Home ATTUALITÀ XX Municipio – Mori (PdL): Inquietanti parole del Coordinatore PD XX su...

XX Municipio – Mori (PdL): Inquietanti parole del Coordinatore PD XX su consociativismo, i vertici smentiscano

Da Giorgio Mori, consigliere PdL nel XX Municipio riceviamo e pubblichiamo. “Ho letto con sconcerto le parole del coordinatore PD del XX Municipio che, commentando le mie dimissioni da Presidente di Commissione Politiche Sociali sul quotidiano VignaClaraBlog.it (leggi qui) riferisce che si scopre che deliberazioni concrete nel Municipio Roma 20 sarebbero orientate a soddisfare clientele familiari, elettorali e per accontentare maggioranza e opposizione.” Tale affermazione gravissima, se non smentita immediatamente dai vertici municipali del PD può essere interpretata solo come un’autodenuncia o come il riconoscimento di notizie utili a identificare rapporti clientelari nelle deliberazioni municipali.”

“Nel comunicare le mie dimissioni – continua Mori – io avevo effettivamente sollevato il problema della “colpevole complicità delle opposizioni”, ma mi riferivo semplicemente alle responsabilità dei gruppi consiliari nelle scelte di indirizzo politico, mentre adesso non posso che esprimere inquietudine per le parole pronunciate dall’esponente politico del PD locale, ancor più perché esse, in un momento molto delicato per la politica italiana, possono delegittimare ulteriormente il nostro operato con conseguenze gravissime per la credibilità dell’intera nostra classe politica.”

“Se dovessero invece trovare conferma – conclude il consigliere – le dichiarazioni del coordinatore PD XX, che non è un cittadino qualunque, lascerebbero ai cittadini prospettive sconcertanti sulla effettiva capacità del PD di proporsi come seria e onesta alternativa di governo a livello comunale e municipale”.

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Nessun consociativismo. IL PD e il gruppo municipale del XX stanno all’opposizione e non si prestano a manovre clientelari. Difendono diritti e presentano proposte che favoriscano il bene comune non gli interessi di pochi. Non è la prima volta che la maggioranza si contraddice e si divide : la commissione politiche sociali aveva bocciato la proposta di piano regolatore sociale del comune perchè inadeguata alle esigenze della città. Il PDL in Consiglio la ha poi approvata con il voto contrario del PD e delle altre opposizioni.
    Non è la prima volta che il PD denuncia l’inadeguatezza politica delle scelte della giunta municipale e si accontenta l’opposizione solo quando si fanno bandi trasparenti, che rispondano a esigenze reali della comunità e a priorità e urgenze. e qualche volta è successo, anche se parzialmente e poche volte, persino nel XX Municipio. A questo mi riferivo nella frase incriminata.

    Vincenzo Pira

  2. Egregio Pira, peccato….. ha perso un’ottima occasione per dimostrare (finalmente) che un politico potesse dire la verità…. Prima lancia il sasso e poi….. 🙁

  3. Strano municipio questo, dove alcuni consiglieri del PDL votano contro la
    maggioranza, mentre i consiglieri dell’opposizione votano a favore.
    Un municipio dove spuntano i manifesti di un sedicente comitato che
    denunciano gli sprechi del PDL, ma quel comitato non esiste.
    Un municipio dove il Presidente va in televisione a braccetto col capo
    dell’opposizione.
    Un municipio dove il coordinatore di un partito dice che i fondi sono
    distribuiti a pioggia tra maggioranza e opposizione.
    Un municipio dove preti fasulli mettono cassonetti tarocchi per raccattare
    i vestiti dei poveri e il municipio avvalla l’operazione.
    Il XX° Municipio è come gli altri o …. sono tutti così …?
    Angela Atene

  4. @Sig. Decio, chi mi conosce sa bene che non le mando a dire e non mi nascondo dietro diplomazie o tatticismi. Che nel nostro municipio l’opposizione e il PD in particolare non riescano con effettività a contrastare una politica vergognosa della maggioranza è un dato di fatto. Hanno i numeri per fare ciò che vogliono; e politicamente hanno avuto il consenso dei cittadini per farlo. Purtroppo troppo spesso non rispettano le regole di una buona amministrazione democratica e le loro divisioni interne aggravano la situazione. LA giunta municipale e la maggioranza che l’appoggi in Consiglio hanno la responsabilità della mala amministrazione del Municipio . I nostri consiglieri lo hanno spesso denunciato anche in VCB.
    Veda per esempio : https://www.vignaclarablog.it/2010112312683/xx-municipio-gruppo-pd-denuncia-due-appalti-poco-trasparenti

    Per mesi hanno boicottato le sedute del Consiglio. Hanno approvato il bilancio fallimentare del Comune. Hanno approvato il piano regolatore sociale che è fatto di tagli ai servizi fondamentali. Il presidente si è preso da tale bilancio 150 mila euro che gestisce soggettivamente.

    Che i fondi per le politiche sociali e i bandi per le politiche culturali siano spesi senza una chiara strategia e definizione di priorità condivise lo riconfermo.

    Non ho detto e non accetto l’accusa di consociativismo o di corresponsabilità con la maggioranza perchè non corrisponde al vero. E su questo rispondo alle critiche ma non vado dietro a chi insulta o fa libere interpretazioni vicine alla falsità.

    Accettiamo le critiche e ringraziamo chi ci aiuta a capire e a migliorare il nostro impegno politico nel territorio. Sentiamo la responsabilità del 48 % delle persone che non va a votare schifata da un modo inadeguato di fare politica. Ribadisco il nostro impegno a fare meglio e a dare alla città e al Municipio un governo più vicino alle esigenze dei cittadini. Aperti al dialogo e al confronto e con l’esigenza di promuovere partecipazione e corresponsabilità con chi condivide la necessità di cambiare.

  5. Signora Angela Atene, quello che dice in molti casi è vero (consiglieri PDL che votano contro la maggioranza, manifesti di un sedicente comitato, un Municipio dove preti fasulli mettono cassonetti tarocchi), ma in altri non capisco bene quello che vuole dire.

    Per quanto riguarda i cassonetti gialli il sottoscritto che, secondo lei va a braccetto con il Presidente, ha denunciato la questione e fatto votare un atto che ha portato alla revoca di un’autorizzazione che sin dall’inizio abbiamo contestato. Come può verificare in questi due link.
    https://www.vignaclarablog.it/2010112912772/xx-municipio-si-chiude-in-un-amen-la-saga-dei-cassonetti-gialli-di-monsignore/

    https://www.vignaclarablog.it/2010120912909/xx-municipio-torquati-pd-quando-chi-rimuovera-cassonetti-gialli-di-monsignore/

    L’altra questione che vorrei chiarire è che non si può generalizzare quando si parla di opposizioni. Il PD non ha mai votato con la maggioranza, se non per questioni strettamente collegate a specifici bisogni territoriali e tra l’altro in più di un’occasione ha denunciato la maggioranza di non essere unita ed incapace di gestire un Municipio di 158.000 abitanti, come ampiamente è stato descritto nella conferenza stampa dei Gruppi PD e Sel, in occasione delle otto sedute di Consiglio andate deserte.
    https://www.vignaclarablog.it/2011042714460/il-xx-municipio-e-paralizzato-lo-denunciano-pd-e-sel-in-conferenza-stampa/

    La distribuzione a pioggia di cui lei parla, e a cui ha fatto riferimento anche il nostro coordinatore Vincenzo, è quello che denunciamo da circa tre anni. Ci siamo sempre dimostrati contrari, nelle parole e nei fatti, allo spacchettamento dei fondi della legge 328 e 285, in quanto riteniamo che i micro finanziamenti di tali leggi risultano essere poco incisivi per il territorio e in molti casi anche dannosi perché non duraturi negli anni.

    Infine mi dispiace veramente averle dato l’impressione che durante la trasmissione di Roma Uno il sottoscritto “andava a braccetto con il Presidente”. In quell’occasione, a differenza delle sedute consiliari, ho preferito parlare in modo pacato e netto perché non mi sono mai piaciute le trasmissioni dove l’arroganza e la confusione sono tratti distintivi di un dibattito politico becero e qualunquista.
    Penso che la differenza tra il Gruppo del PD, reale opposizione in XX Municipio, e il PDL sia nitida non nella forma, ma nella sostanza. Quello che mi dispiace è che per 17 anni i cittadini non abbiano mai dato modo al centrosinistra e in particolare al PD di governare il XX Municipio e credo che sia proprio ora che questo avvenga sia per i meriti che il PD in questi anni ha avuto, sia per i cittadini che meritano di meglio.

    Daniele Torquati
    Capogruppo PD Municipio Roma XX
    danieletorquati@virgilio.it

  6. Me sei piaciuto danie ar popolo je piaciono e persone vere.
    Ragazzi de tutti i colori dateve da fa perche er tempo passa er marcontento cresce.
    Me sei piaciuto quanno hai detto che voti in base a cio che viè proposto “cosi sa da fa”.
    Scusate ma io nun so parla bene come l’artri ma v’assicuro che ce VEDO BENE.
    Dentro a sto municipio dovete accantona l’anziani no perche nun so boni , ma stanno a mantene n’piedi n’castello de carta (PARTITOCRAZIA).

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome