Home AMBIENTE Formello – Legambiente cancella tre discariche nella Valle del Sorbo

Formello – Legambiente cancella tre discariche nella Valle del Sorbo

Recuperati i resti di un intero ufficio gettato nel fosso sotto il Santuario, tende abbandonate in un’area campeggio abusiva e un’enorme quantità di immondizie. Il Comune manderà una ruspa a rimuovere i rifiuti abbandonati in un’area parcheggio. Individuata nell’acqua una carcassa di automobile nel cuore del Parco di Veio.

Una boccata d’aria per l’ambiente naturale della Valle del Sorbo. Questo è stata “C’è un ufficio nel bosco, Ripuliamo il Sorbo” la giornata ecologica organizzata da Legambiente Formello nel Parco di Veio. Alla fine è stato addirittura necessario prevedere l’intervento di una ruspa per rimuovere i rifiuti recuperati. Sono stati bonificati dalle discariche abusive, che nascono addirittura all’interno dell’area protetta, tre punti lungo un’area attraversata dalla via Francigena.

Trenta volontari – tra cui anche famiglie con bambini aggregatisi ai soci di Legambiente – hanno ripulito così, nel corso di una mattinata di lavoro, la zona del vecchio tiro a segno, un’area “pic nic e campeggio” ed un fosso sotto il Santuario del Sorbo, nel quale giacevano appunto i resti di un intero ufficio smaltito in mezzo al bosco da qualche incosciente.

Nell’acqua è stata trovata addirittura una carcassa di un’auto, ma con la sola forza delle braccia non è stato possibile rimuoverla. Legambiente tornerà alla carica per far eliminare anche quel rottame.

“E’ vero: abbiamo trovato il materiale di un intero ufficio, due siti con resti di campeggi abusivi con tende, fili elettrici, stereo, rifiuti di feste improvvisate nella zona barbeque, mobili e divani e tantissima immondizia di ogni genere” testimonia Claudia Loriga, presidente del circolo Legambiente di Formello.

Ma i volontari nel corso della bella giornata autunnale non si sono limitati a “riqualificare” questi spazi verdi, hanno fatto di più. Nei luoghi dove sorgevano le discariche hanno piantato dei cartelli che con lo slogan “Non gettare qui, porta al centro” invitano chiunque torni nella stessa zona animato da l’intenzione di disfarsi abusivamente di qualcosa a rivolgersi invece all’isola ecologica comunale di Valle Scurella a Formello.

“Andare lì non costa nulla – dicono al circolo di Legambiente – è gratis e lecito. Ed inoltre garantisce che quei materiali ingombranti possano essere riciclati o smaltiti correttamente”.

La giornata è stata svolta in collaborazione con l’amministrazione comunale di Formello che ha inviato a fine mattinata i camion per la raccolta dei tantissimi sacchi radunati dai volontari. Il Comune di Formello si è inoltre impegnato ad inviare la settimana successiva una ruspa per il ritiro del materiale ingombrante abbandonato nell’area del parcheggio.

Una documentazione fotografica dello scempio e del suo risanamento avvenuto sabato 26 novembre è disponibile sui siti di Legambiente Formello, a partire da quello ufficiale www.legambienteformello.it per arrivare a Facebook, Flickr (www.flickr.com/photos/legambienteformello) e Twitter.

“Grazie alle mani entusiaste ed instancabili dei volontari e all’iniziativa promossa dal nostro circolo – conclude la presidente del circolo Legambiente Formello, Claudia Loriga – l’area del Parco di Veio più frequentata per le gite e le feste domenicali dei formellesi (e non solo) e dai numerosi pellegrini che da ogni parte del mondo la attraversano percorrendo la via Francigena, è di nuovo più accogliente e pronta per essere da scenario e protagonista di indimenticabili momenti sia per chi vi abita sia per chi, nel lungo pellegrinaggio, la attraversa ricordandola, ci auguriamo, come un’esperienza positiva per il meraviglioso paesaggio”.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome