rignano Flaminio, Fabio Di Lorenzi, ed il presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini, a darne la sintesi. Il primo riferisce infatti che “Il ministro ha ribadito che Pian dell’Olmo non è il sito più idoneo”. Il secondo sottolinea che ” Clini ha confermato che su Pian dell’Olmo non c’è ancora alcun un progetto”.

Poi Giacomini ha aggiunto: “noi crediamo che l’indicazione al commissario Sottile di Pian dell’Olmo sia stata fatta dalle tre figure istituzionali (Comune, Provincia e Regione) però adesso nessuno ne vuole prendere la paternità. Il ministro ha inoltre riferito che nelle prossime ore scriverà al sindaco di Roma, al presidente della Regione Lazio e al presidente della Provincia di Roma per ribadire che in assenza di un progetto non si potrà procedere con il sito di Pian dell’Olmo.”

Come si apprende da Il Messaggero di oggi, prima dell’incontro con Clini il prefetto Sottile ha ricevuto il sindaco di Riano, Marinella Ricceri, alla quale ha comunicato che i rilievi dei tecnici a Pian dell’Olmo saranno svolti insieme a rappresentanti del Comune di Riano. E se risultassero vincoli idrogeologici insuperabili, si valuteranno altre soluzioni. Tra cui quella di portare i rifiuti da qualche altra parte, magari all’estero.

Riferisce sempre il Messaggero che all’incontro con Sottile ha partecipato anche il senatore IDV, Stefano Pedica, che ha commentato: “Se gli accertamenti tecnici confermeranno l’esistenza di vincoli insormontabili per la costruzione della nuova discarica a Pian dell’Olmo il prefetto Sottile è pronto a rivedere la scelta del sito. Il prefetto ha prestato molta attenzione ai nostri dati, che rivelano che la falda acquifera si trova a 7 metri dalla superficie e non a 27 come sostiene la Regione. Insomma, la verità è ben diversa da quella che hanno raccontato Alemanno, Zingaretti e Polverini, e presto verrà a galla”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome