Home ATTUALITÀ Hans, un piccolo grande amico per la vita

Hans, un piccolo grande amico per la vita

Sei stato il mio primo cane e ogni singolo istante di questi ultimi 13 anni e 348 giorni è stato prezioso e indimenticabile. Hai arricchito la mia vita, quella di mamma e di papà. Ci hai regalato momenti unici proprio come unico eri tu! Con quelle grandi orecchie (che quando eri cucciolo speravamo si alzassero!) e quella coda all’insù! Il tuo sguardo dolce e buono ha sempre conquistato tutti, grandi e piccini.

Adoravi le coccole! Quanto ti piaceva essere strizzato ed essere grattato sotto la pancia, ti mandava letteralmente in brodo di giuggiole! Ricordo ancora quando l’ho scoperto… Eri solo un cucciolo, stavi cambiando i denti e mordevi a più non posso, così io per caso ho cominciato ad accarezzarti sotto la pancia e tu ad un tratto hai smesso e hai iniziato a guardarmi sognante con la linguetta di fuori. Da quel momento i grattini sotto la pancia sono diventati le tue coccole preferite e non esitavi a chiederle afferrando con la bocca o con la zampa il braccio di chi ti stava accanto.

E come non ricordare quando accompagnavi me, mamma e papà alla porta ogni volta che uscivamo di casa. Non c’è stato un giorno in cui non sei venuto a salutarci. Capivi ogni singolo stato d’animo e ogni volta in cui mi sentivo giù venivi e mi leccavi tutto il viso! Eri pigro, tantissimo! E adoravi mangiare. La parola “pappa” ti faceva letteralmente impazzire. Il massimo per te era stare in compagnia e non volevi mai rimanere solo. Quando accadeva, per protesta, cominciavi ad abbaiare fino a quando qualcuno non veniva da te. Hai vissuto tutta la tua vita in buona salute e dal tuo sguardo si capiva quanto eri felice. Ti abbiamo preso che eri solo un cucciolino, nato chissà come, pieno di paure. Un semplice abbaio di un cane ti faceva fare la pipì addosso. Ma poi sei diventato un cane forte e coraggioso.

L’amore che ci hai dato è impossibile da misurare e difficile da esprimere. Amavi senza se e senza ma. Ci hai regalato sorrisi e gioie e ci hai insegnato tanto. Chi lo avrebbe detto che un piccolo esserino preso un po’ per caso, in un momento difficile, dopo la morte del mio caro nonno e dopo una brutta esperienza con un furto in casa, potesse diventare così importante nella mia vita, parte di essa. Parte di me.

Avrei voluto che la tua vita fosse molto più lunga, ma la natura è questa. Hai lasciato un grande vuoto e immenso è il dolore per la tua perdita, ma di una cosa sono certa: hai vissuto la tua vita nel modo migliore. Sei stato un cane felice e amato. Hai giocato, mangiato, dormito, avuto tanti amici e tante persone che ti hanno voluto bene. Ti abbiamo amato tanto, come tu hai amato noi, e farai sempre parte delle nostre vite. Buon viaggio Hans.

Stefania Giudice

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Cara Stefania, le tue parole riflettono il sentire di tutte le persone che abbiamo vissuto parte della nostra vita insieme a un cane. Molto bello l´articolo, mi vengono le lacrime agli occhi…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome