Home ATTUALITÀ XX Municipio – Sciarretti, Petrelli, Petrucci (PdL): lo ribadiamo, non accettiamo lezioni...

XX Municipio – Sciarretti, Petrelli, Petrucci (PdL): lo ribadiamo, non accettiamo lezioni da Pasquali

In una nota congiunta, i consiglieri PdL del XX Municipio Luciano Sciarretti, Marco Petrelli e Francesco Petrucci respingono al mittente, cioè al Capogruppo di Futuro e Libertà alla Regione Lazio, Francesco Pasquali, l’accusa di aver trasformato il municipio in una succursale leghista. E nel farlo affermano “di non accettare lezioni di moralità e di politica dal consigliere eletto alla Regione Lazio nel listino bloccato del PdL e transfugo in altri partiti non rappresentativi degli elettori”.

In particolare non condividono quanto dichiarato da Pasquali sulle presunte vittorie di Pirro che avrebbe ottenuto il presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini, in relazione alla vicenda dei lucchetti di Ponte Milvio.

“I problemi da risolvere nel nostro municipio sono molti e non ci siamo mai tirati indietro di fronte alle nostre responsabilità, in particolare al disastro lasciato dagli alleati di Pasquali (Rutelli e company). Il Presidente Giacomini – affermano i tre consiglieri – ha ottenuto risultati fino a poco tempo fa irraggiungibili, cosa che potranno giudicare gli elettori. Infatti la partecipazione civica degli eletti del municipio in questi anni è stata indirizzata al miglioramento e alla tutela del territorio.”

“Vogliamo ricordare – incalzano Sciarretti, Petrelli e Petrucci – alcuni risultati raggiunti dal Presidente Giacomini: video sorveglianza Ponte Milvio e Via Gradoli; nuova sede del Municipio; nuovo anagrafico a Cerquetta, nuovo nido a La Giustiniana; nuovo centro anziani Isola Farnese; illuminazione pubblica in Via due Ponti-Santa Cornelia e numerose strade della periferia romana; inizio fase di completamento collettore Roma Nord; nuovo impianto fognario a Cesano (atteso da vent’anni); apertura via Cassia antica e cosa più fondamentale, il rapporto quotidiano con la cittadinanza, cosa che chi non è stato chiamato a ricoprire incarichi pubblici senza mai confrontarsi con il voto di preferenza non può capire. “

“Quindi se essere succursale della Lega, come dichiarato, significa tutelare, difendere il proprio territorio, allora – concludono – noi lo siamo a pieno.”

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. …ai 3 “MOSCHETTIERI” …….. ma non c’erano anche loro al governo del Municipio al tempo del “disastro passato”…??? ..”risultati fino a poco tempo fa irraggiungibili..” Pertanto loro tre non hanno fatto nulla di buono prima….!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome