Home ATTUALITÀ Roma, emergenza neve: stop alle auto senza catene

Roma, emergenza neve: stop alle auto senza catene

Dalla mezzanotte di venerdì 3 febbraio e fino alle 12 di domenica 5, possono circolare a Roma soltanto veicoli muniti di catene o gomme da neve. Lo ha stabilito il sindaco Gianni Alemanno emettendo, in accordo con il Prefetto di Roma, una specifica ordinanza. Le previsioni infatti non lasciano presagire nulla di buono per la nottata e per la giornata di domani.

Già da questa sera, come si apprende sul sito della protezione Civile della Capitale, le precipitazioni andranno assumendo carattere esclusivamente nevoso a tutte le quote, persistendo poi nel corso della nottata e nella prima parte della giornata di domani.

I meteorologi sembrano essere tutti d’accordo: anche sabato a Roma ci saranno dunque nevicate molto intense, superiori a quelle avvenute oggi: si presume che potranno cadere fino a 20 centimetri di neve.
Le temperature saranno in diminuzione, soprattutto le minime con il forte rischio di gelate fra la sera di sabato ed il mattino di domenica.

“Stiamo operando soltanto con le nostre forze perché purtroppo, in questo momento la protezione civile nazionale è impegnata in ben altri scenari. Abbiamo fatto tutto quello che era previsto nei protocolli della protezione civile. Siamo di fronte a una nevicata che non si registrava da 30 anni e quindi delle situazioni difficili sono purtroppo inevitabili. Stiamo mobilitando tutto il personale e i volontari disponibili e tutto l’apparato pubblico” – ha detto il sindaco Alemanno, a margine del sopralluogo presso la sala operativa della Protezione civile, aggiungendo che “secondo le previsioni meteo, domenica tutto questo dovrebbe essere finito anche perché comincerà l’emergenza gelo che ci porterà a dover fare un piano freddo per evitare che qualcuno possa sentirsi abbandonato a se stesso e senza un tetto sopra la testa”.

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. ha fatto bene, ieri molti lo schernivano per aver sospeso le attivita’ didattiche, pensate cosa sarebbe successo oggi con le scuole aperte …….e’ una nevicata che non si vedeva dal 1985, tra l’ altro si aspettava per la serata e non per le 12, a Roma quando nevica e’ cosi’, non siamo preparati, nessuno ha le catene in auto se non quelli che vanno abitualmente in settimana bianca, nonostante gli avvisi oggi giravano centinaia di motorini e scooter, io ho lasciato l’ auto fuori dell’ ufficio e mi sono fatto 5 km. a piedi in mezzo a neve e fango, pero’ e’ cosi’ e’ un evento eccezionale e come tale bisogna considerarlo, non puo’ essere sempre colpa del sindaco

  2. dare sempre la colpa a qualcuno serve a poco, l’Italia intera è sotto schiaffo, nella civilissima romagna , 300 persone sono rimaste bloccate in un treno vicino Forlì, l mezzi spazzaneve sono occupati dove il rischio è maggiore..possibile che non si riesce a capire ?

  3. Premetto, non ho nulla contro il Sindaco; Anzi lo apprezzo. Però, dice…abbiamo fatto tutto quello che era previsto nei protocolli della protezione civile, Io non penso che i protocolli prevedono l’abbandono dei pendolari sui treni, l’abbandono degli automobilisti per strada, la latitanza di polizia municipale, forze dell’ordine e AMA (naturalmente parlo della periferia), ho percorso in circa 5 ore via boccea, via mattia battistini, via aurelia, via della storta, via braccianese senza incotrarne un rappresentante impegnato nel dare assistenza. O sono sfortunato io o molti dei suoi collaboratori non sono all’altezza del compito.
    Saluti

  4. Invece di mettersi intorno ad un tavolo intorno ad un tavolo (comune, provincia, regione e stato) per risolvere i problemi.
    Alemanno scarica le colpe sulla protezione civile e la provincia!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome