Home ATTUALITÀ Da Prima Porta: egregio presidente Giacomini…

Da Prima Porta: egregio presidente Giacomini…

email1.jpgUna lettera aperta al Presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini. Ad inviarla, diffondendola contestualmente alla stampa locale, è Giampiero Pirri, residente a Prima Porta, che così la spiega: “ho inviato questa lettera dopo aver raccolto una serie di lamentele di abitanti di Via Saronno (con esclusione di quelli del Consorzio Via Saronno) che avevano effettuato una raccolta di firme e presentato una petizione” nel corso del 2011.  Ne riportiamo qui di seguito il testo.

“Buona Pasqua a lei e alla sua Giunta. In occasione del Natale 2011, come certamente ricorderà, ho avuto occasione, insieme ad una dozzina di abitanti di Via Saronno, di formulare i migliori – ma ridotti della metà – auguri di Buon Natale per gli evidenti parziali interventi preparatori di asfaltatura di Via Saronno malgrado la petizione degli abitanti.
Ella, con molta disponibilità – di cui, a ragione, si favoleggia – nel concederci l’onore di riceverci presso i suoi uffici di rappresentanza di Via della Giustiniana 204, alla nostra richiesta di chiarire il programma degli interventi ebbe a sintetizzare che la parzialità dell’asfaltatura era riconducibile a: “sarà difficile; vedremo; non ci sono i fondi; quella prevista è il Parco (sic); mi interesso; troveremo la copertura economica” ecc.
E in nostra presenza, telefonò personalmente al suo Assessore all’Urbanistica Giuseppe Mocci, per caldeggiare una soluzione ottimale al fine di esaudire le richieste dei cittadini postulanti.”

“Finalmente il 12 marzo scorso, si è concluso il ciclo degli interventi: evviva! Ma vediamo i passaggi più significativi della sequenza degli avvenimenti:
1 – Via Saronno a Prima Porta: strada in parte pianeggiante e in parte in salita, da anni dissestata per passaggio di ruspe e camion per notevole edificazione e per interventi abusivi (?) per la realizzazione di cordoli e muri che limitano il deflusso delle acque piovane;
2 – estate 2011: inizia raccolta di firme degli abitanti ‘in salita’ e ‘storici’ (circa 80 famiglie e 200 firme) per una richiesta di intervento del XX Municipio di sistemazione dell’intera strada cui si unisce l’unica firma del Centro Ippico di Via Lonato (strada di campagna senza uscita) attrezzato anche per riunioni, ricevimenti e Scuola di ballo;
3 – il ‘cavallaro’ di Via Lonato si propone di presentare personalmente la petizione al Presidente Giacomini, assicurando una conoscenza diretta per una fattiva sensibilizzazione;
4 – prima decade di dicembre 2011: raschiatura asfalto tratto pianeggiante di Via Saronno e di breve tratto semi asfaltato di Via Lonato con sopralluogo del Presidente Giacomini e dell’Assessore Mocci;
5 – il 14 dicembre formulazione metà auguri di Natale di una Delegazione di firmatari con richiesta di chiarimenti per l’intervento parziale;
6 – il 13 gennaio asfaltatura della parte pianeggiante di Via Saronno e di via Lonato fino al Centro Ippico con estensione del manto stradale fin dentro la proprietà privata del ‘cavallaro’ per oltre 30 metri;
7 – il 12 marzo 2012: asfaltato piccolo tratto via Saronno non terminato prima, ulteriore asfaltatura ex-novo di un’area interna del Centro Ippico per 20 metri circa e copertura con alcune toppe di asfalto di alcune buche presenti in Via Saronno nel tratto in salita dove abitano il 99,99 % dei firmatari della petizione.”

“Presidente Gianni Giacomini, l’apprezzamento manifestato da alcuni per l’originalità artistica delle toppe di scuola naif o Folk Art mi spinge a manifestarle un suggerimento: estendere simili interventi a toppe anche in altre vie di Prima Porta per valorizzare ancor meglio le strade della borgata; che bello!
A Roma, il XX Municipio potrebbe distinguersi istituendo un apposito Assessorato delle Toppe! ”

“Presidente Giacomini, in altri, però, è sorta spontanea una notazione: perché malgrado i propositi di valutare positivamente le nostre istanze, lei e l’Assessore all’Urbanistica avete privilegiato il transito di ballerini, somarelli e cavallini, trascurando le potenzialità elettorali di tanti cittadini che restano in attesa di conoscere le motivazioni per gli evidenti ed incomprensibili favoritismi?
Come mai non ha valutato più meritevole ‘elettoralmente’ intervenire anche nel breve tratto di Via Lonato dove, adiacente al Centro Ippico, è presente l’Auriga con un Centro di ippoterapia frequentato da bambini disabili che non ha avuto il medesimo privilegio dell’asfaltatura neanche nel tratto ‘pubblico’ ?
Ringrazio per l’attenzione.Giampiero Pirri”

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Mi preoccupo per la mancata apertura al traffico di Via Saronno, Bloccata dai nuovi residenti o dai nuovi costruttori! Anche di Via Lonato, che dovrebbe essere riaperta! Si eviterebbero lunghe file, almeno il mattino per l’apertura delle scuole di Via Concesio e di Valle Muricana… almeno per chi deve procedere verso la Via Cassia o Santa Cornelia! Visto che da oltre trent’anni, esiste un progetto che colleghi la Cassia Veientana con Via Flaminia, altezza Cimitero!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome