Home ATTUALITÀ XX Municipio – Pandolfi (Gruppo Misto): Polverini dica un chiaro no alla...

XX Municipio – Pandolfi (Gruppo Misto): Polverini dica un chiaro no alla discarica a Pian dell’Olmo

Il consigliere del XX Municipio Giuliano Pandolfi manifesta preoccupazione per le continue voci che circolano insistentemente sulla realizzazione di una discarica nel territorio municipale, nella zona di Pian dell’Olmo. “Su molti quotidiani tradizionalmente ben informati sulle vicende della nostra città, continua a circolare la notizia secondo cui Pian dell’Olmo – area periferica del XX Municipio – sarebbe il sito scelto dalla Regione Lazio per sostituire Malagrotta, per una nuova discarica.”

“In effetti da quanto so, proprio nell’Ordinanza emessa dalla Presidente Polverini per prorogare la discarica di Malagrotta, è indicato chiaramente il sito di Pian dell’Olmo tra i papabili. A questo punto – prosegue Pandolfi – vorrei capire come la Polverini possa ignorare completamente il documento votato dal Consiglio del XX Municipio che esprimeva netta contrarietà alla discarica a Pian dell’Olmo, non per una questione di principio, quanto piuttosto per l’esistenza di altri fattori come ad esempio il Campo Nomadi River Village e Radio Vaticana, che sono già causa di forti tensioni sociali”.

“Se veramente – conclude Pandolfi – la Presidente Polverini vuole ascoltare il territorio come personalmente le ho sentito dire in un recente incontro nel Borgo di Cesano, ascolti la voce dei cittadini e delle amministrazioni che li rappresentano e metta la parola fine alle voci sulla discarica di Pian dell’Olmo”.

Visita la nostra pagina di Facebook

20 COMMENTI

  1. Il mio nome è Pasquale Fiore Fiorenza, responsabile della sede del PDL DI Bracciano due , con a capo il presidente . Gianni Giacomini , che colgo l’occasione di salutare, PRIMA DI SENTIRE LE VOCI CHE IN MEDICINA HA UN SIGNIFICATO DIVERSO ,come rispoSta all’argomento , bisogna essere piu precisi in materia .Anche se cosi sono le informazioni che la gente dice nei luoghi di ritrovo ,bar etc.
    Per La Raccolta differenziata, bisogna dare un minimo di informazione , per fare politica a qualsiasi livello ci vuole , la cosiddetta capacità comunicativa oltre che la preparazione sanitaria in materia che spieghi le motivozioni
    La raccolta diversa è il modo migliore per preservare e mantenere le risorse naturali, a vantaggio nostro ma soprattutto delle generazioni future: riusare, riutilizzare e valorizzare i rifiuti, dalla carta alla plastica, contribuiscono a restituirci e conservare un ambiente “naturalmente” più ricco.

    Ogni nostra azione produce inquinamento: anche la più comune, come per esempio leggere un giornale o bere un bibita non sarebbe nulla, se non considerassimo che ogni giorno nel mondo siano stampati milioni di giornali , costruite milioni di contenitori in plastica o lattine in alluminio, assemblati milioni di oggetti e mobilio per le nostre case.

    Tradotto in altre parole, milioni di alberi abbattuti, milioni di litri di petrolio consumati, milioni di kg di CO2 immessi nell’atmosfera: con la raccolta differenziata, invece, gran parte di queste risorse vengono risparmiate.

    Alcuni esempi:

    • Ognuno di noi produce circa 30 kg di plastica ogni anno: se questa plastica fosse completamente riciclata, in un comune di 100.000 abitanti si risparmierebbero 10.000 tonnellate di petrolio e carbone;
    • Per produrre 1 kg di alluminio, occorrono 15 kwh di energia elettrica; per produrre un kg di alluminio riciclato, servono invece 0,8 kwh: in Italia, ogni anno, vengono consumate 1 miliardo e 500 mila lattine;
    • Per produrre una tonnellata di carta vergine occorrono 15 alberi, 440.000 litri d’acqua e 7.600 kwh di energia elettrica: per produrre una tonnellata di carta riciclata bastano invece 1.800 litri d’acqua e 2.700 kwh di energia elettrica;
    • Se non differenziati, i farmaci in discarica possono dar luogo ad emanazioni tossiche ed inquinare il percolato; inoltre, la presenza di antibiotici nei rifiuti può favorire la selezione di ceppi batterici resistenti agli stessi antibiotici;
    • La raccolta differenziata del vetro permette un risparmio annuo, in Italia, pari a 400.000 tonnellate di petrolio;
    • I pneumatici, una volta terminato il loro ciclo, possono essere reimmessi in ciclo per gli utilizzi più svariati: è importante, poichè in Italia ne vengono scartati ogni anno 500.000 tonnellate, per un volume di oltre 3 milioni di metri cubi, l’equivalente di più di 6 stadi di San Siro colmi fino all’orlo;
    • Da 100 kg di olio usato se ne ottengono 68 di olio nuovo: 1 solo kg di olio usato disperso nell’ambiente inquina 1.000 metri cubi d’acqua.

    CIRCOLO PDL BRACCIANO DUE
    RESPONSABILE
    FIORENZA

  2. Si comunica a tutti i residenti del municipio Roma xx che grazie al Presidente Gianni Giacomini, Bracciano due ha finalmente la sede del PDL .
    Fiorenza

  3. IL Presidente Gianni Giacomini a Cesano il 3 luglio è stato preciso nel dare le giuste risposte facendo riferimento alla discarica, diamo voce soprattutto alle informazioni reali, no ai personalismi, non ho nulla di personale con nessuno ma difenderò il mio presidsente , nessuno si permetta di dire inesattezze . Il Presidente Gianni Giacomini è un uomo giusto e capace di gestire la P.A.
    Fiorenza

  4. Sig. Fiorenza (o Sig.ra Pasquale, mi scusi ma il suo nome è ambiguo per chi non la conosce), mi trova pienamente d’accordo quando parla di raccolta differenziata. Ho solo l’impressione che lei abbia sbagliato partito nel quale militare… La politica sui rifiuti del PdL si basa, nei fatti, su Discariche e Inceneritori… non sulla Differenziata. per non parlare delle Politiche Energetiche e, in generale, delle Politiche Ambientali che vanno nella direzione opposta a quella che si evince nei suoi ragionamenti.
    Saluti e buon lavoro.

  5. Gentile Signore anonimo, ritengo che sia ormai datata l’abitudine invalsa nella politica il fatto di arrogarsi la paternità di realtà in essere da oltre 35 anni, peraltro con tutti i limiti del caso. Ritengo, infatti, che quello della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani sia un progetto datato quanto fallito, esendo insostenibile sul piano energetico. Basti pensare al vetro: recuperare bottiglie intere per distruggerle e rifondere nuovamente il vetro costituisce una forma di suicidio energetico. In paesi quali l’Australia gli oggetti da noi definiti rifiuti vengono recuperati tal quali e riutilizzati dopo adeguato lavaggio e sterilizzazione.. Ci rifletta.. Cordiali saluti da Pasquale Fiore Fiorenza

  6. Prof Paolo, ti manca la capacità menemonica, essenziale per la comunicazione per far si che non si arrampichi sugli specchi,farai molta strada ma a piedi . Buona fortuna
    Fiorenza

  7. Caro (o cara…) Fiorenza…. capiamo che è amico di Giacobini (che cogliamo l’occasione anche noi di salutare….)
    Lei, che è il Responsabil del circolo PDL Bracciano 2, ….ci dice che “…PRIMA DI SENTIRE LE VOCI CHE IN MEDICINA HA UN SIGNIFICATO DIVERSO ,come rispoSta all’argomento , bisogna essere piu precisi in materia .Anche se cosi sono le informazioni che la gente dice nei luoghi di ritrovo ,bar etc….”
    E poi aggiunge che “…per fare politica a qualsiasi livello ci vuole , la cosiddetta capacità comunicativa oltre che la preparazione sanitaria in materia che spieghi le motivozioni….”
    Ma prima di darci lezioni di “comunicazione” o di “riciclaggio rifiuti” ….. UNA RIPASSATINA ALLA GRAMMATICA……NO, E’….???? 🙂 AHAHAHAHAHAHAH

  8. 🙂 🙂 ….Straordinaria “….PRIMA DI SENTIRE LA VOCI CHE IN MEDICINA HA UN SIGNIFICATO DIVERSO….” aggiungerei: PUNTO, PUNTO E VIRGOLA, DUE PUNTI…..ma sì, fai vedere che abbondiamo… Abbondandis’id abbondandum… Lascia fare… poi dicono che siamo provinciali siamo tirati… Salutandovi indistintamente, salutandovi indistintamente, i fratelli Caponi. Che siamo noi….
    ahahahahahahah 🙂 🙂

  9. Egregi signori trovo veramente inelegante deridere chi ha meno proprietà di linguaggio di voi. Concentratevi su ciò che dice non come lo dice altrimenti, perdonatemi, i vostri commenti hanno solo sapore di spocchia.

  10. Gentile Fiorenza, la ringrazio (ci davamo del lei..) molto dei consigli sulla comunicazione. Purtroppo le mie capacità “menemoniche” sono scarse assai…
    E poi ha ragione, la raccolta differenziata degli RSU è un progetto datato e fallito, oh!
    E pensi che c’è ancora qualche deficente che nel 2011 osa ancora scrivere “milioni di litri di petrolio consumati, milioni di kg di CO2 immessi nell’atmosfera: con la raccolta differenziata, invece, gran parte di queste risorse vengono risparmiate”. Incredibile eh? Datato e fallito!
    Diceva, circolo PdL Bracciano eh? Anzi Bracciano DUE.. non confondiamoci… Ora me lo segno… Poi appena posso faccio un salto…

  11. Prescindendo sulla correttezza della sintassi e della grammatica , sull’uso degli avverbi o dei pronomi , mica ho capito dove volete andare a parare.
    Mica farete come De Magistris che , termovalorizzatori no , inceneritori no , discariche nuove no , solo differenziata e pure in 5gg ( diconsi cinque giorni ) per arrivare al 70% ed al 100% entro l’anno ( 2011 ? ).
    Adesso elemosina siti di stockkaggio pure in Lapponia , incompetente presuntuoso.
    Italia Dei Vanitosi.
    Adesso , solo un perfetto imbecille potrebbe presumere di fare a meno di uno di questi impianti.
    Se possibile no alla discarica , il vetro lo ricicliamo ( vale la pena ? boh ? ) , la plastica , va bene , ci facciamo simpatiche coperte o felpe di pile , il ferro lo fondiamo e ci rifacciamo le viti ed i tondini. Del rame se ne occupano i rom , hanno il loro consolidato circuito.
    Ma l’umido ? Questo schifoso agglomerato di pergolato putrescente , che ce facciamo ? Soh’o magnamo ? Lo lasciamo sotto casa di De Magistris o di Bonelli ? Magari ci fanno un minestrone.
    Mica è che lo si deve “bruciare” nei termovalorizzatori per produrre energia ? No ? E che se la pigliano a fa’ i tedeschi a monnezza , ai quali diamo pure i soldi per fargli produrre energia ?
    A parte Bracciano uno , due e pure tre , a parte le chiacchiere da comari , nessuno ha dato una sua soluzione.
    Pandolfi , dopo aver chiesto un chiaro NO su qualcosa , se ha un briciolo di materia grigia , dica un tiepido SI e proponga sommessamente qualcosa di reale.
    Se ci riesce , assieme a tutti i vari Signornò senza cervello.

  12. A me sembra che la discussione postata da Vigna Clara Blog sulla dichiarazione di Pandolfi e quindi relativa alla problematica annessa ad una possibile nuova discarica presso la zona di Pian dell’Olmo sia andata al di fuori della realtà in discussione. Apprezzo l’iniziativa e la corretta divulgazione informativa circa la raccolta differenziata pubblicata dal Circolo PdL di Bracciano Due nella persona di Pasquale Fiore Fiorenza che avrevei volontà di conoscere personalmente, così come quella del Sig. Urbano che credo abbia capito la vera problematica di cui si parla.
    Detto ciò, malgrado la “mia grammatica”, esprimo la mia preoccupazione circa il possibile insediamento di una discarica nella zona citata, ma anche quella di una possibile alternativa. Vorrei per una volta conoscere quindi una o più proposizione/i alternativa/e alla discarica di Malagrotta ridotta ormai (a quanto si legge sui quotidiani nazionali) allo stremo.
    Nessuno dei nostri Amministratori voul far demagogia in questo settore, tantomeno suscitare preoccupazioni per la salute e l’incolumità dei cittadini, ma solamente evitare preoccupazioni e manifestazioni di disagio sociale.
    Attendo quindi di leggere proposte di siti in cui fosse possibile istituire una “nuova Malagrotta” senza causare tali disagi.
    Marco Marzuolo – Presidente Associazione Pronto Intervento CB Nucleo Protezione Civile La Storta

  13. Aragorn le soluzioni ci sono già e sono tante. Se non ti va di andare in libreria o in biblioteca, fatti un giro per la rete e le trovi tutte. Per una corretta gestione dei rifiuti, il termovalorizzatore deve essere visto come l’ultima istanza (come negli altri paesi avanzati) per cui non c’è nessun veto assoluto, ma ne bastano una manciata in tutta Italia, non una manciata in ogni provincia… (qui con gli impianti ci devono mangiare in tanti… mi capisci vero?) L’altro problema (enorme) è che qui non c’è nessun controllo su cosa ci buttano nel termovalorizzatore, quindi di norma in Italia ci si brucia ciò che non deve assolutamente essere bruciato (a cominciare dalla plastica che bruciando produce diossina). E a proposito del NIMBY se vivessi in Danimarca non mi farei problemi ad avere un impianto sotto casa, ma vivendo in Italia piuttosto mi butto al tevere (se devo mori’, almeno scelgo come).
    Rispetto all’umido aragorn, lo sai che ci si fa? Ci si fa quello che per secoli miliardi di persone di buon senso ci hanno fatto: lo si composta. E’ materiale organico e ridiventa “terra”, la riarricchisce (quindi contrasta anche l’impoverimento dei suoli e la desertificazione). E’ di una semplicità estrema, lo faccio anche io, quindi lo possono fare tutti. Ed è gratis (la compostiera te la dà l’Ama se hai la terra) anzi ci guadagni perché paghi anche di meno la bolletta. E per chi non ha terra, nei paesi civili, si raccoglie tramite differenziata e si conferisce ai grandi impianti di compostaggio (per produrre ammendante e terriccio di altissima qualità). Ci sono mille modi intelligenti ed economici per trattare i rifiuti, basta volerlo e poi non siamo a scuola, si può, anzi, si deve copiare dai più bravi.
    Il sindaco di Salerno sono tanti anni che ha raggiunto livelli di raccolta differenziata elevatissimi, proprio come se fosse una città del nord europa. Salerno è in Campania (!) a uno sputo da Napoli. De Magistris sta tentando di percorrere quella strada e io gli auguro di riuscirci. Tu invece mi sembra che stia criticando “a prescindere” (per una sorta di inspiegabile ideologia) e senza conoscere la materia… questo è evidente, lo ammetterai, spero.
    Quelli del NO a ogni costo non sono quelli che si oppongono alle antenne di Monte Mario sulla Scuola Leopardi o di Radio Vaticana a Cesano, alla TAV in Val di Susa o all’inceneritore ad Albano… perché finché continueranno a proporre (e imporre) questi progetti scriteriati e dannosi per la nostra salute, utili solo a far girare i (nostri) soldi nelle mani loro e dei loro amichetti confindustriali, è giusto e sacrosanto che la gente si ribelli.
    Quelli del NO (a uno sviluppo sostenibile, intelligente e condiviso) sono i vari Romani (prima Scajola), Prestigiacomo, Bassolino, berlusconi, Bersani, Letta (entrambi) e tutti quelli che come te gli vanno dietro a suon di luoghi comuni e frasette a effetto degne di Emilio Fede.
    Informati, studia e poi si parla di rifiuti o di energia quanto vuoi, senza stupide posizioni “partitiche” o pseudo-ideologiche, che non servono.
    Buon lavoro (ci sentiamo tra un bel po’).
    Prof. P.

  14. RINGRAZIO TUTTI VOI DELLE BELLE PAROLE. MA NON E’ INTENZIONE MIA OFFENDERE NESSUNO.
    DIVIDI E IMPERA
    EDUCATI SI NASCE…..

  15. Sig Marzuolo , se desidera conoscermi venga a Bracciano sarà mio ospite gradito, la sede del PDL di Bracciano due si trova in via dei lecci 67, gentilmente chiami il n° telefonici prima di venire-0699815685. 3452190485
    La nuova sede del PDL è la casa di tutti coloro che vogliono farne parte, senza discriminazioni di etnie o colori, a presto, io ho già dimenticato e perdonato ,i malintesi vanno chiariti
    Il segretario
    Pasquale Fiore Fiorenza

  16. La sede del pdl di Bracciano due, ha ospitato in questo periodo i rappresentanti dei vari schieramenti politici all’opposizione che rappresentano un percentuale oltre il 50% dei votanti, e come responsabile della sede sono soddisfatto di aver ottenuto la fiducia dei cittadini, che si sono uniti al popolo della libertà, e che hanno aderito al tesseramento, per farla breve sta avendo un grande successo, i residenti di Bracciano due sono circa 3500 famiglie pari a 7500 abitanti.

    Fiorenza

  17. 🙂 ….ed io lo nacqui…..
    Daje Fiorenza continua così…. FACCE RIDE ANCORA….!!!!
    p.s. “giudizzi” si scrive con una sola “Z” e si dice “dividi ET impera”…… ahahahahahahah…

  18. Prof. , un minimo di rispetto , dai !
    Non riesci proprio a non ergerti tuttologo quasi saccente su qualsiasi cosa.
    Continuando ad affibbiare patenti di incolti , poco eruditi e zoticoni a qualunque persona da te “distante” o non d’accordo.
    Oltre un bel bagno a mare , questa estate cerca di ripresentarti dopo anche un bel bagno di umiltà.
    Tu critichi Berlusconi ma sembri come lui , imprenditore , operaio , falegname , playboy, metalmeccanico, agricoltore.
    Anche tu a seconda della bisogna , sai e sei.
    Moh sei pure esperto monnezzaro , e ce po’ sta’.

    Vado in libreria ( in biblioteca sinceramente no , non ho molto tempo ) assai assiduamente sia per acquistare sia per curiosare.
    Così come navigo in rete.
    Quello che mi interessa di più però , è girare sul serio al contrario di tanti che parlano solo.
    E girando sul “serio” e per lavoro , conosco da quasi 10 anni la situazione “virtuosa” della provincia di Salerno a cui va tutto il mio plauso.
    Scoprii questa positiva ed anomala ( visto il territorio in cui sta ) situazione a Mercato San Severino , pulita , linda , ordinata , più che decorosa e dignitosa. Una “perla incomprensibile” in un territorio devastato da brutture e sporcizia.
    Ed un plauso va anche – e forse soprattutto – ai suoi abitanti che hanno assecondato ed accolto in pieno le iniziative e le istanze dell’Amministrazione.
    Stesso plauso , ahimè , non può essere rivolto alle popolazioni “napoletane” e “casertane” ad esempio , credo che in molti da quelle parti , debbano ancora fare un “piccolo” salto di qualità civile e sociale; e questo , detto senza alcuna enfasi “razzista” e/o neo-leghista ( Diocenescampi ).
    Mi riesce difficile capire se sono “pochi” che causano disastri a scapito dei “molti” oppure sono proprio i “molti” che non vogliono seguire i “pochi” virtuosi.
    Basti vedere ad esempio i filmati che vengono trasmessi dalla tv relativamente ai cumuli di monnezza in fiamme dietro i quali , sullo sfondo ci sono sempre motorini o moto con due ( anche tre ) persone a bordo doverosamente senza casco e contromano , anche con i bambini.
    Piccola (?) cosa , ma l’educazione ed il rispetto parte anche da questo.
    Parafrasando l’agricoltore ( di cui immagino sei Maestro in materia ed argomento ) , prima si prepara il campo e poi si semina.
    Stessa cosa a Napoli , prima si dovrebbe preparare la “gente” e poi si possono attuare i vari piani.
    Altrimenti finisce che , senza discariche , senza inceneritori , senza OBBLIGO di differenziata , i sacchetti multiformi e variagherati nel contenuto continueranno ad essere gettati nei cassonetti stracolmi o lanciati dalle finestre.
    Mica l’ho detto io che in 5gg avrei risolto il problema a Napoli.
    L’ha detto qualcun’altro in campagna elettorale e credo sia giusto e corretto evidenziare questa imbecillità.
    Altro che urlare al sabotaggio.
    Ma quale preconcetto ideologico , uno scemo è scemo sia da una parte che dall’altra.
    Se ci riesce ( e ci deve riuscire altrimenti hanno ragione purtroppo i leghisti , visto i soldi e le energie profuse da e per quelle zone ) siamo tutti contenti.

    I termovalorizzatori in Italia sono circa 50. la gran parte al centro nord , vorrà pure dire qualcosa , o no ? In Campania , solo 1 , ad Acerra e pure a singhiozzo.
    In Francia circa 130 , in Germania circa 70 ( e sono partiti tardi ).
    In Danimarca e zone limitrofe , sono di meno ma con una produttività pro capite altissima , la popolazione è numericamente inferiore alla nostra.
    Vorrà pure dire qualcosa.
    Non assecondo il fatto che “visto che qui mangiano tutti sugli appalti” tanto vale non fare nulla.
    Non ho la “terra” diversamente da te , che sei pure latifondista , pare.
    Ma il fatto di non avere la terra non mi impedisce di conoscere le cose , magari il mio piccolo giardino di 250mq mi ha aiutato nella comprensione.
    Faccio da anni la differenziata , sono incline a tutti i consigli e suggerimenti; difficile però che il mio comportamento da cittadino sia suscettibile di “reprimende”.
    In vacanza vado generalmente nella zona circense e debbo dire che sono imbarazzato ( ed anche un po’ incazzato ) perchè da quelle parti non conoscono differenziata. E pur dividendola sono costretto a buttare tutto nell’unico e maleodorante cassonetto. E ci vorrebbe poco , pochissimo. Basterebbe volerlo.

    Una cosa è il sacrosanto no ( visto anche l’utente ) all’antenna vaticana sopra una scuola , altro è un dissennato (per me ) no alla tav.
    Ovunque venga proposto un termovalorizzatore , un rigassificatore è no. Così per una discarica , che poi sarebbe il primo gradino del compostaggio; da qualche parte una volta presa sta monnezza dovrà andare , o lo spirito santo “composteggia” durante il trasporto ?

    Eppoi , credimi , non ho “stupide posizioni” , sono posizioni magari personali ma non stupide.
    Riserva questi aggettivi per altro ed altri , anzi non li usare proprio , il rispetto è un concetto fondamentale e talmente facile che potrebbe essere assimilato anche da te.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome