Home ATTUALITÀ Il viaggio verso Sud di Fiorella Mannoia

Il viaggio verso Sud di Fiorella Mannoia

fiorella-mannoia.jpgAl via il tour di Fiorella Mannoia in diverse città della penisola per far conoscere al grande pubblico il suo ultimo album “Sud”, dedicato al Sud del mondo. Se ne è parlato ieri, giovedì 22 marzo, a Saxa Rubra, in una conferenza stampa tenuta all’interno del Gran Teatro. Sul palco, al suo fianco, dieci ragazzi brasiliani figli delle favelas che Projeto Axè, un’organizzazione no-profit nata in Brasile e dedita al recupero dei bambini di strada attraverso l’arte, la musica e la danza, ha riscattato dalla vita di strada facendone artisti straordinari.

Da oggi, 23 marzo, a Bologna, poi domani al Palalottomatica di Roma, il 26 a Napoli, il 28 a Pordenone, il 30 a Firenze, il 31 a Milano, il 4 aprile a Torino e poi in altre piazze ancora questi dieci ragazzi brasiliani accompagneranno dunque la cantante in tutte le tappe cantando e ballando sul palco per portare la storia, la cultura e il messaggio di speranza della loro terra.

Fiorella Mannoia, testimonial di Progetto Axé Italia Onlus  li ha infatti voluti con sé come testimonianza che la vita può cambiare anche grazie alla cultura, all’arte, alla musica.  E grazie alla metodologia di Projeto Axé, che pare abbia già ottenuto grandi risultati visto che solo in Brasile si parla di oltre 18mila bambini e ragazzi di strada aiutati.
Ma il tour dei ragazzi Axé rappresenta anche una grande occasione per trasferire nel nostro paese la metodologia educativa dell’Axé, confidando nella sua utilità a molteplici situazioni di vulnerabilità e disagio esistenti in Italia.

Tornando all’album, in una recente intervista all’Ansa Fiorella Mannoia ne ha raccontato la genesi. ”Ho maturato l’idea del disco dopo aver letto il libro di Pino Aprile ‘Terroni’. Sono rimasta scioccata dal fatto che quello che abbiamo letto nei libri di scuola e’ lontano da quello che e’ veramente successo intorno all’unita’ d’Italia. Volevo nel mio piccolo fare qualcosa per ridare al Sud un po’ della dignità che le era stata tolta. Poi naturalmente lo sguardo si e’ allargato al tutto il Sud del mondo, a tutti quei paesi saccheggiati, violati e abbandonati a se stessi come l’Africa, terra di conquista per eccellenza. Non pretendo di cambiare le cose, ma di cercare attraverso la musica di rappresentarne la gioia, la disperazione, la nostalgia, e la migrazione dei popoli”.

E’ una smagliante Fiorella Mannoia quella che abbiamo visto ieri in conferenza stampa, circondata dai dieci ragazzi. Semplicemente disinvolta in jeans e maglietta, ma affascinante come sempre, ha dimostrato ancora una volta di essere quella che è: una grande, seria e bella professionista della musica italiana.

Ed a proposito di magliette, una particolarità: in tutte le tappe del tour, Fiorella ed i ragazzi indosseranno magliette realizzate appositamente per l’occasione dal noto brand “Impure“, un nome che va per la maggiore nel mondo della moda giovanile, un marchio tutto italiano che sposando il concetto di “social fashion” si è dato l’obiettivo di comunicare attraverso il cotone, facendosi portatore di simboli universali, icone, valori, modi di pensare aperti, liberi e contemporanei.

Edoardo Cafasso

sud.JPG

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome