Home ATTUALITÀ XX Municipio: stop al massacro di cani in Ucraina

XX Municipio: stop al massacro di cani in Ucraina

godot2.JPGDa mesi si stanno alzando cori di protesta sulla stampa e su internet contro la politica adottata in Ucraina per contenere il fenomeno del randagismo in vista dei Campionati Europei di Calcio 2012. Alcuni europarlamentari hanno chiesto alla Commissione europea di intervenire nei confronti di questo paese per indurlo ad adottando metodi diversi dalla cattura violenta a cui fa seguito la morte certa.

Di questo ha dibattuto il Consiglio del XX Municipio nella seduta di lunedì 5 marzo discutendo un documento presentato dai consiglieri PdL Sonia Costantini, Marco Petrelli e Francesco Petrucci nel quale si legge che “basterebbe una campagna di prevenzione per limitare le nascite, invece di intraprendere una strada come ha scelto l’Ucraina, di stermino totale , con metodi a dir poco riprovevoli ammazzando tramite avvelenamento, percosse e fucilazione.”

“E’ notizia di questi giorni – continua il documento – che esistono forni crematori ambulanti, dove i poveri animali vengono gettati ancora vivi. Nessuna società civile può accettare un simile orrore, che va contro ogni valore morale e principi fondamentali dello sport. E’ quindi doveroso come cittadini, ma soprattutto come istituzione, assumere una posizione di condanna verso un crimine di tale entità ed efferatezza”.

Un tema assai delicato sul quale il Consiglio ha trovato l’unanimità. Il documento è stato quindi approvato e nello stesso si chiede al Presidente del Municipio di intervenire sul Sindaco di Roma e sulla Presidenza della Regione Lazio affinchè venga inoltrata all’ambasciata Ucraina in Italia una formale condanna di protesta e la richiesta di sospensione immediata del massacro.

“Con questo atto – affermano Francesco Petrucci ,Sonia Costantini e Marco Petrelli – abbiamo sentito la necessità di richiamare l’attenzione della collettività sulla vicenda, sostenendo tutte quelle persone e associazioni che da diversi mesi si stanno battendo sia attraverso i social network denunciando il massacro e come l’OIPA Italia Onlus – Sez.Ucraina che attraverso i suoi delegati è andata in soccorso dei randagi.”

“Come consiglieri in primis e come amanti degli animali avvieremo una raccolta firme che consegneremmo anche agli organi sportivi del Calcio Internazionale affinché questo inutile massacro non si ripeta per il futuro. Nell’iniziativa – concludono i tre consiglieri – avvieremo inoltre una campagna di sensibilizzazione alla sterilizzazione di cani e gatti al fine di contrastare il fenomeno del randagismo.”

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Visto che gli amministratori del municipio non riescono a risolvere :

    il problema della voragine di via Comparini;
    il degrado in via Gradoli;
    l’apertura in sicurezza nei due sensi della strada di Fondovalle;
    il caos mobilità quotidiano nella via Cassia e Flaminia;
    l’abusivismo edilizio e commerciale;
    la gestione del verde nei parchi pubblici in ampio abbandono;
    le zone senza illuminazione che sono un pericolo pubblico ;
    gli autobus che non riescono a passare per i parcheggi illegali (vedi 039 a Labaro);
    trenini indecenti , corse cancellate, utenza trattata peggio delle bestie…

    e si potrebbe continuare… E loro approvano ordini del giorno sui cani dell’Ucraina o su proposte strumentali sulla toponomastica . Sono una classe dirigente del tutto inadeguata e incapace di capire come si amministra un territorio e con quali priorità … Un vero fallimento per la città e per il municipio XX.

  2. Caro Vincenzo, una classe dirigente che si rispetti, non può non avere la Sensibilità di sposare una campagna a difesa di animali indifesi, hai ragione sicuramente esistono priorità più importanti nella nostra città, ma non si può rimanere”muti” verso questa gratuita Crudeltà.

  3. Caro Vincenzo, mi chiedo come sia possibile ritenere lo sterminio di esseri indifesi meno importante dei problemi di viabilità…

    A mio avviso, questa è un’ottima iniziativa, che nulla toglie alla risoluzione delle altre problematiche che hai elencato.

    Vi prego di tenerci aggiornati, soprattutto sulla raccolta firme.

  4. è un problema legato a competenze, priorità ed effettività di ciò che si fa. Si fa presente al ministro degli esteri affinchè faccia presente al governo ucraino che nel XX Municipio sono preoccupati per la morte dei cani ucraini … e quello correranno subito al riparo difendendo i poveri esseri indifesi. Nel frattempo il comune di Roma taglia 700 milioni di euro dai bilanci municipali lasciando più soli gli anziani non auto sufficienti, i portatori di handicap, i posti negli asilo nido… Ma questi non sono problemi dei nostri consiglieri municipali ?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome