Home ATTUALITÀ XX Municipio – Tolli (PD): idoneità alloggiativa, fare chiarezza e subito

XX Municipio – Tolli (PD): idoneità alloggiativa, fare chiarezza e subito

Per esigenze interne, il servizio al pubblico inerente il rilascio del certificato di idoneità alloggiativa è sospeso fino a data da definirsi” Così si legge da alcuni giorni sul sito del XX Municipio. Non si dice, ma si è saputo, che è in corso un’indagine della magistratura sull’operato dell’ufficio preposto. A tal proposito Marco Tolli, consigliere PD, così dichiara: “Se le indagini della Procura della Repubblica, tese ad individuare eventuali illeciti sulle procedure di rilascio dei certificati di idoneità alloggiativa, dovessero trovare riscontro, saremmo di fronte all’ennesimo scandalo nel XX Municipio.”

“L’attestazione di idoneità alloggiativa è un certificato richiesto dalla Questura – spiega Tolli – necessario per il ricongiungimento familiare da parte di cittadini stranieri non appartenenti alla U.E. e in regola con le norme sul soggiorno o più semplicemente per il rilascio della carta di soggiorno. Le domande devono essere presentate nel Municipio di competenza che, tramite gli uffici, è chiamato a verificare quanto dichiarato dal proprietario dell’immobile.”

“Il XX Municipio è inoltre risultato il territorio più colpito dall’abusivismo edilizio e, per via degli alti valori immobiliari, maggiormente aggredito dalla speculazione. Va inoltre ricordato che nel nostro territorio siamo da tempo in presenza di odiosi fenomeni speculativi dove anche piccoli locali totalmente inadeguati dal punto di vista edilizio vengono messi a reddito ospitando perlopiù cittadini stranieri. L’esercizio di governo non può e non deve prescindere da questa riflessione.”

“In attesa che la magistratura completi le indagini ritengo – conclude Marco Tolli – che il Presidente del Municipio e la giunta municipale abbiano il dovere di relazionare in aula sulle attività svolte negli ultimi anni dal Municipio e chiarire se sono fondate le notizie che emergono relative ad una totale assenza del Municipio nelle verifiche edilizie rispetto alle documentazioni presentate.”

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Due pesi, due misure. Un locale di circa 25 mq, realizzato negli anni 70-75, condonato nel 2004, pagati oneri concessori, oblazione, tassa regionale del 10%…. Tutto inutile. Ricevo dal XX Municipio – UOT lettera di ingiunzione per rimuovere o demolire l’opera “abusiva”. Strano: come assiduo frequentatore del Municipio, non riesco ad ottenere la concessione edilizia, condizione necessaria per il rilascio del certificato di idoneità alloggiativa. Per le indagini della Procura sul rilascio di tali certificati, illeciti, nutro perplessità. Convinto che gli uffici tecnici del Municipio, rilasciano documentazione valida, sulla base degli atti e dati presentati da tecnici abilitati. Il tecnico da me incaricato, non è stato all’altezza. Il sottoscritto, colpevole, ne paga le conseguenze.

  2. Per i residenti di via Gradoli la notizia dell’indagine in corso da parte della Procura
    della Repubblica non rappresenta certo una sorpresa, semmai una conferma circa i sospetti e le illazioni sulle “modalità” procedurali dell’Ufficio in questione.
    Adesso si può capire come taluni proprietari (in verità pochi) dei famigerati loculi
    interrati abbiano potuto esibire il certificato di idoneità alloggiativa , sia in occasione dei controlli congiunti nelle suddette unità immobiliari, sia in sede di ricorso al TAR per gli immobili già oggetto di ordinanza sindacale di sgombero.
    Come si dice in questi casi attendiamo pazienti e speranzosi che la magistratura….
    Al sig. Casimiro dico che gli Uffici Tecnici rilasciano i certificati sulle base delle ralazioni di parte, il più delle volte senza alcuna veifica sul campo. Io credo che il suo tecnico non sia stato incapace ma, forse, non abbia unto a dovere gli opportuni ingranaggi !

  3. Non credo sia necessaria una spiccata capacita’ investigativa per rilevare che ci siano state delle irregolarità nel rilascio dei permessi. Nel XX e’ pieno di cantine miracOlosamente riconvertite in abitazioni civili…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome